Keystone
ITALIA
26.01.19 - 21:400

Tav e Diciotti, due bombe ad orologeria per Lega e 5 Stelle

Lunedì è in programma la discussione sulla mozione firmata PD. Il 30 gennaio invece sul tavolo ci sarà l'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini

ROMA - Ventotto e 30 gennaio, due giorni segnati col rosso nel calendario delle diatribe tra M5S e Lega. Lunedì, alla Camera, è in programma la discussione generale sulla mozione Pd per il sì alla Tav. Mercoledì c'è la prima convocazione della Giunta per le immunità del Senato: sul tavolo l'autorizzazione a procedere nei confronti del vicepremier Matteo Salvini.

Due potenziali bombe a orologeria che rischiano di spaccare non solo l'alleanza, ma anche il Movimento. Da qui, l'imperativo che circola in queste ore all'interno soprattutto dei pentastellati: provare a rinviare il momento in cui, alla Camera e al Senato, M5S e Lega si confronteranno col voto.

Sul caso Diciotti è lo stesso Salvini a spegnere focolai di crisi. «Abbiamo tanto da fare, quindi non ci sono crisi dietro l'angolo, io sono tranquillo», assicura il leader della Lega mostrando ancora una volta il volto più ferreo sul caso Diciotti e, in generale, sul dossier migranti.

E precisando: «Il Senato giudicherà se sto facendo bene». Del resto, a parte Salvini, il governo proverà a star fuori dalla vicenda. «È irrispettoso dire al Parlamento cosa votare», sottolinea il Guardasigilli Alfonso Bonafede, mentre neanche un cenno è arrivato finora dal vicepremier Luigi Di Maio.

Il rischio, tuttavia, è che il M5S si spacchi. La linea "ufficiosa" sembra quella di votare sì all'autorizzazione a procedere. «Salvini si vuole far processare, è quello che avrebbe fatto il M5S», è la motivazione data dai pentastellati. Ma la linea non convince tutti, anche perché si metterebbe sotto processo una politica migratoria condivisa dallo stesso Movimento.

Il voto del M5S, in Aula, potrebbe essere contro bilanciato, a favore di Salvini, da quello del centrodestra e di una parte del Misto o perfino da una parte del Pd che però per il momento assicura che dirà sì all'autorizzazione. Più stretti, invece, i numeri in Giunta dove si voterà entro 30 giorni e lo scrutinio sarà, come in Aula, palese. Elemento, quest'ultimo, che potrebbe acuire i malumori interni al M5S.

Un rinvio del voto è l'obiettivo a breve termine della maggioranza anche sulla mozione Tav. Possibile che Lega-M5S presentino una risoluzione che riproponga i termini del contratto rinviando all'analisi dei costi-benefici. In realtà, col passare delle ore, il risultato dell'analisi sta perdendo importanza.

Perché il pressing della Lega aumenta e il Carroccio commissiona a un suo team di esperti una relazione parallela, secondo la quale il costo aggiuntivo di uno stop alla Tav potrebbe arrivare al miliardo. «Stiamo lavorando per ridimensionare i costi e tagliare gli sprechi nel pieno rispetto del contratto di governo», spiega Salvini che sulla Torino-Lione ha la stessa posizione del resto del centrodestra. Un centrodestra che, proprio sul tema, spera di far saltare il tappo ai gialloverdi.

«Se il M5S farà marcia indietro la Lega abbia il coraggio di far cadere il governo», è l'appello del vicepresidente di FI Antonio Tajani. E, con la campagna delle Europee ormai iniziata, solo una relazione nettamente a favore dell'opera della commissione costi-benefici potrebbe piegare il "no" della gran parte del Movimento.

Commenti
 
vulpus 9 mesi fa su tio
Si è oramai raggiunta la convinzione che ad alcuni tromboni in Italia e soprattutto a certi maggiorenti europei dà un grande fastidio che un governo formato da forze, indubbiamente ancora poco rodate,riesca a mantenere quanto promesso, a soddisfazione dei loro elettori.Sicuramente non tutto sarà giusto,ma il pericolo che tanti paventano è che questo governo duri e continui sulla sua strada. Lo temono una Francia allo sbando alla cui testa c'è un presidente dell'alta società che dopo errori su errori per piacevolizzare la Germania, si è dimenticato dei suoi cittadini che lo hanno scelto per un cambiamento mai avvenuto;c'è poi una Germania alla quale sta sfuggendo lo scettro del comando e influenza su una moltitudine di stati membri che ne hanno piene le scatole di intimidazioni, ricatti e sopprusi:l'agire è solo finalizzato ad un concentramento economico su suolo tedesco. Per cui il governo italiano attuale sta mettendo in evidenza una alternativa, ormai irrinunciabile a questo mostro politicamente influente solo a colpi di minacce decreti e punizioni.
Galium 9 mesi fa su tio
@vulpus Il governo italiano non è stato scelto dagli elettori. Questi hanno votuto due forze d'opposizione con programmi diversissimi tra loro, e che per forza di cose hanno dovuto fare un governo insieme. Ovviamente ora i nodi stanno venendo al pettine, e quello che è stato fatto di concreto finora è ben poco. Indubbiamente bisognerà vedere l'evoluzione nei prossimi mesi. Trovo comunque penoso che si cerchi di dare a Germania e Francia la colpa dei problemi degli altri stati europei. È quanto hanno sempre fatto tutti i regimi autoritari, di destra e di sinistra. Vogliamo metterci al loro livello?
vulpus 9 mesi fa su tio
@Galium Non c'è proprio niente di penoso , indicando in Francia e Germania i paesi che hanno creato problemi all'interno dell'Europa, paesi che hanno sempre e solo gestito i loro affari commerciali. Una Francia e un a Germania che non si sono mai impegnati oltre per risolvere il problema degli asilanti, direttamente nei loro paesi .Anzi li hanno attirati in una Europa che non riuscirà mai ad integrarli, ma solo a sfruttarli economicamente=mano d'opera a basso costo. Abbiamo visto cosa hanno fatto con la Grecia, che nonostante i recenti proclami di finanze risanate, hanno ridotto sul lastrico il popolo Greco, arraffando quello che hanno potuto , di economicamente vantaggioso.
centauro 9 mesi fa su tio
@Galium Ma Francia e Germania non sono notoriamente i padroni d'Europa?
Galium 9 mesi fa su tio
@vulpus I migranti vengono per la grande maggioranza da paesi in cui Francia e Germania hanno pochissima influenza. Il discorso dello sfruttamento è molto semplicistico e fuorviante. Al contrario essi costituiscono un problema economico e politico per i paesi che li accolgono. Certamente l'ideale sarebbe poterli aiutare localmente ma è molto più facile a dirsi che a farsi, vista la realtà dei governi locali e la situazione politica internazionale. La situazione in Grecia è ora sotto controllo, anche se il popolo ha sofferto moltissimo. Che paese sarebbe se la Troika non fosse intervenuta in una situazione determinata da decenni di malgoverno e corruzione?
centauro 9 mesi fa su tio
@vulpus Concordo ogni punto e virgola!
vulpus 9 mesi fa su tio
@Galium Non è per niente fuorviante il discorso dello sfruttamento economico: è la realtà, purtroppo, e la signora Merkel non ha avuto ritegni di sorta ad ammetterlo , quando ha detto....che vengano pure tutti che abbiamo bisogno di mano d'opera (... a basso costo), e sono persone che non si integreranno mai. Non sono stati integrati ancora quelli della Germania dell'est. Che la situazione in Grecia sia sotto controllo, concordo, ma solo ufficialmente e verso l'EU che le ha messo il cappio al collo. Ma c'è da chiedersi se sia stato giusto costringere un popolo in questa situazione, succhiando tutte le risorse, a vantaggio naturalmente delle aziende europee.
centauro 9 mesi fa su tio
@Galium Ci credi ancora alla favola dell'accoglienza per solidarietà? in Europa i poteri economici hanno bisogno di nuova popolazione per fare profitto, mi sembra sia ormai evidente!
centauro 9 mesi fa su tio
@vulpus Ora concordo anche gli accenti!
Galium 9 mesi fa su tio
Mi sembra che l'attuale governo per il bene dell'Italia stia facendo ben poco. Lega e M5S cercano solo di dimostrare agli elettori che rispettano le promesse demagogiche per cui la gente li ha votati. Il fatto stesso di prendersela con altri stati è tipico di quei governi che cercano di sviare l'opinione pubblica da problemi interni difficilmente risolvibili e su cui vi è disaccordo
Thor61 9 mesi fa su tio
@Galium Come sempre una cosa vi va (A voi sinistri) riconosciuta, cioè il non voler vedere la REALTÀ per quello che è ma solo quella che volete! Poi che a testa bassa facciate danni COLOSSALI non vi importa e andate avanti, se gli "Avversari" facessero come voi sicuramente sareste estinti da decenni. Trovare oggi un governo che dia una via (Giusta o sbagliata che sia) scelta dagli ELETTORI fa rodere parecchi, che nel marciume dei precedenti governi ci SGUAZZAVANO alla grande facendo denari e intrallazzi a gogò, per cui capisco che possa dar fastidio a costoro, ma posso assicurare molto meno a chi ha accettato questo sodalizio Lega - M5S seppur con mille dubbi, alternativa erano ancora le COOP Rosse, per cui...... Ma sono sicuro che a te della realtà freghi nulla, per cui buona vita a te....
sedelin 9 mesi fa su tio
@Thor61 CAMILLERI: "lo sgombero del cara a castelnuovo"
Mattiatr 9 mesi fa su tio
@Thor61 Rispondo da non sinistro (la sinistra mi sta felicemente sulle balle)¶ Come al solito la verità sta nel mezzo, Salvini e Di Maio non sono né santi né eroi, ma non pensiamo che l'opposizione (PD) sia meglio.¶ Semplicemente il PD con lo scorso governo non ha fatto nulla, oggi che si ritrova all'opposizione stranamente inizia a pensare, ma se venisse rieletto continuerebbe a non fare nulla. La Lega quando era contro il governo ha individuato qualche problema e ne ha trovato una causa (reale o meno), oggi che sono al governo si scagliano contro questa causa. Stanno mantenendo quello che hanno promessi di fare, cosa che DEVE succedere in politica, tu devi fare quello che hai promesso prima di essere eletto e non fare quello che vuoi una volta in governo. Fatto rimane che l'immigrazione non è l'unica gabola italiana e il fatto che la Lega veda solo quello può effettivamente apparire come accanimento. Ciò non giustifica il ritorno dell'olocausto secondo la stampa e le varie impiccagioni dei manichini del ministro degli interni. I 5 stelle invece hanno rotto le balle considerandosi la purezza in una nazione corrotta, poi salta fuori che pure loro sono italiani e che pure loro possono avere delle macchie sulla coscienza. Per lo meno pare che stiano facendo il loro lavoro, il tempo ci dirà se è così o meno.
Thor61 9 mesi fa su tio
@Mattiatr Come non concordare, ancor più sul finale del tuo ragionamento, ma devi tener presente che Salvini si può occupare solo del suo "Settore" di competenza", in fondo se non ci fosse stato l'accordo tra i due partiti a mio modo di vedere sarebbe stato MOLTO peggio, per cui si fa quello che si può. Saluti ;o))))
Galium 9 mesi fa su tio
@Mattiatr Mi sembra che stiate tutti dimenticando due punti fondamentali. In primo luogo un partito che entra a far parte di un governo di coalizione non può limitarsi a realizzare la promessa che è stata il proprio cavallo di battaglia durante la campagna elettorale, soprattutto se si riconosce che questo non è il problema fondamentale del paese. In secondo luogo non facciamo finta di dimenticare che la Lega ha fatto parte di molti governi di centro-destra, ed è quindi corresponsabile di tutto quanto NON è stato fatto in quei periodi, malgrado i governi in questione godessero di maggioranze solidissime. Non sto poi a replicare a chi usa toni scomposti da guerra fredda prendendosela con i comunisti, che oggi non contano molto, oppure con altri stati europei, che per fortuna contano, al di là di assurdi nazionalismi
Mattiatr 9 mesi fa su tio
@Galium Ovviamente, mica ho detto che sono grandi e perfetti. Io ho voluto fare un punto della situazione il più generico possibile, basti pensare alla legge Fornero, cosa che la Lega vuole togliere a tutti i costi, ma che pure loro hanno votato.¶ I 5 stelle sono gli unici ad avere la reputazione ancora candida e pulita, ma già dopo pochi mesi al governo cominciano a emergere notizie che confermano che, come al solito, nessuno in Italia è pulito. Quanto riguarda le promesse della Lega io volevo semplicemente dire che, dopo mesi e mesi nella quale hanno parlato di intervenire sull'immigrazione non avessero fatto nulla a riguardo, sarebbe stata una mazzata sui piedi di dimensioni colossali.¶ Riguardo i toni da guerra fredda ti do solo ragione, in Italia sembra di essere in una scuola elementare (se non addirittura un asilo). La gara a chi ce l'ha più lungo si vede molto anche nei dibattiti in tele. Fatto rimane che la sinistra usa termini da Guerra mondiale e la destra da guerra fredda, ma come spesso dico, in Italia viene prima l'immagine e poi la nazione, SEPMRE. In ogni caso la vicina penisola resterà povera.
Galium 9 mesi fa su tio
@Mattiatr Grazie per le precisazioni, che in parte condivido. Mi sembra tuttavia corretto dire che riferendomi ai toni da guerra fredda alludevo soprattutto ad alcuni interventi scomposti su questo blog (non al tuo)
Thor61 9 mesi fa su tio
@sedelin Certamente lei ha tutta la visione d'insieme, giusto! E chi caspita è stò camilleri!!! Non ho mai visto aureole sul suo capo. Rinnovo quando scritto sopra, testa bassa e via contro il "nemico"!!! ;o)))))
sedelin 9 mesi fa su tio
@Thor61 se non sai chi é camilleri e, soprattutto, non hai visto il video, é inutile qualsiasi altro commento (parole al vento).
Thor61 9 mesi fa su tio
@Thor61 Vedo che la lingua italiana le sta un po antipatica, rilegga e forse noterà che ho scritto che camilleri non è un santo! Rinnovo quando scritto sopra, testa bassa e via contro il "nemico"!!! ;o)))))
seo56 9 mesi fa su tio
Non credo proprio!! Il Governo della Lega e del M5S, in barba a certi giornalisti e per il bene dell’Italia e degli italiani, durerà a lungo...
LAMIA 9 mesi fa su tio
Europee e poi ennesima crisi di governo !
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile