Immobili
Veicoli
Niente più zone gialle fino a maggio?
keystone-sda.ch / STF (Antonio Calanni)
ITALIA
25.03.21 - 13:190
Aggiornamento : 13:43

Niente più zone gialle fino a maggio?

L'ipotesi è fra quelle sul tavolo del governo italiano per il dopo Pasqua

La linea del ministro della Salute, Roberto Speranza, punta a una zona arancione nazionale come base di partenza per aprile. Lega e Forza Italia però non ci stanno.

ROMA - Con l'avvicinarsi del fine settimana si riaccende in Italia la discussione sui "colori" che andranno a tingere la Regioni della vicina Penisola. E se da un lato la Pasqua sarà quasi certamente rossa ovunque, il periodo successivo potrebbe impiegare alcune settimane prima di qualche possibile "schiarita".

Tra le ipotesi che trovano spazio sul tavolo del governo Draghi c'è anche quella di una zona gialla che potrebbe non fare più ritorno fino agli inizi di maggio.

La trattativa è serrata e destinata a protrarsi fino alla prima metà della prossima settimana, quando vedrà la luce il nuovo Dpcm. Un braccio di ferro, si legge sui media italiani, che vede da una parte lo schieramento più rigorista dell'esecutivo - guidato dal ministro della Salute Roberto Speranza, con il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle al seguito - e dall'altra la Lega e Forza Italia, che auspicano la reintroduzione della fascia a basso rischio il più presto possibile.

In altre parole, l'ipotesi di un'Italia (almeno) arancione per tutto il mese di aprile sta "spaccando" il governo in due parti. A far pendere l'ago della bilancia saranno con ogni probabilità i dati aggiornati sulla diffusione del virus nella Penisola che la Cabina di Regia renderà noti domani.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
TAGIKISTAN
1 ora
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
UCRAINA / GERMANIA
8 ore
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
GERMANIA
13 ore
Odio, crimine, violenza: ora Telegram rischia grosso
È in arrivo una stretta a livello politico: o i proprietari vanno incontro alle autorità, o rischiano il divieto totale
ITALIA
16 ore
Quirinale, anche la terza fumata è nera
Alla terza votazione, il presidente della Repubblica uscente ha ricevuto 125 voti. Da domani si abbassa il quorum.
ITALIA
19 ore
Berlusconi sempre in ospedale (e di pessimo umore)
Pochissime le visite, ma segue gli sviluppi dell'elezione del presidente della Repubblica
FRANCIA
23 ore
Quel triangolo viola voluto dal Reich
La storia di Simone Arnold e della sua famiglia, per far luce sulle persecuzioni tedesche dei testimoni di Geova
MEDIO ORIENTE
1 gior
La neutralità della "Svizzera dell'Arabia" è sotto attacco
L'Oman si definisce neutrale, e intende tentare di risolvere qualsivoglia conflitto con colloqui di pace e diplomazia
GERMANIA
1 gior
Diversi governi hanno sfruttato la pandemia per opprimere i diritti umani
«Molti leader hanno usato la pandemia di Covid-19 come pretesto per ridurre la supervisione e la responsabilità»
ITALIA
1 gior
Quirinale, niente di fatto anche oggi
Le schede bianche sono state la costante anche della seconda votazione
GERMANIA
1 gior
Il 18enne che ha sparato ai compagni «avrebbe potuto fare una strage»
«Le persone devono essere punite» aveva scritto al padre via Whatsapp, pochi minuti prima
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile