Keystone
STATI UNITI
12.02.19 - 07:230
Aggiornamento : 09:31

Accordo bipartisan su una barriera al confine: scongiurato un nuovo shutdown

L'intesa prevedrebbe 1,375 miliardi di dollari per realizzare la struttura, ma non parla di muro. Ora si aspetta il sostegno di Trump

WASHINGTON - Un accordo bipartisan è stato raggiunto al Congresso americano per finanziare la sicurezza al confine col Messico ed evitare un nuovo shutdown dal 15 febbraio. Lo riportano i media americani, citando fonti congressuali.

Se dovesse passare, il piano stanzierebbe i fondi necessari per non fermare il governo federale.

Ora resta da capire se l'intesa avrà il sostegno del presidente americano Donald Trump, che fra poco interverrà a El Paso, in Texas, nel suo primo comizio elettorale del 2019 che di fatto dà il via alla sua campagna per le presidenziali del 2020.

L'accordo bipartisan raggiunto al Congresso americano per evitare un nuovo shutdown non parlerebbe di muro col Messico, ma prevedrebbe 1,375 miliardi di dollari per realizzare delle barriere al confine, tra cui oltre 100 chilometri di reticolato.

Finora il presidente Donald Trump non ha mai arretrato sulla sua richiesta di 5,7 miliardi per costruire un muro di acciaio.

Trump e Beto, è scontro sul muro - Botta e risposta tra Donald Trump e Beto O'Rourke, che a El Paso, città texana al confine col Messico, hanno tenuto due comizi a poco più di un chilometro di distanza. Opposte le parole d'ordine dei due eventi: "Stop the Wall" quella della manifestazione in cui è intervenuto l'astro nascente del partito democratico, "Finish the Wall" il comizio del presidente Usa.

«Noi siamo per i valori dell'America e contro i muri, e ci opporremo, faremo resistenza», ha detto Beto davanti a quasi 10mila persone che hanno partecipato alla "Marcia per la verità". La replica di Trump quasi in contemporanea: «Un giovane ci ha sfidato - ha arringato i fan - ma noi possiamo rappresentare la fine delle sue ambizioni presidenziali».

Trump ha quindi attaccato le autorità locali, tra cui il sindaco repubblicano di El Paso, che avevano accusato il presidente di drammatizzare la situazione nella città di confine: «Non importa se sono repubblicani o democratici. Dicono solo un sacco di stronzate. Qui prima del muro c'era un tasso di criminalità altissimo, mentre dopo il muro è diventata una delle città più sicure d'America».

Commenti
 
lo spiaggiato 3 mesi fa su tio
Forza Trump ! ! !...
seo56 3 mesi fa su tio
Grande!
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
5 ore

Fiat e Renault: quel matrimonio che fa paura a Volkswagen

Tutti i numeri dell'unione che potrebbe cambiare per sempre il mondo dell'automobile

UNIONE EUROPEA
6 ore

Europee: Avanzano i populisti ma non sfondano, boom dei Verdi

Le elezioni europee sono riuscite a coinvolgere il cuore e la testa degli elettori del Vecchio Continente, l'affluenza è la più alta degli ultimi 20 anni. In Italia la Lega è il primo partito

ISRAELE
7 ore

Invito agli ebrei a non indossare la kippah: il presidente israeliano si dice scosso

Rivlin: «È una resa all'antisemitismo ed una ammissione che, ancora una volta, gli ebrei non sono sicuri in terra tedesca»

VIDEO
PERÙ
10 ore

«Il terremoto ci ha strappati dal sonno»

Dei lettori raccontano i terribili momenti in cui, questa notte, il Perù è stato scosso da un forte sisma

ITALIA
12 ore

Si è spento Vittorio Zucconi

Il celebre giornalista è morto nella sua casa di Washington. Ezio Mauro: «Viveva il giornalismo, non lo interpretava»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report