Keystone
KIRGHIZISTAN
08.10.20 - 10:520
Aggiornamento : 12:44

Il presidente e il premier «sono scomparsi»

Persistono le tensioni politiche. «I partiti devono sedersi e parlare per evitare la destabilizzazione»

BISHKEK - Al momento «non si sa dove si trovino il presidente kirghiso Sooronbai Jeenbekov e il primo ministro Kubatbek Boronov». Lo ha dichiarato a Interfax il vice segretario del Consiglio di Sicurezza kirghiso Omurbek Suvanaliyev. «È stato deciso di chiudere le frontiere per motivi di sicurezza», ha aggiunto Suvanaliyev.

I due politici non sono stati visti in pubblico dall'inizio delle proteste, ha detto Suvanaliyev. Una serie di comunicati presidenziali sono stati rilasciati online ma non si sa dove siano stati registrati.

«I funzionari che hanno lasciato i loro posti di lavoro sono alloggiati in case sicure. Non possiamo dire esattamente dove, molti di loro sono nascosti. Alcuni, come Boronov, sostengono di lavorare a distanza e non hanno presentato le dimissioni. Il numero di questi revanscisti è piuttosto elevato, il che può portare a grandi scontri», ha aggiunto Suvanaliyev.

In Kirghizistan persistono tensioni politiche, ha detto Suvanaliyev. «I partiti politici non sono riusciti a venire a patti. Stiamo lavorando insieme alle forze dell'ordine nel miglior modo possibile per prevenire gli scontri. I partiti devono sedersi e parlare per evitare la destabilizzazione», ha esortato.

Il Cremlino: «È il caos» - La situazione attuale in Kirghizistan appare caotica, il Cremlino è profondamente preoccupato per questo stato di cose e spera che gli sforzi intrapresi dal presidente ad interim del Comitato di Sicurezza nazionale kirghiso Omurbek Suvanaliyev contribuiranno a raggiungere la stabilizzazione. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, citato da Interfax.

Al via la procedura di impeachment - Alcuni membri del parlamento kirghiso si riuniranno oggi per dare inizio all'impeachment del presidente Sooronbai Jeenbekov. Lo ha detto il deputato Anvar Artykov a Interfax. «Un gruppo di funzionari del Parlamento e di deputati sono al lavoro per garantire il quorum e per tenere una riunione del Parlamento, che discuterà l'impeachment del presidente», ha detto Artykov.

«La procedura richiede che 40 deputati presentino una mozione al Parlamento, che nominerà una commissione, quest'ultima chiederà al procuratore generale di confermare l'atto d'accusa, e il tutto tornerà al Parlamento», ha aggiunto Artykov. Secondo le sue parole, la procedura di impeachment potrebbe richiedere una settimana, se il quorum sarà raggiunto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
SONDAGGIO
GERMANIA
7 min
Niente stipendio ai No-vax in quarantena: «È corretto così»
La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?
ITALIA
2 ore
Il Green pass passa, senza problemi, anche in Senato
Il decreto per l'introduzione dell'obbligo nelle scuole e sui mezzi di trasporto è stato approvato dal Senato
MONDO
4 ore
A caccia di streghe
Non siamo più nel medioevo ma il sospetto e la superstizione uccidono e mutilano ancora, migliaia di persone ogni anno
FOTO
ISRAELE
6 ore
Eitan per ora resterà in Israele
Lo hanno deciso in tribunale questa mattina le due famiglie che si contendono il piccolo, il processo al via a ottobre
REGNO UNITO
7 ore
«È l'ultima chance per l'umanità»
I Paesi devono assumersi la responsabilità «per la distruzione che affliggono, non solo al pianeta ma anche a sé stessi»
MONDO
10 ore
Aria inquinata? Più pericolosa del previsto
L'Organizzazione mondiale della sanità ha ridotto i livelli massimi di sicurezza di varie sostanze
BRASILE
18 ore
Un suo ministro è positivo: Bolsonaro in isolamento
All'Onu stanno cercando di tracciare i contatti di Marcelo Queiroga. Ci sarebbe anche Boris Johnson
STATI UNITI
21 ore
Perché il caso di Gabby Petito ha lasciato tutta l'America con il fiato sospeso
Fra teorie e ipotesi su TikTok e Instagram, la storia della 22enne scomparsa ha catalizzato la curiosità di una nazione
Italia
1 gior
Le mafie stanno sfruttando l'emergenza Covid per arricchirsi
L'Antimafia lancia un appello ai governi: «Bisogna far fronte comune e trattare questa emergenza come quella sanitaria»
GERMANIA
1 gior
Se non sei vaccinato e finisci in quarantena, il datore non deve pagarti
In Germania sarà così dal 1 novembre, conferma il Governo. Il motivo è che «esiste un vaccino che funziona»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile