Keystone
STATI UNITI
23.04.19 - 09:020
Aggiornamento : 14:26

Trump in giugno a Londra, incontrerà la regina

In Europa per alcuni giorni, il presidente americano si recherà anche in Francia per le celebrazioni del 75esimo anniversario dello sbarco in Normandia

LONDRA - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sarà a giugno nel Regno Unito per una visita di Stato durante la quale sarà ricevuto a Buckingham Palace dalla regina Elisabetta II.

Lo anticipa Sky News secondo cui a breve arriverà l'annuncio ufficiale della Casa Bianca.

Trump proseguirà poi il suo viaggio in Europa facendo tappa in Francia, dove parteciperà alle celebrazioni per il 75esimo anniversario dello sbarco delle forze alleate in Normandia del 6 giugno 1944.

Aggiornamento - Trump in GB dal 3 al 5 giugno, la regina formalizza l'invito - Buckingham Palace ha formalizzato oggi l'invito al presidente degli Stati Uniti Donald Trump per una visita di Stato nel Regno Unito dal 3 al 5 giugno.

Trump, che l'anno scorso era stato a Londra per una visita meno formale, sarà ricevuto a Buckingham Palace dalla regina Elisabetta e incontrerà inoltre la premier britannica Theresa May, secondo l'agenda.

Stando ai media londinesi, il presidente americano farà successivamente tappa anche in Francia per il 75esimo anniversario dello sbarco delle forze alleate in Normandia durante la Seconda guerra mondiale, il 6 giugno 1944.

«Il Regno Unito e gli Stati Uniti hanno una profonda e durevole partnership che affonda le sue radici nella nostra storia comune e nei nostri interessi condivisi», ha commentato Theresa May dopo l'annuncio ufficiale.

«Noi facciamo insieme più di qualunque altre due nazioni al mondo e siamo più sicuri e più prosperi grazie alla nostra cooperazione», ha sottolineato, indicando la prossima «visita di Stato» di Trump come «un'opportunità per rafforzare la nostra relazione, già ravvicinata, in settori quali il commercio, gli investimenti, la sicurezza o la difesa».

Quanto al richiamo storico dello sbarco in Normandia, May ha ricordato il D-Day come «un'operazione militare senza paragoni e un momento di svolta della Seconda Guerra Mondiale». «La libertà che abbiamo oggi non sarebbe stata possibile senza il sacrificio incredibile» dai soldati della «nazioni alleate» che vi parteciparono 75 anni fa, ha aggiunto.

La precedente visita di Trump in Gran Bretagna, nel luglio 2018, è stata segnata da vaste proteste di piazza.


 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
1 ora

Stop a Johnson, Westminster rinvia la Brexit

La Camera dei Comuni ha approvato un emendamento che obbliga il premier a chiedere un rinvio all'UE

FOTO
REGNO UNITO
2 ore

Il popolo torna in piazza contro la Brexit

Un raduno colorato, fra slogan, cartelli, bandiere britanniche e dell'Ue e vessilli di partito

SIRIA
3 ore

Ankara accusa i curdi di violare il "cessate il fuoco"

«In 36 ore hanno compiuto 14» violazioni». Ma la Turchia assicura che è in atto un coordinamento con gli Stati Uniti

REGNO UNITO
4 ore

Brexit, l'esito resta incerto

È partito il dibattito vero e proprio sull'accordo. Si vota su due emendamenti: una nuova proroga e referendum bis

REGNO UNITO
7 ore

Oggi è il giorno della Brexit

Boris Johnson chiede al Parlamento di approvare l'accordo da lui raggiunto con l'Ue e avverte la Camera dei Comuni che «ora è arrivato il tempo» di decidere

STATI UNITI
9 ore

Boeing 737 Max, la società sapeva

Una serie di sms tra dipendenti nel 2016 indica che la società era consapevole del rilevante problema del sistema di controllo automatico del volo

FOTO
SPAGNA
9 ore

Le proteste serali fanno 182 feriti e 54 arresti

Tra le persone fermate e poi rilasciate anche un fotoreporter del quotidiano El Pais, «immobilizzato a terra da una mezza dozzina di agenti e portato in un furgone di polizia»

ITALIA
19 ore

La provocazione di Grillo: «E se togliessimo il voto agli anziani?»

Il fondatore del M5s scatena un pandemonio con la sua dichiarazione. Calderoli: «Nemmeno Erdogan». Salvini: «Togliamo il voto a lui»

SIRIA
21 ore

Fragile tregua in Siria, sul confine cadono ancora le bombe

Il cessate il fuoco concordato ieri da Turchia e Stati Uniti ha subito ripetute violazioni: i raid di Ankara non si fermano. Erdogan però nega: «Disinformazione»

AFGHANISTAN
21 ore

Strage in una moschea, almeno 62 morti

Alcune bombe sono scoppiate in un luogo di culto nella provincia di Nangarhar che era molto affollato per la tradizionale preghiera musulmana del venerdì. L'attentato non è ancora stato rivendicato

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile