keystone-sda.ch / STF (Darko Vojinovic)
CROAZIA
23.12.19 - 07:240

Kitarovic favorita nel ballottaggio

La presidente uscente sfiderà alle urne l'ex premier Zoran Milanovic il prossimo 5 gennaio

di Redazione
ats ans

ZAGABRIA - In Croazia saranno l'ex premier socialdemocratico Zoran Milanovic e la presidente uscente Kolinda Grabar Kitarovic ad affrontarsi al ballottaggio delle presidenziali in programma il 5 gennaio prossimo, resta fuori invece l'esponente della destra sovranista, il cantante Miroslav Skoro.

Milanovic, candidato del centrosinistra unito e premier croato dal 2012 al 2015, ha ottenuto il 29,6 per cento dei voti, e il suo successo rappresenta una spinta notevole al fronte socialdemocratico che è all'opposizione in Croazia da quasi cinque anni.

Kitarovic, esponente dei conservatori dell'Unione democratica croata (Hdz) guidati dal premier Andrej Plenkovic, passa al secondo turno con il 26,8 per cento dei consensi. Per la presidente uscente un risultato indubbiamente deludente rispetto alle aspettative della vigilia che la vedevano vittoriosa in questa prima tornata.

Il successo del centrosinistra e la modesta percentuale di Kitarovic vanno comunque spiegati anche con il fatto che l'elettorato di destra questa volta si è spaccato tra i sostenitori della presidente uscente e quelli dell'esponente della destra sovranista, il noto cantante Miroslav Skoro. Il suo 24,4 per cento rappresenta il miglior risultato della destra nazionalista in Croazia negli ultimi vent'anni, e anche un chiaro segnale di allarme per il premier Plenkovic.

Skoro ha incentrato il suo messaggio in campagna elettorale proprio sulla critica alla linea moderata ed europeista del governo di Plenkovic, che la destra nazionalista intende riprendere alle elezioni politiche previste per l'autunno prossimo.

Per il ballottaggio del 5 gennaio Kitarovic sembra essere favorita, potendo contare su un potenziale travaso a suo favore dei voti di Skoro, anche se per questo dovrà spostare più a destra il baricentro della sua campagna elettorale delle prossime due settimane.

L'affluenza alle urne è risultata oggi del 51,1 per cento sui 3,8 milioni di aventi diritto al voto, 3 punti in più rispetto a cinque anni fa. Le presidenziali si tengono a cavallo dell'avvio del semestre di turno della presidenza Ue che la Croazia - ultimo Paese ad aver aderito all'Unione europea - assumerà dall'inizio di gennaio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
Da oggi «Facebook si chiama Meta»
Mark Zuckerberg ha ufficializzato la nuova identità dell'azienda durante l'atteso Connect
ITALIA
3 ore
Archiviate le accuse contro il paziente 1 italiano
Gli inquirenti volevano verificare se Mattia Maestri avesse mentito ai medici di Codogno
AUSTRIA/GERMANIA
5 ore
Arrivano in crociera... positivi al Covid
Il viaggio della nave è stato fermato: dei 178 passeggeri sulla crociera 80 sono risultati positivi al tampone
CINA
7 ore
Dal nuoto al curling: come Pechino passa dalle Olimpiadi estive a quelle invernali
È la prima volta che la stessa città ospita le due versioni dei giochi. E le sfide non mancano.
Francia
10 ore
I francesi sequestrano una barca ai pescatori inglesi
Stretta sui porti: si annunciano controlli doganali più severi e divieto di sbarco del pescato
TAIWAN
13 ore
«Se Taiwan cade, la democrazia globale è a rischio»
Le parole della presidente Tsai Ing-wen a fronte di una tensione sempre altissima con Pechino e l'alleanza con gli Usa
NUOVA ZELANDA
16 ore
Neozelandesi stremati tornano a casa via mare
C'è chi non ne può più delle lunghe liste d'attesa, e ha affrontato dieci giorni di navigazione
MONDO
17 ore
Se «Facebook non vuole più essere Facebook»
Il colosso social prepara la svolta. Ne parliamo con Eleonora Benecchi, docente di Culture digitali dell'USI.
NORDEST EUROPEO
1 gior
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
1 gior
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile