keystone
STATI UNITI
30.04.20 - 23:270
Aggiornamento : 01.05.20 - 11:40

Trump vuole «punire» la Cina

The Donald: Pechino è «pronta a tutto per non farmi rieleggere». E studia ritorsioni

WASHINGTON - Donald Trump sembra sempre più propenso a far pagare le conseguenze della pandemia di coronavirus alla Cina, convinto tra l'altro che Pechino preferisca Joe Biden alla Casa Bianca e che "farà qualunque cosa per farmi perdere la rielezione".

«Ci sono molte cose che posso fare, stiamo esaminando cos'è successo», ha avvertito in un'intervista alla Reuters poco prima che il Washington Post rivelasse che la Casa Bianca ha già iniziato ad esplorare alcune proposte per punire o chiedere indennizzi finanziari al Dragone per la gestione della crisi.

In privato, scrive il quotidiano, Trump e alcuni suoi consiglieri hanno discusso l'ipotesi di togliere alla Cina la sua "immunità sovrana" per consentire al governo Usa, alle vittime di coronavirus o ad altre parti di citare Pechino per danni, come stanno già tentando di fare lo Stato del Missouri e alcune grandi aziende. Una strada, spiegano gli esperti legali, estremamente difficile e che potrebbe richiedere una legge del Congresso.

Altri dirigenti hanno ventilato l'idea di cancellare parte dei debiti obbligazionari con la Cina ma non è dato sapere se il presidente l'abbia appoggiata. In ogni caso ora nella battaglia tra l'approccio cauto dei consiglieri economici, che invitano alla prudenza per i negoziati commerciali in corso, e quello punitivo del team della sicurezza nazionale sembra prevalere il secondo. Due delle quattro fonti anonime del giornale preannunciano un incontro specifico tra dirigenti di varie agenzie governative per elaborare una strategia di ritorsioni.

Sono coinvolti anche responsabili delle agenzie di intelligence, cui nei giorni scorsi Trump ha ordinato di cercare prove attestanti la teoria finora non dimostrata che l'origine del Covid-19 sia legata al laboratorio di virologia di Wuhan. Per ora gli 007 Usa «concordano con il largo consenso scientifico che il virus non è stato prodotto dall'uomo o geneticamente modificato», ha fatto sapere la National intelligence (Dni), che coordina tutte le agenzie del settore. Ma la Dni assicura che «continuerà ad esaminare rigorosamente le informazioni che emergeranno per determinare se la diffusione è cominciata tramite contatto con animali infetti o se è il risultato di un incidente di laboratorio».

Alcuni esperti temono che la pressione sugli 007 possa distorcere le valutazioni sul virus e che esse siano usate come un'arma politica per intensificare la battaglia con Pechino.

La Cina ha subito reagito: le elezioni Usa sono «un affare interno», ha ricordato il portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang, auspicando che i politici americani «non trascinino» nella contesa anche Pechino. «Quanto a punizioni e responsabilità, questa retorica non ha alcuna base legale e non c'è alcun precedente internazionale. Minare ora gli sforzi degli altri finirà col danneggiare i propri», ha aggiunto.

Intanto Trump ha deciso di non prorogare le sue linee guida sul distanziamento sociale che scadono oggi dopo 45 giorni, nonostante i casi di coronavirus abbiano superato il milione e i morti quota 61 mila, con un aumento nelle ultime 24 ore (2'502). Mezza America si prepara così a riaprire, con almeno 28 su 50 Stati che entro venerdì allenteranno le restrizioni, dalla Florida al Montana, dal Minnesota all'Oklahoma, mentre il virologo Anthony Fauci, il volto più noto della task force Usa contro il coronavirus, si è detto ottimista sulla sperimentazione dell'antivirale Remdesivir e sulla possibilità di arrivare ad un vaccino in Usa entro gennaio.

Il tycoon invece ha preannunciato il suo ritorno ai comizi, dopo aver ha sfogato la sua ira contro il suo campaign manager Brad Parscale, che dopo la gaffe sulle iniezioni di disinfettanti gli aveva suggerito di limitare i briefing mostrandogli un paio di sondaggi interni che lo indicavano dietro Joe Biden in alcuni Stati in bilico nelle presidenziali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
8 ore
Vaccini: Biden non ha centrato l'obiettivo
Solo il 65 per cento di vaccinati a luglio. Ritardi nella campagna americana
FOTO
SVIZZERA / ITALIA
9 ore
Due ragazze svizzere vive per miracolo
Due giovani elvetiche sono rimaste coinvolte nel terribile incidente avvenuto questa mattina nel Piacentino.
ITALIA
9 ore
Un focolaio di variante Delta isolato in Italia
L'indagine dell'Ausl di Piacenza dovrebbe aver contenuto il virus: «È stata un'azione tempestiva»
FILIPPINE
12 ore
«Scegliete, o il vaccino o vi mando in prigione»
Il presidente filippino Rodrigo Duterte sfodera il pugno di ferro e minaccia i suoi cittadini. Ma può farlo davvero?
ITALIA
12 ore
Torna in Italia un tesoro archeologico di quasi 800 pezzi
È stato rinvenuto presso un collezionista belga. Il valore si aggira attorno agli 11 milioni di euro
ITALIA
15 ore
Grave incidente sull'A1 all'altezza di Piacenza: due morti
Coinvolti un'autocisterna, un camion e un'automobile
STATI UNITI
16 ore
Le cure “miracolose” di Trump al coronavirus, un anno dopo
Una pericolosa e l'altra (pare) inefficace, perché ancora si parla di candeggina e idrossiclorochina contro il Covid
ITALIA / CITTÀ DEL VATICANO
19 ore
Legge contro l'omofobia: il Vaticano si mette ufficialmente di traverso
Fatto senza precedenti, la Santa Sede ha attivato i proprio canali diplomatici perché il disegno di legge sia modificato
CINA
23 ore
«Ormai è una questione di giorni»
Il tabloid di Hong Kong è finito nella morsa della legge sulla sicurezza cinese
ITALIA
1 gior
L'Italia senza mascherine (forse) dal 28 giugno
Il comitato tecnico-scientifico sembra orientato verso un allentamento anticipato
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile