Keystone
CINA
15.06.19 - 09:170
Aggiornamento : 13:45

Hong Kong fa marcia indietro

La governatrice Carrie Lam ha ufficialmente sospeso il provvedimento sulle estradizioni in Cina

PECHINO - Hong Kong ha annunciato la «sospensione» sine die del dibattito sulla controversa legge sulle estradizioni in Cina.

Lo ha annunciato la governatrice Carrie Lam, dopo le proteste di domenica e gli scontri di mercoledì tra polizia e manifestanti. «Le nostre intenzioni erano sincere ed erano di colmare alcune lacune normative», ha aggiunto Lam, che ha letto una dichiarazione di oltre dieci minuti prima in cantonese e poi in inglese, volendo ricostruire le ragioni della vicenda.

«Forse non stiamo stati sufficientemente efficaci nella comunicazione, ma ora la priorità è quella di ricostruire la pace e l'ordine e la fiducia verso il governo». In un primo momento, la volontà era di approvare la normativa e renderla effettiva a luglio, entro «l'attuale legislatura, ma ora non è più la priorità».

Sostegno cinese - La Cina ha espresso «sostegno, rispetto e comprensione» per la decisione del governo di Hong Kong di rinviare la discussione sulla controversa legge sulle estradizioni, assicurando che continuerà «a supportare con fermezza» la governatrice dell'ex colonia, Carrie Lam, al fine di salvaguardare la prosperità e la stabilità dei territori.

Lam (per ora) non si dimette -  Carrie Lam, governatrice di Hong Kong, ha puntualmente glissato di fronte alle ripetute domande sulle ipotesi di dimissioni o scuse dopo l'annuncio del rinvio sine die della controversa legge sulle estradizioni in Cina.

La legge è alla base della più grande protesta popolare dal passaggio del 1997 dell'ex colonia britannica da Londra a Pechino.

«Avverto un profondo dolore e rimpiango le carenze nel nostro lavoro e vari altri fattori che hanno sollevato controversie nella società dopo il periodo di due anni relativamente calmi», ha replicato in conferenza stampa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
Il coronavirus mette in ginocchio anche la mafia newyorchese
Le chiusure obbligate hanno ridotto drasticamente le entrate dei vari clan
FRANCIA
2 ore
Salta anche il Salone dell'Auto di Parigi
Gli organizzatoti stanno studiando «tutte le soluzioni alternative»
PAESI BASSI
3 ore
Museo chiuso: rubato un quadro di Van Gogh
Si tratta del "Giardino della canonica a Nuenen in primavera"
AUSTRIA
4 ore
Obbligo di mascherina al supermercato
Il cancelliere Kurz: «Sono consapevole che sono qualcosa di alieno per noi, ma aiutano».
ITALIA / SPAGNA
8 ore
Coronavirus: «Se l'Unione Europea non sarà all'altezza, i nazionalismi cresceranno»
Il premier italiano Conte mette in guardia Bruxelles. Italia «vicina al picco».
REGNO UNITO
11 ore
EasyJet non vola più del tutto
La compagnia: «Non è possibile stabilire con certezza una data di ripresa dei voli commerciali».
STATI UNITI
11 ore
Coronavirus: avanti ancora un mese
Niente "riapertura" per Pasqua per gli Stati Uniti. Trump: il picco sarà proprio «fra due settimane».
CINA
13 ore
L'intervista alla paziente zero: «I dottori non avevano idea di cosa avessi»
La prima persona al mondo ad avere il coronavirus è una 57enne, mercante di frutti di mare di Wuhan
INDIA
13 ore
Tutti a casa a bastonate, il Premier chiede scusa
Narendra Modi si scusa con le persone più in difficoltà e dichiara: «è necessario, non abbiamo altra scelta»
STATI UNITI
21 ore
«Gli Usa non pagheranno per la sicurezza di Harry e Meghan»
Lo ha ribadito Donald Trump in un tweet: «Ammiro il Regno Unito e la Regina, ma loro dovevano stare in Canada»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile