Keystone
GERMANIA
26.07.21 - 08:520
Aggiornamento : 09:26

Pronuncia la parola «n***o»: candidata cancelliera dei Verdi di nuovo nella bufera

Annalena Baerbock ha citato l'insulto in un'intervista in cui raccontava un episodio di razzismo: «Mi dispiace».

BERLINO - Altro scivolone per la candidata cancelliera dei Verdi tedeschi. Dopo le accuse di plagio, il curriculum vitae pasticciato e la notifica a scoppio ritardato al Parlamento dei compensi ricevuti dal proprio partito, Annalena Baerbock è oggetto di critiche per aver pronunciato nel corso di un'intervista il termine «n***o».

«È sbagliato e mi dispiace perché conosco l'origine razzista di questa parola e le sofferenze che le persone di colore provano a causa, tra le altre cose, della stessa», è stata costretta a giustificarsi la 40enne via Twitter. Baerbock ha spiegato di aver citato l'insulto presa dall'«emozionalità» che la situazione che stava descrivendo provocava in lei.

Martedì, la copresidente dei Verdi tedeschi partecipava a un colloquio su antisemitismo e razzismo organizzato dal Consiglio centrale degli ebrei per il suo programma Tachles Arena. Riportando, indignata, l'episodio di uno scolaro redarguito dall'insegnante perché si era rifiutato di svolgere un compito nel testo del quale era riportata la parola "n***o", Baerbock ha pronunciato la parola stessa.

«Purtroppo nel corso della registrazione dell'intervista, mentre, trasportata dall'emozione, descrivevo questo indicibile episodio, ho pronunciato quella parola che inizia per "n" e, in questo modo, l'ho riprodotta io stessa», ha spiegato la candidata cancelliera. In seguito, Baerbock ha pubblicato via Twitter una versione dell'intervista in cui l'insulto è coperto da un bip.

La candidata cancelliera dei Verdi aveva recentemente riguadagnato considerazione, sulla stampa tedesca, per la sua reazione composta e decisa alle alluvioni che hanno colpito il Paese. Nella stessa occasione, il suo avversario, Armin Laschet, della CDU, aveva del resto fatto parlare di sé per aver riso scompostamente durante un discorso del presidente della repubblica sul luogo della tragedia

Secondo l'ultimo sondaggio di Insa diffuso dalla Bild am Sonntag, se oggi si votasse tramite elezione diretta per la cancelleria, Baerbock raccoglierebbe il 14% dei consensi, Laschet il 15% e il candidato dell'SPD Olaf Scholz il 21%. Le elezioni parlamentari sono previste per il 26 settembre prossimo in Germania.

 

  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
42 min
A caccia di streghe
Non siamo più nel medioevo ma il sospetto e la superstizione uccidono e mutilano ancora, migliaia di persone ogni anno
FOTO
ISRAELE
2 ore
Eitan per ora resterà in Israele
Lo hanno deciso in tribunale questa mattina le due famiglie che si contendono il piccolo, il processo al via a ottobre
REGNO UNITO
3 ore
«È l'ultima chance per l'umanità»
I Paesi devono assumersi la responsabilità «per la distruzione che affliggono, non solo al pianeta ma anche a sé stessi»
MONDO
6 ore
Aria inquinata? Più pericolosa del previsto
L'Organizzazione mondiale della sanità ha ridotto i livelli massimi di sicurezza di varie sostanze
BRASILE
14 ore
Un suo ministro è positivo: Bolsonaro in isolamento
All'Onu stanno cercando di tracciare i contatti di Marcelo Queiroga. Ci sarebbe anche Boris Johnson
STATI UNITI
17 ore
Perché il caso di Gabby Petito ha lasciato tutta l'America con il fiato sospeso
Fra teorie e ipotesi su TikTok e Instagram, la storia della 22enne scomparsa ha catalizzato la curiosità di una nazione
Italia
20 ore
Le mafie stanno sfruttando l'emergenza Covid per arricchirsi
L'Antimafia lancia un appello ai governi: «Bisogna far fronte comune e trattare questa emergenza come quella sanitaria»
GERMANIA
22 ore
Se non sei vaccinato e finisci in quarantena, il datore non deve pagarti
In Germania sarà così dal 1 novembre, conferma il Governo. Il motivo è che «esiste un vaccino che funziona»
AFGHANISTAN
22 ore
I talebani: «Fateci parlare alle Nazioni Unite»
Suhail Shaheen avrà il ruolo di esporre il punto di vista talebano nello scenario internazionale
LE FOTO
AUSTRALIA
1 gior
A Melbourne trema la terra, e anche la società
Giornata calda a Melbourne: prima, una scossa di terremoto di magnitudo 5.8, poi, le proteste in piazza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile