keystone-sda.ch (Jacques Witt)
MONDO
14.06.21 - 18:220

La Cina pone «sfide sistemiche» che preoccupano la Nato

I Paesi dell'Alleanza richiamano Pechino a una maggiore trasparenza e al mantenimento degli impegni presi.

Le preoccupazioni della Nato: le politiche coercitive, un arsenale nucleare che cresce e i legami con la Russia. L'invito al dialogo: «Trasparenza e comprensione reciproca saranno un vantaggio per entrambi».

BRUXELLES - A Bruxelles oggi si è parlato di Pechino. «La crescente influenza della Cina e le sue politiche internazionali possono presentare delle sfide che dobbiamo affrontare insieme come Alleanza», si legge nelle lunghe conclusioni del summit Nato andato in scena questo pomeriggio.

Il dialogo con Pechino mantiene un ruolo centrale nei rapporti. «Manteniamo un dialogo costruttivo con la Cina ovunque sia possibile. E sulla base di quelli che sono i nostri interessi, siamo aperti alle opportunità» di interagire «nelle aree di rilevanza e sulle sfide in comune, come quella legata al cambiamento climatico».

L'Alleanza sottolinea però in un lungo passaggio come sia le «ambizioni» sia la «determinazione» di Pechino costituiscano «sfide sistemiche» per la sicurezza e l'ordine internazionale. A preoccupare la Nato sono in particolare le «politiche coercitive» che si pongono in contrasto con il Trattato di Washington. Inoltre, la Cina «sta rapidamente allargando il proprio arsenale nucleare con più testate e un ampio numero di sistemi di lancio sofisticati». E poi c'è quel legame con la Russia, che ovviamente non è passato inosservato a Bruxelles.

Ma più di tutto, Pechino viene richiamata a mantenere gli impegni presi e a una maggiore trasparenza, «agendo in modo responsabile all'interno del quadro internazionale», nel quale «sono inclusi lo spazio, la rete e il settore marittimo». E questo riporta al centro la necessità di «adoperarsi in modo significativo nel dialogo», perché «trasparenza e comprensione reciproca - conclude l'Alleanza - saranno un vantaggio sia per i Paesi della Nato che per la Cina».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SteveC 1 mese fa su tio
Prima svendiamo tutto ai Cinesi poi pretendiamo che rispettino le nostre regole del gioco? Ma chi è così ingenuo da crederci o così arrogante da pretenderlo?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
57 min
Vaccino: terza dose alle persone a rischio e promozione dell'iniezione tra i giovanissimi
Lo hanno deciso i responsabili della sanità tedeschi. La commissione per le vaccinazioni resta scettica.
ITALIA
3 ore
Attacco hacker, Zingaretti: «La situazione è molto seria e molto grave»
I dati della sanità laziale sono al sicuro, spiega il presidente. «Respinto un secondo attacco» la scorsa notte
FOTO
LITUANIA
4 ore
Come mai in Lituania in questi mesi sta arrivando un incredibile numero di migranti
Da 70 all'anno a 2'700 in un mese, il perché di una crisi che per Vilnius (e l'UE) è tutta colpa della Bielorussia
FOTO
GIAPPONE
10 ore
La velocista bielorussa che è scappata dal suo team e ha cercato asilo politico
La 24enne aveva criticato sui social lo staff (parlando anche di doping) e stava per essere rimpatriata in via coatta.
MONDO
12 ore
Il bikini della discordia
Sportive e abbigliamento succinto: ora c'è chi dice no
ITALIA
1 gior
Pescara in fiamme, bagnanti in fuga dalle spiagge
Il forte vento alimenta il rogo, centinaia di persone evacuate
FOTO
FRANCIA / GERMANIA
1 gior
Un fine settimana di manifestazioni contro l'obbligo vaccinale
76 gli arresti sabato in Francia, oggi a Berlino tensione tra dimostranti e polizia
ITALIA
1 gior
Oltre 800 incendi nel fine settimana italiano
Per contrastare le fiamme in Sicilia sono al momento impegnati 806 uomini
STATI UNITI
1 gior
«I CDC hanno perso credibilità»
Il cambio di rotta dell'organo sanitario ha riacceso un forte dibattito, soprattutto in Georgia, Texas e Florida
GRECIA
1 gior
Otto feriti e venti case distrutte
Cinque villaggi evacuati nella regione di Patrasso, in Grecia. Le fiamme continuano ad avanzare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile