Keystone
STATI UNITI
10.11.20 - 07:130
Aggiornamento : 07:33

Trump fa causa alla Pennsylvania

Facebook nel frattempo ha rimosso i falsi profili che sponsorizzavano la frode

WASHINGTON - La campagna di Donald Trump ha fatto causa al segretario di Stato della Pennsylvania, Kathy Boockvar, con l'accusa che il sistema di conteggio dei voti per posta è stato meno rigoroso di quello dei voti in persona.

Un «doppio standard» che rappresenta una «violazione costituzionale».

La Pennsylvania è lo stato che ha dato la vittoria a Joe Biden che, al momento della chiamata della sua vittoria, era avanti di circa 45 mila voti.

L'accusa di violazione della Costituzione lascia presagire l'intenzione della campagna di Trump di arrivare in fondo alla questione fino a portare il caso davanti alla Corte Suprema. Nonostante la maggioranza dei giudici costituzionali sia di estrazione conservatrice gli esperti tendono però a ritenere fortemente improbabile la corte possa rovesciare il risultato delle elezioni.

Barr: «indagare sulle accuse» - Il ministro della giustizia americano William Barr ha autorizzato il Dipartimento di giustizia a indagare su «accuse rilevanti» di frode elettorale. Lo riporta la Associated Press.

L'indagine, ha affermato Barr, possono essere avviate «se ci sono accuse di irregolarità chiare e apparentemente credibili. Irregolarità che, se riscontrate realmente, potrebbero potenzialmente impattare sul risultato elettorale di un singolo stato».

Dimissioni del procuratore - Il principale procuratore del Dipartimento di Giustizia per i crimini elettorali negli Stati Uniti, Richard Pilger, si è dimesso per protesta dopo le parole di William Barr. Lo riporta la Cnn.

Pilger ha inviato una mail ai suoi colleghi affermando che il procuratore generale stava intraprendendo «una nuova importante iniziativa che cancella 40 anni di politiche di non interferenza con indagini su presunte frodi elettorali nel periodo antecedente alla certificazione dei voti da parte dei singoli Stati», e che per questo motivo ha deciso di rassegnare le sue dimissioni.

Le elezioni non sono finite - «Le elezioni non sono finite», ha detto la portavoce della Casa Bianca Kayleigh McEnany nel corso di una conferenza stampa nella notte. «Queste elezioni - ha ripetuto - sono ben lontane dall'essere finite, e al contrario dei nostri avversari noi non abbiamo niente da nascondere». McEnany quindi ha ripetuto l'accusa di voti illegali ma senza fornire alcuna prova.

Profili rimossi - Dopo Twitter e Youtube, anche Facebook ha rimosso dei falsi profili tesi a promuovere la tesi repubblicana di frodi elettorali da parte democratica, tutti riconducibili all'ex consigliere di Donald Trump Steve Bannon. Lo denuncia l'Ong Avaaz, secondo cui il gigante dei social media ha rimosso sette pagine direttamente collegate a Steve Bannon che avevano raccolto in totale 2,45 milioni di abbonati, e che l'organizzazione aveva segnalato alla piattaforma venerdì.

«Il nostro team aveva identificato, all'inizio di quest'anno, alcune di queste pagine che condividevano informazioni errate su presunte frodi elettorali, e che, solo nella scorsa settimana, hanno raggiunto le 10 milioni di visualizzazioni» ha detto un portavoce dell'Ong per i diritti umani.

Le pagine rimosse avevano nomi come 'Valori conservatori', 'L'imbattuto', 'Stiamo costruendo il muro', 'Cittadini della repubblica americana' o 'Trump in guerra'.

Bannon, 66 anni, è stato uno degli artefici della vittoria di Donald Trump nel 2016 prima di essere cacciato. Sospettato insieme ad altre tre persone di aver sottratto fondi presumibilmente destinati alla costruzione di un muro al confine tra Stati Uniti e Messico, era stato arrestato alla fine di agosto ma ha sempre respinto le accuse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AUSTRIA
8 ore
Il cancelliere austriaco vuole già dimettersi
Alexander Schallenberg si è detto pronto a lasciare l'incarico, appena due mesi dopo il predecessore Kurz
VIDEO
Stati Uniti
8 ore
Uomo armato davanti alla sede delle Nazioni Unite. Minaccia di suicidarsi
Il Palazzo di vetro è stato blindato. La polizia è sul posto. Accorsi anche gli artificieri: c'è una borsa sospetta
GERMANIA
11 ore
Annunciato il lockdown per i non vaccinati
«Il Paese deve unirsi in un atto di solidarietà»: così Angela Merkel e Olaf Scholz in conferenza stampa
REGNO UNITO
15 ore
Un richiamo annuale, «per molti anni a venire»
Senza i vaccini la «struttura fondamentale della nostra società sarebbe minacciata», ha affermato Albert Bourla
VIDEO
STATI UNITI
17 ore
Alec Baldwin dice di «non aver premuto il grilletto»
Prima intervista in tv per l'attore dopo la tragedia di "Rust". Come è finito il proiettile sul set? «Non ne ho idea»
MONDO
20 ore
Chi arriva dall'estero ripudia vivere a Roma
Chi se ne va dal proprio Paese si trova alla grande a Kuala Lumpur, Malaga e a Dubai, malissimo invece a Roma
STATI UNITI
1 gior
Omicron sbarca negli Usa
Un primo caso registrato in California mette in allarme le autorità sanitarie. E anche la Borsa
STATI UNITI
1 gior
Astroworld: metà delle famiglie delle vittime rifiuta l'offerta di Travis Scott
Il rapper si era offerto di pagare le spese per i funerali dei giovani che hanno perso la vita durante il suo concerto
STATI UNITI
1 gior
Donald Trump positivo al Covid già prima del dibattito con Joe Biden?
È la tesi dell'ex-capo del personale della Casa Bianca che ne parla nel suo libro, per il magnate però sono «fake news»
FOTO
GERMANIA
1 gior
Un ordigno bellico è esploso a Monaco
Il bilancio è di quattro feriti, uno dei quali sarebbe in gravi condizioni. Il traffico ferroviario è stato bloccato
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile