keystone-sda.ch (Mauro Scrobogna)
Approvata la mozione per la proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre.
ITALIA
28.07.20 - 21:050
Aggiornamento : 23:39

Stato di emergenza fino al 15 ottobre, il Senato approva

«La proroga è inevitabile» aveva dichiarato in aula il premier Giuseppe Conte

ROMA - Il Senato italiano ha approvato questa sera la mozione della maggioranza che proroga lo stato di emergenza fino al 15 ottobre con 157 "sì". Questo termine dovrebbe rappresentare la data di scadenza dell'emergenza legata al Covid-19 in Italia.

Il Senato ha approvato la risoluzione con 157 voti a favore, 125 contrari e 3 astenuti. Alla fine si è trattato di un compromesso tra la linea più dura, che propendeva per la proroga al 31 ottobre e chi, anche in maggioranza, avrebbe preferito fissarne la fine al 30 settembre.

Tale proroga non è «una torsione autoritaria», ma una misura «legittima e inevitabile perché il virus continua a circolare», ha detto oggi il premier italiano Giuseppe Conte, dopo che nel pomeriggio aveva sostenuto questa misura, dicendosi favorevole alla risoluzione della maggioranza e non a quella dell'opposizione.

Il centrodestra, con Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, si è opposto, con il leader leghista Matteo Salvini che nel pomeriggio ha chiamato il capo dello Stato italiano Sergio Mattarella per manifestare il suo «sconcerto» e la sua preoccupazione.

«La proroga è inevitabile» sulle basi «di valutazioni squisitamente, vorrei dire meramente tecniche», aveva aggiunto il premier italiano. Il Comitato tecnico scientifico (Cts) ha segnalato che «sebbene la curva di contagi e l'impatto sul Ssn si siano notevolmente ridotti, ed è un dato che ci rinfranca, i numeri registrati dicono che il virus continua a circolare nel Paese. E la situazione internazionale resta preoccupante e ciò che accade nei Paesi a noi vicini ci impone un'attenta vigilanza», aveva indicato.

«Con la proroga dello stato di emergenza continueremo a mantenere in efficienza quel sistema di misure che rendono il nostro Paese più sicuro a beneficio degli italiani ma anche degli stranieri che vogliano visitare il Paese. La scelta di prorogare lo stato di emergenza non può ritenersi lesiva della nostra immagine all'estero. Non vi è affatto questo rischio, anzi, è vero il contrario. L'Italia è vista da tutti come un Paese sicuro proprio grazie al sistema di monitoraggio e precauzione» messo in campo, aveva poi sostenuto Conte.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
SPAGNA
3 ore
Salva la bimba di 2 anni trovata vicino ai genitori morti
Sono stati gli abitanti della zona a chiamare la polizia, allertati dall'auto in fiamme.
ITALIA
6 ore
La Delta in Lombardia: «Zero decessi tra i vaccinati»
Il coordinatore della campagna vaccinale Bertolaso: «È il punto su cui bisogna insistere. Il vaccino è fondamentale»
GERMANIA
7 ore
Test negativo obbligatorio (da domenica) per entrare in Germania
L'entrata sarà consentita anche a chi può dimostrare di essere vaccinato completamente o di essere guarito dal Covid
MONDO
11 ore
Anche la migliore di sempre può crollare
Invincibile ma fragile. Il caso di Simone Biles ha riportato i riflettori sul problema della salute mentale nello sport
GRECIA
14 ore
Polizia nelle isole greche per aumentare i controlli
Non è esclusa l'applicazione, nuovamente, del coprifuoco in alcune isole
STATI UNITI
17 ore
L'allarme: «Variante Delta causa un'infezione più grave»
Lo rivela uno studio redatto dai CDC, la massima autorità sanitaria federale statunitense.
STATI UNITI
18 ore
Quelli che si vaccinano di nascosto da amici e parenti
Lo fanno per evitare la pressione e il biasimo, specialmente in quelle aree dove la campagna incontra forti resistenze
STATI UNITI
1 gior
Biden: «Cento dollari a tutti i nuovi vaccinati»
Una misura simile è stata già adottata dalla città di New York.
EGITTO
1 gior
Patrick Zaki dal carcere: «Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna»
L'attivista ha consegnato alla famiglia una lettera per la sua ragazza: «Non posso prometterti che uscirò presto».
ITALIA
1 gior
Aumentano casi, ricoveri e decessi: «Di fatto siamo nella quarta ondata»
Il monitoraggio della Fondazione Gimbe parla chiaro, ma i numeri non sono ancora allarmanti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile