Keystone (archivio)
REGNO UNITO
22.06.21 - 19:480

Brexit, nessuna inchiesta sulle presunte interferenze russe

La Corte di Giustizia di Londra ha respinto il ricorso di un gruppo di deputati

LONDRA - Niente inchiesta imposta per via giudiziaria nel Regno Unito sulle presunte interferenze addebitate alla Russia nella politica britannica sul modello di quella condotta a suo tempo fra mille controversie negli Usa dal procuratore speciale Robert Mueller.

Lo ha deciso la Corte di Giustizia di Londra, respingendo anche in appello come «irricevibile» il ricorso di un gruppetto di deputati e lord anti-Brexit che pretendevano di trascinare il governo Tory di Boris Johnson sul banco degli imputati per non aver disposto un'investigazione ad hoc sui sospetti d'intromissione di Mosca emersi in particolare ai loro occhi durante la campagna per il referendum del 2016 sfociato nel voto della maggioranza della popolazione isolana a favore del divorzio dall'Ue.

Il drappello aveva fatto leva sui contenuti di un rapporto che accreditava il sospetto sulle asserite attività russe redatto dalla commissione parlamentare di Westminster sui servizi segreti nella precedente legislatura. Rapporto alle cui raccomandazioni, secondo i ricorrenti (esponenti del Partito laburista, dei Liberaldemocratici e dei Verdi), il governo Tory attuale si sarebbe rifiutato di adempiere.

Il giudice Jonathan Swift, come già il suo collega di primo grado presso l'Alta Corte di Londra, ha tuttavia respinto seccamente ogni ipotesi di azione legale contro l'esecutivo, sottolineando come le contestazioni dei deputati e dei lord europeisti si basino su argomentazioni «politiche» e non abbiano invece «valore giudiziario». Gli sconfitti hanno già fatto sapere di valutare a questo punto un ulteriore ricorso alla Corte di Giustizia Europea sui Diritti Umani, la cui competenza in materia appare peraltro dubbia e non in grado di legare le mani al governo del Regno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 3 mesi fa su tio
🤐🤐🤐🤐🤐
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
22 min
«Nessuno sta facendo abbastanza per la crisi climatica»
La giovane attivista si è rivolta ai manifestanti dal palco, esortandoli ad andare a votare
AFGHANISTAN
3 ore
Parla uno dei leader talebani: «Tornano esecuzioni ed amputazioni»
Il Ministro responsabile delle carceri ha giustificato le due misure: «Necessarie per la sicurezza»
STATI UNITI
5 ore
Caso Floyd, l'ex agente Chauvin contesta la condanna
L'ex ufficiale, lo ricordiamo, è stato condannato a 22 anni e sei mesi di prigione
STATI UNITI
9 ore
Entra al supermercato e apre il fuoco: un morto e 12 feriti
Per gestire la situazione sono intervenuti gli agenti speciali SWAT, il killer sarebbe morto
MONDO
11 ore
Oggi ripartono gli scioperi per il clima
Fridays for Future torna in piazza con lo slogan #Sradica il sistema
FOTO
SPAGNA
18 ore
La promessa di Felipe agli abitanti di La Palma
Prosegue l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja
ITALIA
21 ore
Trattativa Stato-Mafia, ribaltata la sentenza di primo grado
Assolti gli alti ufficiali dei Carabinieri e anche Marcello Dell'Utri
REGNO UNITO
23 ore
L'immunità renderà il Covid simile a una comune sindrome influenzale?
«Il peggio dovrebbe essere passato», assicurano due esperti
SONDAGGIO
GERMANIA
1 gior
Niente stipendio ai No-vax in quarantena: «È corretto così»
La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?
ITALIA
1 gior
Il Green pass passa, senza problemi, anche in Senato
Il decreto per l'introduzione dell'obbligo nelle scuole e sui mezzi di trasporto è stato approvato dal Senato
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile