keystone-sda.ch / STF (Luca Bruno)
ITALIA
10.01.21 - 13:090

Tra strette e zona bianca: la Penisola verso il nuovo Dpcm

Le nuove misure entreranno in vigore il prossimo 16 gennaio. Ecco le ultime anticipazioni

ROMA - L'Italia è pronta a varare una nuova stretta. La corsa del coronavirus non accenna a mostrare segni di rallentamento e così il governo della vicina Penisola è pronto ad annunciare nuove restrizioni, che entreranno in vigore il 16 gennaio con un nuovo Decreto della presidenza del Consiglio (Dpcm).

Secondo quanto anticipato da Repubblica, il nuovo giro di vite italiano potrebbe avere una durata di quattro settimane. A essere rivisti saranno anche i parametri per l'istituzione delle zone rosse, che scatteranno in modo automatico in tutte le Regioni con un'incidenza settimanale pari a 250 casi ogni 100'000 abitanti.

La zona bianca - Il nuovo Dpcm dovrebbe confermare diverse misure già in vigore, come la soglia delle 22 per il coprifuoco notturno, le regole per bar e ristoranti e il divieto per gli spostamenti fra Regioni.

Alle fasce attuali - gialla, arancione e rossa - dovrebbe poi aggiungersi anche una zona bianca, all'interno della quale tutte le attività potrebbero essere aperte, consentita nei casi in cui l'indice Rt scende al di sotto dello 0,5.

L'agenda - Domani, i ministri della Salute e per gli Affari regionali e le autonomie, Roberto Speranza e Francesco Boccia, incontreranno le Regioni. Nella giornata di mercoledì, il ministro Speranza illustrerà il nuovo Dpcm che entrerà in vigore da sabato prossimo (alla scadenza di quello precedente).

«Epidemia fuori controllo» - Nel frattempo, gli esperti del Comitato tecnico scientifico e della Cabina di regia lanciano un nuovo allarme. Quest'ultima, scrive il Messaggero citando un verbale di riunione dello scorso 8 gennaio, riferisce che «quasi tutto il Paese si colloca ad un rischio moderato o alto di un epidemia non controllata e non gestibile». E anche il virologo Andrea Crisanti ha ribadito, come riporta La Stampa, la necessità di un nuovo confinamento «duro e veloce».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
ITALIA
3 ore
"No green pass", nervi tesi a Milano
Cortei, proteste, slogan e qualche scontro con le forze dell'ordine. Migliaia di persone in piazza
STATI UNITI
5 ore
No vax, metà degli agenti di Chicago rischia lo stipendio
La disputa nata tra la linea dura promossa dalla sindaca e i sindacati contrari all'obbligo di mostrare il certificato
FOTO
Italia
10 ore
Proteste contro il fascismo, «è un attacco alla dignità di tutto il Paese»
Centro-sinistra e sindacati chiedono che venga rivista la Costituzione italiana con nuove riforme
Regno Unito
10 ore
Accoltellamento David Amess, «è terrorismo»
L'uomo arrestato figurava tra le persone ritenute a rischio radicalizzazione
STATI UNITI
17 ore
No, l'ivermectina non cura il Covid. Ecco il perché
L'Infectious Diseases Society of America ha pubblicato un'infografica per far chiarezza. E il verdetto non lascia dubbi
GERMANIA
1 gior
Non sei vaccinato? Non fai la spesa
In Assia ogni rivenditore potrà scegliere se far rispettare la regola del 2G o del 3G
REGNO UNITO
1 gior
«Sono scioccato, era un amico e un uomo gentile»
Il premier ha commentato l'aggressione che ha portato alla morte del suo collega di partito Amess
REGNO UNITO
1 gior
Essex, deputato accoltellato a morte da uno sconosciuto
David Amess, 69 anni, è stato colpito più volte dal suo aggressore. La polizia ha già arrestato un 25enne
LE FOTO
ITALIA
1 gior
«No Green Pass!», «Libertà!», in seimila a protestare al porto di Trieste
Nonostante i disagi, per il momento le operazioni portuali proseguono, ha confermato il Presidente della regione
AFGHANISTAN
1 gior
Tre esplosioni in moschea, un'altra strage di sciiti
Un altro massacro tra i fedeli sciiti: la preghiera del venerdì è ormai nel mirino dei terroristi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile