Immobili
Veicoli
Keystone
Kim Yo-jong, la sorella di Kim Jong-un.
PENISOLA COREANA
24.09.21 - 09:550

La sorella di Kim sulla fine della guerra: «Idea ammirevole»

La proposta di dichiarare la fine formale della guerra di Corea è arrivata del Presidente sudcoreano Moon Jae-in

Kim Yo-jong: «Bisogna però capire se sia il momento giusto», «il Sud è ancora ostile nei nostri confronti»

SEUL - La sorella del leader nordcoreano Kim Jong-un ha definito «idea ammirevole» la proposta del presidente sudcoreano Moon Jae-in di dichiarare la fine formale della guerra di Corea, dando la disponibilità a discutere il miglioramento delle relazioni intercoreane se Seul metterà la parte le ostile nei suoi confronti.

Kim Yo-jong, in un dispaccio della Kcna, ha detto che si dovrebbero creare le «giuste condizioni», eliminando la «politica ostile inveterata e i doppi standard». Moon, parlando all'assemblea dell'Onu, ha lanciato la proposta motivandola come un "punto di partenza fondamentale" di un nuovo ordine di riconciliazione.

«La dichiarazione di fine della guerra è un'idea interessante e ammirevole, ma è necessario esaminare se sia il momento giusto ora e se ci siano le condizioni mature per discutere del problema», ha notato Kim, secondo cui ora «persistono due pesi e due misure, pregiudizi e politiche ostili nei confronti del Nord».

«Siamo disposti a mantenere di nuovo i nostri stretti contatti con il Sud e ad avere una discussione costruttiva sul ripristino e lo sviluppo delle relazioni bilaterali se il Sud è attento al suo linguaggio futuro e non è ostile nei nostri confronti», ha precisato la sorella del leader.

I giudizi di Kim sono maturati poche ore dopo quelli del vice ministro degli Esteri nordcoreano Ri Thae-song, diffusi sempre dalla Kcna nella notte, secondo cui la proposta di Moon è «qualcosa di prematuro». Inoltre, "non c'è alcuna garanzia che la semplice dichiarazione di fine guerra porterebbe al ritiro della politica ostile nei confronti del Nord, nell'attuale situazione nella penisola", ha aggiunto Ri.

Le relazioni intercoreane si sono notevolmente raffreddate da quando la Corea del Nord ha fatto esplodere con la dinamite l'ufficio di collegamento nella sua città di confine di Kaesong, interrompendo tutte le linee di comunicazione transfrontaliere a giugno 2020. Queste ultime sono tornate brevemente online a fine luglio, ma il Nord non ha più risposto alle chiamate regolari di Seul come protesta contro le manovre militari congiunte estive di Corea del Sud e Stati Uniti che Pyongyang di solito denuncia come una prova per l'invasione ai suoi danni.

Il Nord ha di recente aumentato le tensioni testando un nuovo tipo di missile cruise a lungo raggio, seguito dal lancio di due missili balistici a corta gittata.

Le due Coree, lo ricordiamo, sono ancora tecnicamente in guerra, poiché il conflitto del 1950-53 si concluse con un cessate il fuoco e non con un trattato di pace.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
RUSSIA / UCRAINA
3 ore
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
5 ore
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
8 ore
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
10 ore
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
13 ore
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
TAGIKISTAN
19 ore
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
UCRAINA / GERMANIA
1 gior
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
GERMANIA
1 gior
Odio, crimine, violenza: ora Telegram rischia grosso
È in arrivo una stretta a livello politico: o i proprietari vanno incontro alle autorità, o rischiano il divieto totale
ITALIA
1 gior
Quirinale, anche la terza fumata è nera
Alla terza votazione, il presidente della Repubblica uscente ha ricevuto 125 voti. Da domani si abbassa il quorum.
ITALIA
1 gior
Berlusconi sempre in ospedale (e di pessimo umore)
Pochissime le visite, ma segue gli sviluppi dell'elezione del presidente della Repubblica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile