keystone-sda.ch / STF (LUKAS BARTH-TUTTAS)
GERMANIA
22.06.20 - 16:280

Quei due miliardi spariti nel nulla

Lo scandalo contabile della società tedesca Wirecard continua a far discutere

BERLINO - Il consiglio di gestione di Wirecard «ritiene sulla base di ulteriori verifiche che c'è una prevalente probabilità che i saldi di conto corrente di ammontare di 1,9 miliardi di euro (2 miliardi di franchi) non esistano». È quanto ha comunicato il gruppo tedesco, al centro di uno scandalo contabile, in una nota emessa nella notte.

Wirecard, società tedesca, dichiarava di avere due miliardi di liquidità in cassa. Ma a quanto sembra, questi fondi non ci sono, e forse non sono mai esistiti. 

Come sostenuto dal Sole24ore, Il caso ricorda quello italiano di Parmalat, che aveva falsificato i bilanci dichiarando di avere fondi liquidi depositati nei paradisi fiscali dei Caraibi.

Wirecard spiega che questi conti «trust» erano stati istituiti «a beneficio della società in relazione al business cosiddetto Third Party Acquiring e contabilizzati come un asset nei prospetti finanziari». «Quanto precede - si legge nella nota - spinge anche la società a mettere in discussione le precedenti considerazioni riguardanti l'affidabilità della relazione con il trustee».

Alla luce di quanto sopra, Wirecard «ritira» i risultati preliminari del 2019 e del primo trimestre 2020 e le previsioni per il 2020 in termini di Ebitda e quelle al 2025 in termini di ricavi ed Ebitda, aggiungendo che «potenziali effetti sui risultati finanziari degli anni precedenti non possono essere esclusi».

La fintech tedesca informa anche di essere in «negoziati costruttivi» con le banche creditrici «in relazione alla continuazione delle linee di credito e per ulteriori relazioni di business». Inoltre «sta valutando», assistita dalla banca d'investimento Houlihan Lokey, «opzioni per una strategia finanziaria sostenibile» come pure «un ampio range di possibili ulteriori misure per assicurare la continuazione delle attività, compreso il taglio di costi, ristrutturazioni, vendita o la terminazione di attività e segmenti di prodotto».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
ITALIA
1 ora
Duemila giocattoli su tre piani
Fao Schwarz sbarca a Milano: il famoso negozio apre domani in Piazza Cordusio
CINA
3 ore
Il cielo è il limite? Non per i grattacieli cinesi
Le autorità hanno vietato la costruzione dei palazzi nei quartieri storici e nei siti del patrimonio culturale
SVIZZERA
4 ore
Niente paura: «A Natale i giocattoli non mancheranno»
Franz Carl Weber ha giocato d'anticipo con le ordinazioni. La situazione è un po' più tesa sul fronte dell'elettronica
CANTONE
6 ore
Il successo riassunto in 101 storie
Presentato il libro che raccoglie le storie di chi concretamente ha contribuito ad arricchire il nostro cantone.
ITALIA
8 ore
Il primo sciopero del sindacato dei lavoratori da remoto
La protesta della Smart Worker Union è incentrata sulle linee guida nella pubblica amministrazione
SVIZZERA
10 ore
Prospettive economiche: analisti meno fiduciosi
Cresce la prudenza a riguardo del futuro della congiuntura elvetica
Regno Unito
13 ore
Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti
Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”
SVIZZERA
1 gior
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dall'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
ITALIA
1 gior
Ita Airways, atterraggio non consentito in caso di nebbia
Lo prevedono le norme internazionali per le compagnie durante il periodo di "rodaggio"
MONDO
1 gior
Harvard, MIT, Stanford: ecco le migliori università al mondo
Il Politecnico federale di Zurigo è il quinto istituto in Europa e il 26esimo su scala globale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile