keystone-sda.ch / STF (ANDY RAIN)
REGNO UNITO
13.10.21 - 13:440

Troppi morti. E ora il governo di Sua Maestà si scusa

La reazione di Londra arriva dopo la pubblicazione del rapporto parlamentare sulla gestione della crisi Covid

LONDRA - Arriva un primo messaggio di scuse dal governo Tory di Boris Johnson dopo la pubblicazione ieri del rapporto parlamentare che ha puntato il dito contro la gestione dell'emergenza Covid nel Regno Unito - almeno nella prima fase della pandemia - pur riconoscendo all'esecutivo di aver seguito le indicazioni di alcuni dei suoi consulenti scientifici e non negandogli meriti importanti sulla successiva campagna vaccinale.

Il presidente del Partito Conservatore, e membro del Consiglio dei Ministri, Oliver Dowden, ha assicurato oggi in un'intervista televisiva che il premier e l'intero gabinetto sono certamente «dispiaciuti» per il numero di morti causati nel Regno dal coronavirus: circa 137.000 secondo i parametri ufficiali, 150.000 contando anche i casi di concausa, vale a dire il più elevato finora in Europa in cifra assoluta.

Incalzato sul fatto che un altro ministro, Stephen Barclay, avesse rifiutato ieri di scusarsi esplicitamente, Dowden ha quindi ricordato come Johnson - attualmente in ferie in Spagna e oggetto di attacchi pure per essersi allontanato dall'isola in un momento di crisi - si fosse detto «profondamente dispiaciuto» per il totale delle vittime britanniche della pandemia già a gennaio in Parlamento.

Il rapporto pubblicato ieri ha criticato il fallimento della strategia iniziale imputata al governo di affidarsi all'illusione di un'ipotetica immunità di gregge ancora prima dello sviluppo dei vaccini attraverso la speranza di un contagio controllato; il ritardo di qualche settimana nell'introduzione del primo lockdown; la sottovalutazione iniziale della minaccia nelle case di riposo; e la mancata chiusura immediata e generalizzata dei confini.

Come parziale rivincita dell'esecutivo, è arrivato tuttavia in queste ore dall'Onu il riconoscimento della vicesegretaria generale Vera Songwe del "successo" complessivo finale degli sforzi britannici contro la pandemia. E la nomina dell'ex ministro della Sanità di Johnson, Matt Hancock (costretto a dimettersi 4 mesi fa per un video che lo aveva sorpreso a violare il distanziamento allora in vigore con un bacio alla presunta amante), a emissario speciale - non pagato - di Palazzo di Vetro per il rilancio economico post Covid dell'Africa.

keystone-sda.ch / STF (ANDY RAIN)
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
2 ore
Long Covid, uno su due si sente sempre stanco
Uno studio evidenzia i sintomi più comuni per chi ha contratto il Covid: dolori, depressione e fatica a respirare
FOCUS
Cina
2 ore
Denuncia e poi scompare, il misterioso caso di Peng Shuai
La tennista, svanita dopo un'accusa di stupro alle alte sfere, è poi riapparsa. Ma i dubbi su quanto successo restano
STATI UNITI
4 ore
Omicron e vaccini: «calo sostanziale» dell'efficacia oppure no?
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
ISRAELE / ITALIA
22 ore
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
23 ore
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
23 ore
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
STATI UNITI
1 gior
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
FRANCIA
1 gior
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
PERÙ
1 gior
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
ITALIA
2 gior
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile