keystone-sda.ch (Mauro Scrobogna)
Approvata la mozione per la proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre.
ITALIA
28.07.20 - 21:050
Aggiornamento : 23:39

Stato di emergenza fino al 15 ottobre, il Senato approva

«La proroga è inevitabile» aveva dichiarato in aula il premier Giuseppe Conte

ROMA - Il Senato italiano ha approvato questa sera la mozione della maggioranza che proroga lo stato di emergenza fino al 15 ottobre con 157 "sì". Questo termine dovrebbe rappresentare la data di scadenza dell'emergenza legata al Covid-19 in Italia.

Il Senato ha approvato la risoluzione con 157 voti a favore, 125 contrari e 3 astenuti. Alla fine si è trattato di un compromesso tra la linea più dura, che propendeva per la proroga al 31 ottobre e chi, anche in maggioranza, avrebbe preferito fissarne la fine al 30 settembre.

Tale proroga non è «una torsione autoritaria», ma una misura «legittima e inevitabile perché il virus continua a circolare», ha detto oggi il premier italiano Giuseppe Conte, dopo che nel pomeriggio aveva sostenuto questa misura, dicendosi favorevole alla risoluzione della maggioranza e non a quella dell'opposizione.

Il centrodestra, con Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, si è opposto, con il leader leghista Matteo Salvini che nel pomeriggio ha chiamato il capo dello Stato italiano Sergio Mattarella per manifestare il suo «sconcerto» e la sua preoccupazione.

«La proroga è inevitabile» sulle basi «di valutazioni squisitamente, vorrei dire meramente tecniche», aveva aggiunto il premier italiano. Il Comitato tecnico scientifico (Cts) ha segnalato che «sebbene la curva di contagi e l'impatto sul Ssn si siano notevolmente ridotti, ed è un dato che ci rinfranca, i numeri registrati dicono che il virus continua a circolare nel Paese. E la situazione internazionale resta preoccupante e ciò che accade nei Paesi a noi vicini ci impone un'attenta vigilanza», aveva indicato.

«Con la proroga dello stato di emergenza continueremo a mantenere in efficienza quel sistema di misure che rendono il nostro Paese più sicuro a beneficio degli italiani ma anche degli stranieri che vogliano visitare il Paese. La scelta di prorogare lo stato di emergenza non può ritenersi lesiva della nostra immagine all'estero. Non vi è affatto questo rischio, anzi, è vero il contrario. L'Italia è vista da tutti come un Paese sicuro proprio grazie al sistema di monitoraggio e precauzione» messo in campo, aveva poi sostenuto Conte.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
NUOVA ZELANDA
8 ore
Vai al fast food e ricevi il vaccino
È quanto sta pensando di attuare il governo della Nuova Zelanda, in trattative con KFC
NORVEGIA
11 ore
L'abbraccio liberatorio: «Torniamo alla vita normale»
Niente più distanziamento sociale, basta limiti agli eventi. Una decisione possibile «grazie alla campagna vaccinale»
GERMANIA
13 ore
«Nessuno sta facendo abbastanza per la crisi climatica»
La giovane attivista si è rivolta ai manifestanti dal palco, esortandoli ad andare a votare
AFGHANISTAN
15 ore
Parla uno dei leader talebani: «Tornano esecuzioni ed amputazioni»
Il Ministro responsabile delle carceri ha giustificato le due misure: «Necessarie per la sicurezza»
STATI UNITI
18 ore
Caso Floyd, l'ex agente Chauvin contesta la condanna
L'ex ufficiale, lo ricordiamo, è stato condannato a 22 anni e sei mesi di prigione
STATI UNITI
21 ore
Entra al supermercato e apre il fuoco: un morto e 12 feriti
Per gestire la situazione sono intervenuti gli agenti speciali SWAT, il killer sarebbe morto
MONDO
23 ore
Oggi ripartono gli scioperi per il clima
Fridays for Future torna in piazza con lo slogan #Sradica il sistema
FOTO
SPAGNA
1 gior
La promessa di Felipe agli abitanti di La Palma
Prosegue l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja
ITALIA
1 gior
Trattativa Stato-Mafia, ribaltata la sentenza di primo grado
Assolti gli alti ufficiali dei Carabinieri e anche Marcello Dell'Utri
REGNO UNITO
1 gior
L'immunità renderà il Covid simile a una comune sindrome influenzale?
«Il peggio dovrebbe essere passato», assicurano due esperti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile