Immobili
Veicoli
Reuters
Stati Uniti
10.11.21 - 20:540

Attacco a Capitol Hill, tutti i documenti verranno rivelati

La corte distrettuale ha deciso: i segreti del repubblicano valgono meno dell'interesse pubblico sui fatti del 6 gennaio

WASHINGTON - «I presidenti non sono re». Trump ha perso la causa che aveva lui stesso intentato. Da questo venerdì verranno gradualmente rilasciati i documenti relativi a quanto successo lo scorso 6 gennaio, quando il Capitol Hill era stato assaltato.

Le pagine sono centinaia e tutte vertono un'unica notte. Martedì sera la giudice Tanya Chutkan della Corte distrettuale di Washington DC ha sentenziato che i documenti son di pubblico interesse e che è necessario quindi studiare quanto accaduto il 6 gennaio al Campidoglio «per impedire che tali eventi si verifichino di nuovo».

Ha aggiunto inoltre che i desideri di un ex presidente non sono più importanti delle decisioni di quello attuale: «È il presidente in carica a essere nella posizione migliore per proteggere gli interessi dell'esecutivo». E per quanto riguarda il diritto alla segretezza la giudice ha affermato che il privilegio presidenziale «esiste a beneficio della repubblica e non di un individuo».

La giudice parla di privilegio in quanto, quando Trump aveva presentato la causa lo scorso mese, aveva fatto appello proprio al privilegio esecutivo. Questo "diritto" prevede che tutti i consigli dati dai funzionari ai presidenti durante il loro mandato resteranno segreti. È una strategia utile soprattutto nei momenti di crisi nazionale.

Ma, come spiega la Cnn, gli ex presidenti non godono totalmente di questo privilegio, al contrario è il presidente in carica a deciderne. Infatti Joe Biden aveva affermato che l'interesse nazionale nell'ottenere i documenti su quanto successo durante l'insurrezione del 6 gennaio supera il desiderio di Trump di mantenere il segreto. Cosa poi confermata dalla giudice: «I presidenti non sono re e il querelante non è presidente».

Il materiale verrà quindi consegnato dagli Archivi nazionali alla Camera degli Stati Uniti che potrà così fare luce su quanto accaduto. In totale sono 700 pagine e contengono i registri delle chiamate effettuate e ricevute dalla Casa Bianca, i registri video e gli orari. Ma non solo. Ci sono anche tre pagine di note scritte a mano da Trump, i registri dei visitatoti e le note dei suoi consiglieri più vicini che riguardano le affermazioni che l'ex presidente aveva fatto sulle elezioni presidenziali del 2020, dicendo che erano state truccate, più la sua reazione all'attacco del 6 gennaio.

Reuters
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
2 ore
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
5 ore
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
7 ore
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Anche l'Irlanda smantella (quasi tutte) le restrizioni
Il primo ministro Micheal Martin ha annunciato questa sera al Paese un quasi ritorno alla normalità
STATI UNITI
11 ore
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
14 ore
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
STATI UNITI
14 ore
Si rifiuta di tenere la mascherina, l'aereo è costretto a fare dietrofront
Poco meno di due ore in aria per il volo Miami-Londra, tornato sulla pista a causa di una passeggera molto combattiva
UNIONE EUROPEA
16 ore
App di tracciamento dei contatti: costate oltre 100 milioni, ma fallimentari
Solo il 5% dei casi è stato confermato dai vari strumenti in uso nell'Unione europea
BRASILE
1 gior
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
1 gior
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile