Keystone
STATI UNITI
03.01.21 - 10:300

Un manipolo di senatori repubblicani appoggia Trump, osteggiando i risultati del voto

E chiedendo una nuova commissione d'inchiesta in una serie di stati-chiave in bilico, fra questi c'è anche Ted Cruz

WASHINGTON D.C. - Una mossa in extremis che difficilmente impedirà l'entrata in carica del presidente eletto Joe Biden ma che comunque ha un forte carattere simbolico, quella di un manipolo di senatori repubblicani che osteggiano il risultato del voto chiedendo una commissione speciale d'inchiesta.

La richiesta di rivalutare il risultato del voto negli stati contestati da Donald Trump, è stata firmata da un gruppo di 11 senatori che comprende anche Ted Cruz (Texas) e Ron Johnson (Wisconsin): «Le elezioni del 2020», riporta l'appello, «come quelle del 2016 sono state combattute e decise all'ultima scheda in diverse stati-chiave. Malgrado ciò, mai come in queste elezioni vi sono state accuse di brogli elettorali, violazioni o comunque lassismo evidente nel rispetto della legge elettorale e altre irregolarità sul voto».

Per questo motivo i senatori chiedono l'istituzione di una commissione che valuti, sull'arco di 10 giorni i casi più in dubbio. La richiesta non allega nessuna prova nuova, né identifica un iter d'indagine. L'iniziativa è stata apertamente lodata dal vice-presidente Mike Pence.

Al momento, le circa 50 cause intentate da Donald Trump in altrettanti Stati si sono risolte con un nulla di fatto. Il presidente ha invitato i suoi follower via Twitter a una marcia di protesta, questo mercoledì per le strade di Washington D.C. : «Siate parte della storia!», ha incalzato.

Il documento firmato dai senatori, riportano alcuni osservatori, difficilmente potrà cambiare le cose e ostacolare l'insediamento di Joe Biden il prossimo 20 gennaio. Per altri si tratta però di una nuova piega anti-istituzionale di una falange conservatrice che si avvicina al modus di fare politica sdoganato in questi anni proprio da Donald Trump.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
11 ore
Era compito di una ventenne al primo incarico controllare le armi sul set
La ragazza è la figlia del celebre armaiolo Thell Reed, famoso ad Hollywood.
MADAGASCAR
12 ore
Dai cambiamenti climatici alla carestia
Il sud del Madagascar è interessato da anni dalla siccità, che costringe gli abitanti a nutrirsi di cactus e cavallette.
AUSTRIA
17 ore
Lockdown all'austriaca, per i non vaccinati
Il governo di Vienna valuta future restrizioni. Ma non per tutti i cittadini
MONDO
18 ore
«Questo messaggio ti infastidisce?»
Tinder introduce due nuovi filtri. E le segnalazioni di molestie aumentano del 46 per cento
STATI UNITI
20 ore
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
1 gior
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
1 gior
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
1 gior
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
1 gior
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
1 gior
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile