Keystone
CINA
15.06.19 - 09:170
Aggiornamento : 13:45

Hong Kong fa marcia indietro

La governatrice Carrie Lam ha ufficialmente sospeso il provvedimento sulle estradizioni in Cina

PECHINO - Hong Kong ha annunciato la «sospensione» sine die del dibattito sulla controversa legge sulle estradizioni in Cina.

Lo ha annunciato la governatrice Carrie Lam, dopo le proteste di domenica e gli scontri di mercoledì tra polizia e manifestanti. «Le nostre intenzioni erano sincere ed erano di colmare alcune lacune normative», ha aggiunto Lam, che ha letto una dichiarazione di oltre dieci minuti prima in cantonese e poi in inglese, volendo ricostruire le ragioni della vicenda.

«Forse non stiamo stati sufficientemente efficaci nella comunicazione, ma ora la priorità è quella di ricostruire la pace e l'ordine e la fiducia verso il governo». In un primo momento, la volontà era di approvare la normativa e renderla effettiva a luglio, entro «l'attuale legislatura, ma ora non è più la priorità».

Sostegno cinese - La Cina ha espresso «sostegno, rispetto e comprensione» per la decisione del governo di Hong Kong di rinviare la discussione sulla controversa legge sulle estradizioni, assicurando che continuerà «a supportare con fermezza» la governatrice dell'ex colonia, Carrie Lam, al fine di salvaguardare la prosperità e la stabilità dei territori.

Lam (per ora) non si dimette -  Carrie Lam, governatrice di Hong Kong, ha puntualmente glissato di fronte alle ripetute domande sulle ipotesi di dimissioni o scuse dopo l'annuncio del rinvio sine die della controversa legge sulle estradizioni in Cina.

La legge è alla base della più grande protesta popolare dal passaggio del 1997 dell'ex colonia britannica da Londra a Pechino.

«Avverto un profondo dolore e rimpiango le carenze nel nostro lavoro e vari altri fattori che hanno sollevato controversie nella società dopo il periodo di due anni relativamente calmi», ha replicato in conferenza stampa.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AFGHANISTAN
8 ore

Esplosione durante un matrimonio, decine di vittime

Si sarebbe trattato di un attentato suicida

STATI UNITI
10 ore

Greta, quarto giorno di navigazione: «Niente mal di mare»

L'attivista sedicenne sta viaggiando verso gli Stati Uniti

ITALIA
11 ore

Il M5s chiude a Salvini, Conte decisivo il 20 al Senato

sarà il premier a decidere come e quando muovere il primo passo, avviare alla crisi in seguito a un voto parlamentare o recandosi direttamente al Colle per rimettere il suo mandato

ARGENTINA
13 ore

Sale il rischio default

L'incertezza politica è costata al rating sovrano del Paese sudamericano un doppio downgrade

STATI UNITI
13 ore

Nike sotto pressione, rivede le politiche sulle atlete in maternità

I loro compensi e i loro bonus non potranno essere ridotti in caso di gravidanza

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile