Immobili
Veicoli
Keystone
RYANAIR
27.07.20 - 12:300

Ryanair si lascia alle spalle il trimestre «più impegnativo» della sua storia

La low cost esce con le ossa rotte dalla pandemia, ma conta di tornare al 70% dell'operatività in settembre.

DUBLINO - Maxi rosso da 185 milioni di euro per Ryanair fra aprile e giugno (primo trimestre dell'anno finanziario). La compagnia lo definisce il periodo «più impegnativo» nei suoi «35 anni di storia». La perdita si confronta con un utile netto di 243 milioni nello stesso periodo del 2019, mentre i ricavi sono scesi del 95% da 2,312 miliardi a 125 milioni.

Alla base dei risultati, ovviamente, lo stop provocato dalla crisi Covid-19, che ha fatto sì che «oltre il 99% della flotta» sia stata «messa a terra da metà marzo a fine giugno» con un numero di passeggeri crollato da 42 milioni a 500 mila (-99%). Per i voli che hanno comunque operato le proprie rotte il fattore di carico è sceso di 35 punti, dal 96 al 61%.

Il primo luglio, il gruppo Ryanair ha ripreso i voli sulla maggior parte della sua rete e stima di raggiungere nel mese in corso una operatività di circa il 40% del normale, prevista in aumento a circa il 60% ad agosto e al 70% a settembre.

Ryanair indica fra l'altro la possibilità di avere in flotta i Boeing 737-MAX-200 prima della fine del 2020, un modello che potrebbe aumentare entro i prossimi 5 anni il numero totale dei passeggeri del gruppo a quota 200 milioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
11 ore
Sunrise UPC diventa Sunrise
Il nuovo luogo aziendale comprende un'alba stilizzata
RUSSIA
16 ore
Conto sequestrato, Google Russia verso la bancarotta
La filiale del colosso del web continuerà tuttavia a fornire gratuitamente i suoi servizi nel Paese
STATI UNITI
21 ore
Wall Street, le cause di un mercoledì nerissimo
La grande distribuzione è in difficoltà e gli investitori sono in allerta e si chiedono: «Ci sarà il prossimo?»
SVIZZERA
22 ore
Julius Bär regge, ma la filiale di Mosca sarà chiusa
Il gruppo ha mantenuto la redditività nei primi mesi del 2022
GRIGIONI
1 gior
La crisi ucraina condiziona il WEF di Davos
In collegamento da Kiev inaugurerà il forum il presidente Zelensky. Assenti invece i rappresentanti russi.
SVIZZERA
1 gior
Boom di vendite per gli articoli sportivi
Nel 2021 il mercato svizzero ha sfiorato i due miliardi di franchi, un nuovo record
SVIZZERA
1 gior
«Aumenteranno i fallimenti, sia in Svizzera che nel mondo»
È la previsione di uno studio dell'assicuratore Allianz Trade
SVIZZERA/UCRAINA
1 gior
La zurighese Vetropack sopprime 400 impieghi, a causa dei missili
L'impianto è fortemente danneggiato, e il gruppo non «vede alcuna alternativa»
STATI UNITI
1 gior
Netflix taglia 150 posti di lavoro
È la prima conseguenza del rallentamento della crescita dei ricavi e del calo degli abbonamenti
SVIZZERA
1 gior
Pneumatici sempre più cari
Russia e Ucraina sono i principali fornitori di materie prime. E ora i prezzi stanno schizzando verso l'alto
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile