Immobili
Veicoli
Keystone
La Ministra tedesca per l'ambiente, la conservazione della natura e la sicurezza nucleare, Svenja Schulze.
GERMANIA
10.06.20 - 15:490

Il Governo tedesco è convinto: avanti tutta sull'idrogeno

Investimento da 9 miliardi per diventare un leader globale

BERLINO - La Germania punta sull'idrogeno e aspira a diventare il numero uno al mondo nelle tecnologie che si basano su questa risorsa.

Il Governo tedesco ha oggi varato un pacchetto da 9 miliardi di euro per incentivare e affermare l'energia dell'idrogeno verde sul suo mercato.

Una fonte energetica che, soprattutto nei trasporti e in generale nell'industria, potrebbe sostituire carbone, petrolio e gas naturale, contribuendo alla protezione del clima.

«Con le nuove tecnologie dell'idrogeno vogliamo diventare leader mondiali. Come fornitori globali e come produttori», ha affermato il Ministro dell'economia Peter Altmaier. Entro il 2030 la Germania vorrebbe avere impianti tali da ottenere una capacità di produzione che raggiunga i 5 Gigawatt di idrogeno. Nel 2040 l'obbiettivo salirà a 10.

Keystone
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 1 anno fa su tio
Bella cosa ma cominciate ad eliminare il carbone ;-((
Thor61 1 anno fa su tio
I tudesch, vogliono essere leader in TUTTO, tanto il denaro viene dall'UE, quindi ne hanno a volontà. Poi però bisognerà ricordargli che l'idrogeno viene stoccato in bombola a pressioni di oltre 200 atmosfere e che per la loro estrema pericolosità hanno una valvola di sfogo, che soprattutto col caldo rischia di lasciarti a piedi. W le "Nuove" tecnologie sicure".
Mag 1 anno fa su tio
@Thor61 Io stoccherei anche le tue opinioni in una bombola a oltre 200 atm con la sola eccezione della valvola di sfogo.
Tarok 1 anno fa su tio
@Thor61 Ha parlato l’esperto.
Thor61 1 anno fa su tio
@Tarok Hai MAI letto come siano fatti gli impianti ad idrogeno nelle auto??? Credo proprio di NO!!! INFORMATI che è meglio!!!
Thor61 1 anno fa su tio
@Tarok Ha parlato l'ignorante, cioè colui che ignora! E poi parla a vanvera!!! Gli impianti erano fatti allo stesso modo sin dalla nascita dell'idrogeno per automotive. PS Leggero sotto!!!
Thor61 1 anno fa su tio
@Mag Negli attuali impianti a GAS GPL/Metano, come pensi che sia stoccato il carburante!!! Hai MAI letto come siano fatti gli impianti ad idrogeno nelle auto??? Credo proprio di NO!!! INFORMATI che è meglio!!! PS Grazie per la dimostrazione di grande educazione che hai nei confronti del prossimo che nemmeno conosci, pur di elargire la tua ignoranza!!!
Thor61 1 anno fa su tio
@Mag L’idrogeno deve essere compresso I problemi tecnici connessi all’utilizzo dell’idrogeno da autotrazione sono legati essenzialmente alla sua scarsa densità energetica su base volumetrica – specie se paragonato agli idrocarburi – che impone per lo stoccaggio pressioni particolarmente elevate o, in alternativa, un trattamento di tipo criogenico. Non esistono al momento alternative in ambito automotive, dato che tanto l’adozione di serbatoi di grandi dimensioni quanto l’immagazzinamento sotto forma di ammoniaca, idruri metallici, idrocarburi sintetici – come il metanolo – o nanotubi sia in carbonio sia in silicio poco si presta all’impiego a bordo di veicoli compatti. La pressione di stoccaggio, pertanto, assume un ruolo centrale nell’impiego dell’idrogeno da locomozione, pur aprendo le porte a interrogativi che riguardano non tanto la sicurezza quanto l’opportunità e la sostenibilità del sistema, dato che comprimere l’idrogeno comporta un dispendio d’energia.
Thor61 1 anno fa su tio
@Mag L’idrogeno non è rinnovabile. Deve essere prodotto Sulla Terra, l’idrogeno non è disponibile in forma naturale. Non può dunque essere considerato una fonte rinnovabile, almeno in via primaria. Si tratta piuttosto di un vettore energetico. Ad oggi viene prodotto attraverso la gassificazione del carbone e il trattamento chimico degli idrocarburi – pratiche in entrambi i casi non sostenibili, data l’elevata quantità di anidride carbonica rilasciata nell’atmosfera – oppure mediante steam reforming del gas naturale – procedura che consiste nel far reagire metano e vapore acqueo a una temperatura compresa tra 700 e 1.100°C per produrre syngas, una miscela di monossido di carbonio e idrogeno – o, ancora, grazie a due sistemi compatibili con l’ambiente. Nel primo caso sfruttando le alghe, ma anche i fanghi e le acque reflue, in appositi bioreattori, nel secondo affidandosi all’elettrolisi dell’acqua.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
10 ore
Bob Dylan vende i diritti sugli album alla Sony
Non sono stati forniti i particolari dell'accordo, ma la vendita dovrebbe aver raggiunto il record di Springsteen
MONDO
12 ore
Criptovalute sotto pressione, bruciati 130 miliardi
A pesare, le incertezze macroeconomiche a livello mondiale
ITALIA
14 ore
Quasi un anno di attesa per una nuova Lamborghini
La crisi dei chip e quella pandemica non sembrano aver intaccato le vendite, che toccano cifre da record
SVIZZERA
18 ore
Si paga sempre più con lo smartphone
Negli ultimi due anni, il fatturato generato con le app di pagamento è raddoppiato
COREA DEL SUD
20 ore
Boom della cultura pop sudcoreana: lo dicono anche le cifre
Nel 2020 le esportazioni dell'industria dei contenuti sono cresciute del 16,3%
IRLANDA
1 gior
L'azienda misteriosa e il data center grande come 22 campi da football
L'attuale responsabile della società è stata direttrice di 6'539 altre aziende, la metà di queste sono ora chiuse
SVIZZERA
1 gior
«Le crisi di Credit Suisse? Colpa dei cattivi dirigenti»
L'ex Ceo Oswald Grübel non le manda a dire: le difficoltà avute da Credit Suisse sono da ricondurre alla dirigenza
REGNO UNITO
1 gior
Presto obbligatorio inserire nei menù le calorie per ogni piatto
Il governo britannico vuole che i clienti dei ristoranti facciano scelte più salutari. Gli esperti sono scettici
SVIZZERA
1 gior
Quattro giorni lavorativi su sette, in una piccola azienda zurighese
La Glutform Rüegg di Dietlikon ha introdotto la settimana lavorativa di quattro giorni, con paga al 100%
SVIZZERA
1 gior
Un bancomat su due è destinato a sparire
Ne è convinto Jos Dijsselhof, presidente della direzione di SIX Group
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile