keystone-sda.ch (RICCARDO ANTIMIANI)
ITALIA
23.06.21 - 18:370

Ddl Zan, Draghi: «Siamo uno stato laico. Il Parlamento è libero»

Il governo italiano, ha detto il "premier", «non entra nel merito della discussione».

Mario Draghi al Senato: «Il nostro ordinamento contiene tutte le garanzie per verificare che le nostre leggi rispettino sempre i principi costituzionali e gli impegni internazionali, tra cui il Concordato con la Chiesa».

ROMA - L'Italia «è uno stato laico, non è uno stato confessionale. Quindi il Parlamento è libero di discutere». Il "premier" italiano Mario Draghi, dall'aula del Senato della Repubblica, ha sgombrato così il campo in merito alla richiesta da parte del Vaticano di apportare modifiche al disegno di legge (Ddl) Zan contro l'omofobia.

«Il nostro ordinamento - ha detto Draghi ai senatori - contiene tutte le garanzie per verificare che le nostre leggi rispettino sempre i principi costituzionali e gli impegni internazionali, tra cui il Concordato con la Chiesa».

«Questo è il momento del Parlamento, non è il momento del governo» e per questo motivo «il governo non entra nel merito della discussione», ha aggiunto sottolineando che la laicità «non è indifferenza dello Stato rispetto al fenomeno religioso, ma tutela del pluralismo e delle diversità culturali».

La nota del Vaticano
Il 17 giugno scorso, lo ricordiamo, monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati, aveva consegnato una nota all'Ambasciata italiana presso la Santa Sede in cui veniva espressa preoccupazione sul fatto che la norma potesse incidere negativamente sulle libertà della Chiesa, chiedendo di apportare delle modifiche al progetto di legge.

In particolare, nella nota - pubblicata dall'Ansa - si legge che la Segreteria di Stato rileva che alcuni contenuti del Ddl Zan - «particolarmente nella parte in cui si stabilisce la criminalizzazione delle condotte discriminatorie per motivi "fondati sul sesso, sul genere, sull'orientamento sessuale, sull'identità di genere" - avrebbero l'effetto di incidere negativamente sulle libertà assicurate alla Chiesa cattolica e ai suoi fedeli dal vigente regime concordatario».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CONFINE
1 ora
Nubifragio a Malpensa, aerei nel caos
Decine di persone intrappolate in auto. Lo scalo varesino è chiuso e i voli sono dirottati altrove
ITALIA
4 ore
Green Pass per i lavoratori, via libera all'unanimità
La misura entrerà in vigore a partire dal 15 ottobre
ITALIA
6 ore
Berlusconi respinge la visita psichiatrica: «Lesiva della mia onorabilità»
Il leader di Forza Italia respinge la richiesta dei giudici milanesi: «Si proceda in mia assenza»
AFGHANISTAN
10 ore
La fuga di Ghani? Ha rovinato l'accordo con i talebani
Lo sostiene il rappresentante speciale Usa Zalmay Khalilzad
FOTO
Francia
11 ore
Personale sanitario: sospesi in 3'000 perché senza vaccino
L'entrata in vigore della misura ha generato diverse manifestazioni anti-pass. Decine le richieste di dimissioni
Francia
15 ore
Temporali nel sud, nove morti
Nonostante le condizioni meteorologiche avverse, in molti avevano comunque deciso di andare al mare
MALI / FRANCIA
16 ore
È stato neutralizzato il capo jihadista Al-Sahrawi
Al-Sahrawi era a capo dello Stato islamico del Gran Sahara, sulla sua testa c'era una taglia da 5 milioni
VATICANO
16 ore
Papa Francesco, i cardinali No Vax...e quello infetto
Bergoglio ha dichiarato che si tratta di una minoranza e che «bisogna aiutarli», poiché «hanno paura»
STATI UNITI
17 ore
Assume un killer per farsi uccidere, ma sopravvive
Un legale della Carolina del Sud voleva che il figlio incassasse l'assicurazione sulla vita da 10 milioni
STATI UNITI
1 gior
Bambini affetti da Covid-19, è boom a settembre
Rari i ricoveri, ma gli esperti mettono in guardia: «Bisogna studiare le conseguenze a lungo termine»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile