Keystone
STATI UNITI
14.03.19 - 20:120
Aggiornamento : 21:08

Schiaffo a Trump, il Senato boccia la dichiarazione d'emergenza

La bocciatura è avvenuta con 59 voti a favore e 41 contrari

WASHINGTON - Il Senato americano a maggioranza repubblicana boccia la dichiarazione di emergenza nazionale del presidente Donald Trump per il muro al confine con il Messico. La bocciatura, avvenuta con 59 voti a favore e 41 contrari, apre la strada al veto di Donald Trump.

Il senato ha approvato una risoluzione che blocca la dichiarazione di emergenza di Trump con un voto bipartisan. Molti repubblicani si sono infatti schierati con i democratici per bocciare l'iniziativa del presidente.

La misura è già stata approvata dalla camera e quindi ora si appresta ad approdare sul tavolo di Trump, che ha già annunciato che opporrà il suo primo veto da quando è presidente.

Poco prima del voto Trump aveva difeso la sua dichiarazione di emergenza: «Un voto dei senatori repubblicani a favore della risoluzione è un voto a favore di Nancy Pelosi, del crimine e dei confini aperti», aveva twittato.

Ma molti fra le file repubblicane non hanno ceduto alle pressioni del presidente e hanno votato contro la dichiarazione, con la quale - è la loro tesi - Trump ha superato l'autorità che gli è concessa dalla Costituzione.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AUSTRIA
1 ora

Piccolo aereo si schianta sulle Alpi tirolesi

Ci sarebbero 3 morti. L'incidente è avvenuto a 2300 metri di quota sui Monti del Wetterstein

AUSTRALIA
4 ore

Non pagano le tasse perché «è contro il volere di Dio»

Dal 2011 una famiglia non ha versato un centesimo e ora si è vista comminare una maxi multa

ITALIA / SVIZZERA
4 ore

Roche-Novartis, ora fioccano le richieste di risarcimento

Lo Stato italiano e svariate regioni - le prime sono Piemonte, Lazio, Toscana e Veneto - hanno annunciato iniziative

STATI UNITI
6 ore

Colpita da una pallina lanciata dal padre, muore bimba di sei anni

La piccola era felice di accompagnare il genitore sui campi da golf

STATI UNITI
7 ore

«L'Fbi indaghi su FaceApp»

Dagli Usa vogliono fare chiarezza in merito alle procedure usate da Wireless Lab, una società russa basata a San Pietroburgo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile