AFP / Reuters
STATI UNITI / AFGHANISTAN
17.08.21 - 11:300
Aggiornamento : 11:48

L'Afghanistan riaccende anche le scintille tra i due presidenti

Joe Biden ha "scaricato" l'onere dell'accordo sul suo predecessore. Lui ribatte: «Con me questo non sarebbe successo».

L'attuale presidente americano: «Sono stato il quarto presidente a presiedere la presenza delle truppe americane in Afghanistan. Due repubblicani e due democratici. E non intendo passare questa guerra a un quinto» presidente.

WASHINGTON D.C. - «Una presenza americana senza fine nel mezzo della guerra civile di un altro Paese non è accettabile per me». In altre parole: prima l'America, poi gli altri. E lo ha detto in modo chiaro alla nazione ieri il presidente statunitense Joe Biden, apponendo la propria firma su una pagina di quella politica "America First" che è stata uno dei cavalli di battaglia del suo predecessore alla Casa Bianca.

Sull'arco «dei nostri vent'anni di guerra in Afghanistan, l'America ha inviato i suoi migliori giovani, uomini e donne, investendo quasi mille miliardi di dollari, addestrando più di 300mila tra soldati afghani e agenti di polizia, equipaggiandoli con le attrezzature militari più avanzate e mantenendo schierate le proprie forze aeree» in quella che è diventata «la guerra più lunga nella storia degli Stati Uniti», ha incalzato Biden, ricordando che fu Donald Trump a negoziare l'accordo con le milizie talebane. Un accordo che «ha posto i talebani nella posizione più forte, da un punto di vista militare, dal 2001». E prima di lasciare lo Studio Ovale, lo stesso Trump sforbiciò il contingente "afghano", riducendolo a soli 2500 soldati.

«Quando mi sono insediato ho dovuto fare una scelta: proseguire con l'accordo» o «inviare altre truppe a combattere, di nuovo, la guerra di un altro Paese». Biden ha difeso la sua scelta, proseguendo sulla via tracciata dal suo predecessore, a cui ha "scaricato" però l'onere di quell'intesa raggiunta con i talebani. Ma Trump non ha visto la "mano" dell'attuale presidente e ha subito rilanciato. «Prima Joe Biden si è arreso al Covid, che è tornato ruggendo. Poi si è arreso anche ai talebani, che hanno rapidamente rovesciato l'Afghanistan e distrutto la fiducia» negli Stati Uniti.

Trump: «Se fossi stato presidente questo non sarebbe mai successo»
L'ex presidente, tramite il suo sito ufficiale, ha rilasciato una raffica di dichiarazioni che rievocano i toni caustici dei suoi famigerati tweet. «L'esito in Afghanistan, incluso il ritiro delle truppe, sarebbe stato del tutto diverso se ci fosse stata in carica l'Amministrazione Trump. A chi o a cosa si arrenderà ora Joe Biden? Qualcuno dovrebbe chiederglielo, se riesce a trovarlo». E ancora: «L'Afghanistan è il risultato militare più imbarazzante nella storia degli Stati Uniti. Non doveva andare così!». E il problema - a salvaguardia dell'accordo da lui concluso con i talebani - «non è aver lasciato l'Afghanistan. È il modo esageratamente incompetente in cui lo abbiamo lasciato!». «Non sarebbe mai accaduto se fossi stato io il presidente» ma, intonando un'esausta filastrocca, «a questo ci hanno portato le corrotte elezioni presidenziali del 2020».

Biden: «Non passerò questa guerra a un quinto presidente»
In breve: Donald Trump incolpa Joe Biden e Joe Biden incolpa gli afghani - senza scordare il quadriennio precedente - per come la situazione sia repentinamente precipitata in questi giorni. «Un altro anno, o altri cinque anni, di presenza militare degli Stati Uniti non avrebbero potuto fare alcuna differenza se l'esercito afghano non è in grado o non vuole reggere il proprio Paese», ha detto Biden. «Sono stato il quarto presidente a presiedere la presenza delle truppe americane in Afghanistan. Due repubblicani e due democratici. E non intendo, e non lo farò, passare questa guerra a un quinto» presidente.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 3 mesi fa su tio
Quante paturnie, i talebani non sono un prodotto da laboratorio, la loro mentalità appartiene a quei luoghi, è la loro casa. Gli occidentali hanno perso la ragione e si dimenticano facilmente di quante guerre, faide, sangue e lacrime hanno visto prima di raggiungere un equilibrio di pace, comunque con altri risvolti negativi non presenti in altre culture e mentalità di altri tempi.
F/A-19 3 mesi fa su tio
@Don Quijote Una cosa è lottare per una democrazia ed un mondo più giusto, un’altra cosa è ritornare al medioevo con ingiustizie e diritti violati, basta vedere cosa succede alle loro donne.
Don Quijote 3 mesi fa su tio
@F/A-19 Più di 2 miliardi di persone vivono come 6'000 anni fa. Se ne prendi qualcuno e lo inserisci in una società occidentale, quasi sicuramente si integra, però, se ne prendi tanti cercano di formare una enclave e continuano a vivere con la loro mentalità, usi e costumi. La pace in occidente non è arrivata per intelligenza e buon senso ma soprattutto per un equilibrio raggiunto, altrimenti non ci sarebbero voluti oltre 2 millenni! In occidente emarginiamo gli anziani e stressiamo la gente con il lavoro, vogliamo mettere il naso dappertutto ed insegnare agli altri come vivere imponendo il nostro modello di società e i nostri valori, guarda solo la questione delle vaccinazioni, ammeterai che i talebani con la verità in una mano e la spada nell’altra ci sono anche in occidente!
RobediK71 3 mesi fa su tio
Perché è possibile commentare notizie di cui siamo ignoranti al 100%, per sentirci migliori ?
angie2020 3 mesi fa su tio
#stopdem
Mat78 3 mesi fa su tio
@angie2020 È arrivato quello dei "repubblicani brava gente"...Biden ha dovuto andarsene perché qualche furbone repubblicano ci è andato prima (e non doveva ovviamente) per "esportare la democrazia"... Ma non è una novità, è storia. I repubblicani fanno le peggio porcherie e i dem devono poi ripulire o subirne le conseguenze...ci vuole poco per un presidente USA ha fare un guerra, la pacificazione è un'altra storia vero?
Mattiatr 3 mesi fa su tio
@Mat78 Ma basta con ste discussioni da partito buono e cattivo. Anche se i Repubblicani fossero questa grande maledizione per il mondo non mi pare che gli altri siano stati dei santi. Sono in pochi i presidenti americani che non hanno dichiarato guerre dopo il secondo conflitto mondiale, quindi questi bandieralismi sono inutili.
Tato50 3 mesi fa su tio
Trump, se mio padre era un merlo adesso sarei su un ramo a cinguettare ! Troppo facile scaricare la colpa a qualcuno che non ha fatto altro che proseguire nel tuo intento. Certo, spendere miliardi per istruire e armare 300'000 uomini che avrebbero dovuto combattere e se la sono filata a gambe levate mica poteva saperlo Biden di aver a che fare con dei vigliacchi. Che canta vittoria è la Cina che in fatto di diritti non con i talebani non avrà certo problemi su come gestire il tutto traendone solo dei vantaggi ;-(
Cdg 3 mesi fa su tio
Faccia tosta Trump non si smentisce mai... Un egocentrico megalomane!
YanNick 3 mesi fa su tio
Gli americani insieme la RAF inglese stanno aiutando a evacuare le persone a Kabul, sono riuscito a localizzare una loro portaerei nel golfo del Oman e diversi trasporti militari. I talebani non stanno interferendo anzi. https://www.reddit.com/r/aviation/comments/p606jk/air_fleet_sighted_over_the_gulf_of_oman_august/?utm_source=share&utm_medium=web2x&context=3
cle72 3 mesi fa su tio
Trump ha la memoria veramente corta!!! Basta vedere cosa è riuscito a far succedere al Campidoglio, ovvero tra le mure di casa. Stare in silenzio lo renderebbe meno ridicolo di quello che è! Vorrei sapere cosa ne pensano tutti i famigliari delle persone decedute nell attentato del 11 settembre 2001. Questo ha firmato un accordo con i talebani!?! Qualcosa non quadra... Inizio a pensare che dietro l'attentato ci sia un qualcosa di molto losco.
Mattiatr 3 mesi fa su tio
@cle72 ???? Non so in quale misura i due eventi possano essere paragonabili. Se caso potresti tirare in ballo la storia delle tensioni USA - Iran nel 2019 date dall'abbattimento di un drone, in ogni caso nulla di paragonabile all'Afghanistan nella situazione attuale. Diciamo che Biden sta seguendo la moda presidenziale americana scombussolando il mondo. Non dico che Trump fosse meglio perché sono entrambi pessimi, però almeno lui di casini di questo calibro non ne ha combinati. (malgrado tutte le gaf)
Peter Parker 3 mesi fa su tio
La vergognosa difesa di Biden è solo l’ennesima conferma di quanto sia incompetente. Andare via dall’Afganistan sarebbe stata comunque un’operazione difficile a prescindere. Biden non ha gestito nulla ed ha causato un danno enorme (ennesimo) a questa amministrazione . Che si prenda le proprio responsabilità per questo macello. E che se ne vada.
vulpus 3 mesi fa su tio
@Peter Parker La responsabilità è di chi ha portato la guerra in Irak
Tato50 3 mesi fa su tio
@Peter Parker Anche quelli del Vietnam e dell'Iraq avrebbero dovuto far le valigie assieme a chi li li ha sostenuti. Nel secondo caso la Francia in primis ;-(
Mat78 3 mesi fa su tio
@Peter Parker La responsabilità della instabilità in molte zone del mondo è dei falchi repubblicani e delle loro politiche degli ultimi 20 anni. In Afghanistan gli USA e la Nato non avrebbero dovuto fermarsi, men che meno in Iraq. Non si può imporre un modello di stato e di convivenza civile in un paese così diverso culturalmente...o la cosa viene dal popolo, oppure è destinata a fallire, anche se ci sono le migliori intenzioni. Biden purtroppo ha corretto un gravissimo errore con un altro altrettanto grave...Non ci sono scuse, non si può lasciare campo libero a gente come i talebani...Una intera generazione di afgani adesso ne pagherà le conseguenze...e si dovrà comunque intervenire ancora... Per combattere il terrorismo non è necessario occupare e rifondare uno stato...bastano droni ed intelligence...
emib53 3 mesi fa su tio
@Peter Parker È veramente commovente che riesca a difendere l'ultimo falco repubblicano e i suoi macroscopici errori, se vogliamo per bontà chiamarli errori. Non sono solo 20 anni che imperversa la politica della destra più becera dei repubblicani. Forse avete dimenticato l'esportazione della democrazia nell'America del sud e il sostegno a dittatori in tutte le parti del mondo. Ma è inutile sperare che ammettano un solo errore, del resto era l'ordine ai suoi quello di negare sempre e comunque.
Peter Parker 3 mesi fa su tio
@emib53 Io non difendo proprio nessuno, sono pro GOP ed accanitamente contro i media di parte, così come hanno dimostrato negli ultimi 4 anni. Se critico Biden questo non vuol dire che difenda a tutti i costi Trump. Ti ricordo che negli ultimi 20 anni, 8 sono stati gestiti dal premio Nobel della pace, insieme al derelitto Biden come Vice. Ammettere gli errori? Certo che si, anzi, la cosa che dovrebbe avvenire e chi sbaglia paghi, tutti quanti, Bush, Obama, Trump, Biden. Tutti quanti però.
Peter Parker 3 mesi fa su tio
@emib53 A parte che lei invece si dimentica che attualmente in carica ci sta un democratico, che tra l’altro è’ stato pure VP in 8 dei 20 anni da lei citati. Io non difendo nessuno ma critico chi non ammette i propri errori, come sta avvenendo ora. Trump dovrebbe pagare se verrà giudicato colpevole, quale che sia l’accusa. Poi però’ andiamo a scrutinare per bene anche Clinton, Bush, Obama e Biden.
Peter Parker 3 mesi fa su tio
@Mat78 Condivido il tuo ragionamento. Se vogliamo parlare di geopolitca e’ quello che pensò anche io (eccetto la descrizione dei falchi repubblicani, i dems mica se ne sono stati a guardare….).. La mia critica e’ sulla gravità dei fatti causati da questa incapace amministrazione di cui ora si vedono i primi risultati.
Peter Parker 3 mesi fa su tio
@vulpus Hai ragione, condivido. Ed allora che anche Biden si prenda le proprie responsabilità dato che anche lui ci è dentro fino al collo, ora che è Presidente (senza contare i precedenti 8 anni come Vice Presidente).
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
7 ore
Violenza sessuale sul treno e in stazione: due arresti
Si tratta di due giovani, un italiano e un nordafricano
FOTO
FRANCIA
8 ore
«La riconquista è ormai cominciata»
Tensione al primo comizio di Eric Zemmour da candidato all'Eliseo: manifestanti antirazzisti hanno fatto irruzione
FOTO
STATI UNITI
11 ore
1 milione di cauzione per i genitori del ragazzo autore della strage nel liceo di Oxford
I due, che si erano dati alla macchia, sono accusati di omicidio involontario plurimo. I nuovi dettagli dell'inchiesta
STATI UNITI
16 ore
Come l'ombra di Jeffrey Epstein potrebbe salvare Ghislaine Maxwell
Conclusa la prima settimana di processo facciamo un riassunto e tentiamo di capire come potrebbero andare le prossime
INDONESIA
18 ore
Eruzione del Semeru, i morti sono almeno 13
Le operazioni di soccorso proseguono. Estratte dalle macerie 10 persone vive. Quasi una sessantina i feriti
REGNO UNITO
1 gior
Feste nonostante le restrizioni: Boris Johnson segnalato alla polizia
La Metropolitan Police sta valutando le segnalazioni di due parlamentari laburisti
GERMANIA
1 gior
Trovati cinque cadaveri all'interno di un'abitazione
Il fatto è avvenuto a Königs Wusterhausen, a sud di Berlino: si tratta di due adulti e tre bambini
Stati Uniti
1 gior
Incriminati i genitori del killer di Oxford
La scuola li aveva convocati per esprimere alcune preoccupazioni. Irreperibili per alcune ore, sono stati arrestati
Italia
2 gior
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
2 gior
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile