Keystone (archivio)
Donald Trump e Deborah Birx.
STATI UNITI
04.08.20 - 15:000

Trump cambia bersaglio: primo attacco alla dottoressa Birx

Il presidente americano non ha gradito alcune dichiarazioni della coordinatrice della task force statunitense

WASHINGTON - Dopo gli attacchi degli scorsi mesi diretti ad Anthony Fauci, anche la coordinatrice della task force della Casa Bianca contro l'emergenza coronavirus - la dottoressa Deborah Birx - è finita ora nel mirino del presidente Trump, che come di consueto ha scelto Twitter per tirare il grilletto.

La "colpa" dell'esperta sarebbe quella di aver riconosciuto pubblicamente che il virus sta vivendo una fase di «diffusione straordinaria», come riporta la CNN. Un dato di fatto, considerando che nel solo mese di luglio il numero di contagi nel Paese è cresciuto di due milioni di unità, passando da 2,7 a 4,7 milioni di casi (a cui si aggiungono oltre 150mila decessi).

«Nancy Pelosi ha detto cose orribili sulla dottoressa Deborah Birx, attaccandola perché si è mostrata troppo positiva nei confronti dell'ottimo lavoro che stiamo facendo per combattere il virus cinese, inclusi vaccini e terapie. Per controbattere, Deborah è cascata nella trappola e ci ha colpiti. Penoso!», ha "cinguettato" Trump.

Durante l'abituale briefing della Casa Bianca, Trump - sollecitato sulla questione - non ha fornito particolari chiarimenti, limitandosi a sottolineare la bontà del lavoro svolto e rincarando la dose solo nei confronti della speaker della Camera. «Credo stiamo facendo molto bene, ho detto la stessa cosa alla dottoressa Birx, era nel mio ufficio poco fa. È una persona per cui nutro grande rispetto. E credo che Nancy Pelosi l'abbia trattata molto male. Davvero molto male».

L'attacco di Pelosi - Le dichiarazioni in questione risalgono a domenica. Durante la rubrica "This Week" di ABC News, Pelosi aveva dichiarato di non avere fiducia nell'operato di Birx. «Credo che il presidente stia diffondendo disinformazione sul virus, e lei è la sua incaricata. Quindi no, non hanno la mia fiducia».

Sul fronte della lotta al coronavirus, Trump ha inoltre affermato che gli Stati Uniti potrebbero avere a disposizione un vaccino ben prima rispetto alla deadline auspicata dalla Casa Bianca, ossia tra la fine dell'anno e l'inizio del 2021. «Stiamo bilanciando velocità e sicurezza e al ritmo attuale dovremmo avere un vaccino disponibile quest'anno, forse molto prima della fine dell'anno».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 4 mesi fa su tio
Patetico. Lo scaricare le proprie responsabilità e le proprie colpe su altri sembra essere diventato il passatempo preferito del paranoico.....
MIM 4 mesi fa su tio
@miba Ha iniziato la Pelosi per prima, criticando la Birx, ma nessuno ne ha fatto un articolo.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
GERMANIA
3 ore
San Nicolao all'acquario di Tönning
Il tradizionale appuntamento è stato trasmesso online a causa della pandemia
FOTO
CINA
5 ore
Fuga di gas in miniera: 18 operai morti
Il dramma si è compiuto in una miniera di carbone a Chongqing nel sudovest della Cina.
FOTO
ITALIA
8 ore
Carico di farmaci intercettato in aeroporto
Un viaggiatore proveniente dall'Etiopia aveva nascosto 26'000 compresse in valigia
RUSSIA
9 ore
Al via le vaccinazioni anti-coronavirus in Russia
Lo Sputnik V (così si chiama il vaccino) era stato registrato lo scorso agosto
ITALIA
9 ore
Traffico di profughi: diciannove fermi
Si tratta di un cartello collegato con gruppi criminali in Turchia e Grecia
BRASILE
10 ore
Brasile: un autobus precipita da un viadotto, almeno sedici morti
L'incidente si ê verificato nelle vicinanze di Joao Monlevade. La causa è un probabile guasto ai freni
STATI UNITI
1 gior
«Il vaccino? Non è una passeggiata»
La testimonianza di un partecipante ai trial di Moderna: «Ho avuto sintomi. Ma lo rifarò»
FOTO
AUSTRIA
1 gior
Tutti in coda, al via i test a tappeto
In caso di tampone rapido positivo viene subito effettuato anche un test molecolare
ITALIA
1 gior
«La sanità italiana è arrivata piuttosto fragile all'appuntamento con la pandemia»
A sostenerlo è l'istituto di ricerca Censis. Sulle restrizioni per Natale: «Quasi l'80% degli italiani è favorevole».
STATI UNITI
1 gior
Tutti i film di Warner Bros. nel 2021 andranno anche direttamente in streaming
Titoli come “Matrix 4”, “Dune” e “The Suicide Squad” non usciranno solo in sala. Una mossa senza precedenti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile