Keystone
Matt Hancock, il Ministro della Sanità britannico.
REGNO UNITO
02.12.20 - 11:330
Aggiornamento : 15:15

«Primi col vaccino grazie alla Brexit»

Lo sostiene Matt Hancock, il ministro della Sanità: «L'Ue si muove più lentamente»

LONDRA - Il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, ha reso oggi omaggio all'efficienza dell'autorità nazionale indipendente di controllo e regolazione sui farmaci (Mrha), ma anche alle conseguenze della Brexit, per l'ok che il Regno Unito ha potuto dare prima di ogni altro Paese occidentale sull'uso pubblico di un vaccino anti-Covid, quello di Pfizer/Biontech.

«In primo luogo - ha detto il ministro di Boris Johnson a Times Radio - occorre dare merito al grande lavoro fatto dalla Mrha con l'azienda produttrice per valutare i dati (sulla sperimentazione) a mano a mano che arrivavano e far procedere le cose in parallelo invece che un passaggio dopo l'altro come di norma accade».

«In secondo luogo» - ha proseguito - va considerato che «a causa della Brexit non siamo più legati all'agenzia europea, l'Ema, e siamo in grado di prendere una decisione basata sul via libera della nostra autorità di regolazione nazionale, un regolatore di prim'ordine a livello mondiale, non secondo l'andatura degli Europei che si muovono un po' più lentamente».

«Noi - ha rivendicato Hancock - facciamo gli stessi controlli di sicurezza e passiamo attraverso le stesse procedute, ma grazie alla Brexit siamo stati in grado di accelerare» i tempi rispetto all'Ue.

Nessuna scorciatoia - L'approvazione del vaccino anti Covid di Pfizer/Biontech da parte delle autorità britanniche è avvenuta nel rispetto delle più scrupolose verifiche scientifiche e «senza prendere scorciatoie». Lo ha detto oggi in un briefing la dottoressa June Raine, numero uno dell'agenzia indipendente di controllo e regolazione dei farmaci (Mrha) che ha dato il via libera.

 «La sicurezza collettiva viene sempre prima» di tutto, ha sottolineato Raine, assicurando che l'ok finale è arrivato solo dopo «la più rigorosa valutazione scientifica di ogni singolo dato» della sperimentazione del candidato vaccino in questione.

La risposta europea - L'Agenzia europea per i medicinali (EMA), incaricata di approvare i vaccini Covid-19 per l'Unione Europea, ha affermato che la sua procedura di approvazione più lunga è più appropriata in quanto si basa su più prove e richiedeva più controlli rispetto all'emergenza procedura scelta dalla Gran Bretagna. Lo si apprende dall'Agenzia stampa Reuters.

La Gran Bretagna è il primo paese occidentale ad approvare un vaccino Covid-19 e la decisione è stata presa nell'ambito di un processo di approvazione di emergenza e ultraveloce. L'EMA ha dichiarato invece che deciderà entro il 29 dicembre se concedere un'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata per il vaccino Pfizer- Biontech.

Alla domanda sull'approvazione britannica del vaccino Pfizer, riporta Reuters, l'agenzia regolatoria ha dichiarato: «L'EMA ritiene che l'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata sia il meccanismo di regolamentazione più appropriato per l'uso nell'attuale emergenza pandemica».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 mese fa su tio
Bravi.... tenetelo pure voi.... io passo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
16 min
Dal virus creato negli Usa al vaccino Pfizer che ti uccide, le teorie web che vanno forte in Cina
E che il governo sostiene (e diffonde) per una strategia ben precisa e che c'entra con il team dell'OMS a Wuhan
STATI UNITI
33 min
#GameStock, o come un forum social sta trollando la finanza mondiale
Generando valore (e perdite) per decine di miliardi di dollari, tutto partendo da una boutade su Reddit
ITALIA
3 ore
Mezza Italia verso il giallo, ma la Lombardia è in bilico
Un'eventuale riduzione del rischio non dovrebbe cambiare nulla per quanto riguarda gli spostamenti transfrontalieri.
STATI UNITI
5 ore
Il capo dei Proud Boys era un informatore dell'FBI
Lo sostiene il Guardian. Enrique Tarrio ha però smentito: «Non ricordo nulla»
STATI UNITI
5 ore
Boom di ricavi per Facebook alla fine del 2020
A pesare è stato soprattutto lo shopping online e l'aumento dell'utilizzo della piattaforma con la pandemia
STATI UNITI
6 ore
Apple, trimestre d'oro in piena seconda ondata
Risultati da record per il colosso di Cupertino, che supera per la prima volta la soglia dei 100 miliardi di ricavi
FOTO
CINA
6 ore
«L'indagine potrebbe durare anni»
Gli esperti dell'Oms, arrivati in Cina due settimane fa, inizieranno oggi i lavori a Wuhan
MONDO
14 ore
Sì al turismo del vaccino, ma solo se sei (molto) ricco
Alcune agenzie propongono viaggi all inclusive, con tanto di doppia dose e un soggiorno da favola.
MONDO
15 ore
Vaccino, Bill Gates: nazioni povere in ritardo di 6-8 mesi
Il programma Covax consegnerà le prime dosi il mese prossimo, ma i quantitativi iniziali saranno «molto modesti»
COREA DEL SUD
17 ore
Molestie, un'ombra più concreta attorno alla morte del sindaco di Seul
Il rapporto di una Commissione indipendente ritiene credibili le accuse contro Park Won-soon
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile