keystone-sda.ch (MASSIMO PERCOSSI)
Giuseppe Conte al lavoro per salvare il suo governo: si attende la conferenza stampa di Matteo Renzi.
ITALIA
13.01.21 - 17:000
Aggiornamento : 17:55

Non si fermano le trattative per salvare il governo, in attesa di Renzi

Alle 18 è prevista la conferenza stampa del leader di Italia Viva che potrebbe segnare la fine del Conte bis

ROMA - L'ora cruciale per il governo Conte bis potrebbe scoccare poco dopo le 18. Per quest'ora, infatti, è prevista la conferenza stampa convocata dal leader di Italia Viva Matteo Renzi, nel corso della quale potrebbe giungere l'annuncio del ritiro delle ministre Bonetti e Bellanova dall'esecutivo.

L'appello di Mattarella - Una possibilità che viene data quasi per certa, alla luce anche dell'astensione di entrambe nel voto sul Recovery Plan della scorsa notte. Una crisi di governo che giungerebbe nel pieno di una pandemia tutt'altro che debellata e che viene temuta da una buona parte delle istituzioni. Nelle scorse ore il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha parlato con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: dal Quirinale, secondo i media italiani sarebbe arrivato un invito a uscire al più presto dallo stato d'incertezza, alla luce specialmente dell'allarmante situazione creata in Italia dal coronavirus. 

Patto di legislatura - «Ho chiesto io il colloquio a Mattarella» precisa Conte. «Crisi di governo? Spero di no. Una crisi non sarebbe compresa dal Paese. Il governo può andare avanti solo col sostegno di tutte le forze di maggioranza». Il premier non spegne un piccolo barlume di speranza: «Il governo non può prendere un voto qua e uno là, serve una maggioranza solida; spero non si arrivi alle dimissioni delle ministre, lavoro su un patto di legislatura». Il segretario del Partito democratico Nicola Zingaretti ha garantito «massimo impegno» proprio su questo fronte.

L'altro protagonista della crisi, Renzi, sembra tirare diritto e inutili sarebbero stati i vari tentativi di mediazione. Se tutto andrà come previsto, questa sera Italia Viva passerà all'opposizione e il premier si troverebbe a dover creare una nuova maggioranza. Magari con un gruppo di cosiddetti "responsabili" che dovrebbero garantire i voti decisivi al Senato. Eppure nel fronte renziano si sarebbero aperte delle crepe: la senatrice Donatella Conzatti ha dichiarato al Corriere della Sera: «La giornata di ieri è molto diversa da quella di oggi. Ventiquattro ore fa Palazzo Chigi aveva bandito Italia Viva dal Conte-ter. Oggi le parole del premier sono di altro tenore».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Italia
2 ore
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
5 ore
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
GERMANIA
7 ore
Il picco delle terapie intensive è previsto per Natale
«Non si può perdere tempo, non bisogna perdere neppure un giorno» secondo il presidente del Robert Koch Institut
SUDAFRICA
9 ore
La quarta ondata si muove più velocemente delle precedenti
L'incidenza dei ricoveri dei bambini sotto i cinque anni di età è inferiore solamente a quella degli over 60
STATI UNITI
12 ore
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
14 ore
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
15 ore
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
SVIZZERA / MONDO
17 ore
Quegli svizzeri con le piantagioni "problematiche"
Public Eye denuncia la situazione gestita dagli uffici di Ginevra e Zugo, e punta il dito contro la politica svizzera.
STATI UNITI
17 ore
Jack Dorsey, tutti i volti del più atipico dei miliardari hi-tech
Un po' donnaiolo, un po' santone il co-fondatore di Twitter ha confermato il suo addio all'azienda. Vi raccontiamo chi è
AUSTRIA
1 gior
Il cancelliere austriaco vuole già dimettersi
Alexander Schallenberg si è detto pronto a lasciare l'incarico, appena due mesi dopo il predecessore Kurz
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile