Immobili
Veicoli
Keystone
GIAPPONE
07.02.21 - 10:010

Scarseggiano i chip: Subaru riduce le stime di vendita

L'offerta limitata di questi componenti riflette in primo luogo l'aumento della domanda nel settore telefonia per il 5G.

TOKYO - La carenza dei semiconduttori costringe la casa automobilistica giapponese Subaru a rivedere al ribasso le stime sui ricavi, ultima in ordine cronologico tra le industrie del settore nel mondo.

Per l'anno fiscale in corso, le previsioni sulle vendite scendono di 43'000 unità a 868'000 veicoli: una dinamica che ha riguardato nelle scorse settimane anche Toyota, Nissan, Honda e Mazda sul mercato domestico, dopo il blocco forzato degli impianti provocato dalla pandemia da coronavirus.

La mancata disponibilità dei chip comporta una correzione delle stime sui profitti a 75 miliardi di yen (circa 643 milioni di franchi) dai precedenti 80 miliardi, ha comunicato Subaru, e del fatturato a quota 2850 miliardi per l'esercizio che si conclude al 31 marzo, ossia 100 in meno rispetto alle stime iniziali.

A livello globale, il costruttore automobilistico nipponico produrrà 823'000 veicoli, il 20% in meno rispetto all'anno precedente.

Per aggiornare i nuovi parametri, Subaru diminuirà il ricorso agli straordinari e ai turni dei lavoratori nei fine settimana nello stabilimento di Gunma, nel Giappone centrale, e nella fabbrica statunitense dell'Indiana.

«Attualmente la nostra catena produttiva si concentra sui modelli di fascia alta, con una maggiore dipendenza dai semiconduttori», ha indicato il direttore finanziario Toshiaki Okada, che si è detto poco fiducioso sul ritorno alla normalità nel breve termine.

Per il periodo tra aprile e dicembre l'utile operativo di Subaru è calato del 36,5% a 98 miliardi di yen, e il fatturato ha visto una flessione del 16,5%.

A inizio settimana anche General Motors aveva fatto sapere che ridimensionerà la produzione negli stabilimenti di Stati Uniti, Canada, Messico e Corea del Sud, anticipando che la mancata accessibilità ai chip potrebbe durare fino al termine dell'anno.

L'offerta limitata nel settore automobilistico riflette in primo luogo l'aumento della domanda nel comparto della telefonia mobile e nelle infrastrutture a sostegno della tecnologia di quinta generazione, durante una congiuntura che ha visto il rallentamento delle attività produttive a causa dell'emergenza sanitaria.

A questi fattori c'è da aggiungere il contributo della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti, dicono gli analisti. Per evitare le sanzioni imposte dalla precedente amministrazione statunitense, le aziende di tutto il mondo hanno cancellato le richieste di approvvigionamento inoltrate ai produttori cinesi, mentre società come Huawei - a cui è vietato l'accesso alle componenti di tecnologia statunitense - hanno dovuto rivolgersi ad altri fornitori, riducendo le scorte dei principali produttori.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
1 ora
Ferie illimitate per i banchieri senior di Goldman Sachs
La decisione mira a cambiare l'immagine della banca, per tornare ad attrarre i giovani talenti
SVIZZERA
3 ore
Entro il 2025 un veicolo su due dovrà essere ricaricabile
Confederazione, Cantoni, Città e Comuni sono d'accordo: è un obbiettivo da raggiungere
SVIZZERA
6 ore
Le ferie sono più costose
Per un viaggio bisogna mettere in conto di spendere il 20% in più rispetto a prima della pandemia
RUSSIA
9 ore
Le attività di Renault in Russia passano allo Stato
La casa automobilistica aveva lasciato la Russia in seguito all'invasione dell'Ucraina
POLONIA / SVIZZERA
9 ore
Sanzioni contro Vekselberg in Polonia, colpite anche Sulzer e Medmix
Le perdite si aggirano attorno alle decine di milioni di franchi
CINA
1 gior
Da domani ripartono le attività commerciali a Shanghai
I mercati ortofrutticoli e i saloni di parrucchieri riprenderanno progressivamente le attività con una capacità limitata
STATI UNITI
1 gior
Musk: «Twitter mi ha accusato di aver violato l'accordo di riservatezza»
Solo due giorni fa il patron di Tesla aveva annunciato la sospensione temporanea dell'acquisizione del social network
STATI UNITI
3 gior
Musk frena l'acquisizione di Twitter per i numeri degli account fake
L'annuncio, ovviamente, in un tweet e la Borsa reagisce di getto. Poi la precisazione: «Resto impegnato»
STATI UNITI
3 gior
Powell confermato. La lotta all'inflazione? «Non sarà indolore»
«Rialzi dei tassi da mezzo punto sono appropriati alle prossime due riunioni» anticipa il timoniere della Fed
SVIZZERA
4 gior
Migros introduce il congedo parentale flessibile
La misura è prevista nell'ambito del nuovo contratto collettivo nazionale per il periodo 2023-2026
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile