Keystone
REGNO UNITO
16.11.18 - 11:080
Aggiornamento : 14:17

Brexit: probabile voto di sfiducia alla premier Theresa May

I membri del governo annullano tutti gli impegni. Gove rifiuta il posto di Raab e pensa alle dimissioni

LONDRA - A tutti i componenti del governo britannico è stato chiesto di annullare qualsiasi impegno per oggi e rientrare a Londra. Lo riferisce Sky News, citando una fonte vicine all'esecutivo, secondo la quale un voto di sfiducia alla premier Theresa May è a questo punto "probabile".

L'invito ad annullare tutti gli impegni, che farebbe pensare all'imminente possibilità di un voto sulla sfiducia, non riguarda in realtà ministri e sottosegretari ma soltanto i cosiddetti "whip", figure che nell'ordinamento britannico aiutano a coordinare i lavori parlamentari.

Il "Chief whip", membro del gabinetto con il ruolo di sottosegretario al Tesoro, si trova già in questo momento a Downing Street 10, sede dell'esecutivo e residenza di Theresa May.

Gove rifiuta il posto di Raab e pensa alle dimissioni - Il ministro per l'Ambiente britannico Michael Gove avrebbe rifiutato l'offerta della premier Theresa May di nominarlo ministro per la Brexit, prendendo il posto del dimissionario Dominic Raab.

Il diniego sarebbe arrivato dopo che la stessa May non gli avrebbe permesso di rinegoziare l'accordo siglato due giorni fa e che ha gettato nello scompiglio il governo del Regno Unito.

Lo riporta la BBC, secondo la quale Gove starebbe addirittura considerando l'ipotesi di dimettersi dall'esecutivo.

Aggiornamento - Gove non si dimette e divide i "brexiteers" - Niente dimissioni dal governo di Theresa May per il ministro dell'Ambiente, Michael Gove. Lo annunciano fonti a lui vicine smentendo indiscrezioni circolate al riguardo dopo il suo presunto rifiuto di sostituire Dominic Raab al dicastero per la Brexit.

L'annuncio ferma l'emorragia di esponenti "brexiteers" dall'esecutivo e delude i conservatori più ultrà nella corrente dei falchi. Mentre dalla presidenza del partito arriva un segnale di rassicurazione: May ha i numeri per "vincere" in caso di mozione di sfiducia alla sua leadership.

Aggiornamento - May difende intesa e confida nella disciplina del partito - «Ciò che stiamo facendo è negoziare un accordo che ci permetterà di riprendere il controllo dei nostri confini e di mettere fine alla libertà di movimento una volta per tutte, nonché di riprendere il controllo sui nostri soldi, una vasta somma di denaro che non sarà più versata all'Ue ogni anno». Così Theresa May è tornata a difendere oggi la bozza d'intesa sulla Brexit in un filo alla Radio Lbc.

La premier conservatrice, nonostante le manovre interne al partito per un voto di sfiducia contro la sua leadership, si è mostrata sicura di poter restare in sella. E anche di riuscire a ricomporre alla fine i ranghi Tory in parlamento nel voto conclusivo sull'intesa con Bruxelles. Mentre ha ammesso di non poter dare oggi le stesse garanzie per "tutti i deputati" del Dup, piccola forza alleata della destra unionista nordirlandese.

La premier ha quindi respinto seccamente il paragone di un ascoltatore con Neville Chamberlain, l'uomo dell'appeasement col nazismo, mentre ha ipotizzato la nomina di un nuovo ministro per la Brexit domani o nei prossimi giorni.

TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
1 ora
Aborto e matrimonio gay in Irlanda del Nord
È l'effetto della paralisi del governo e del parlamento locali di Belfast che trasferisce ora temporaneamente la potestà legislativa al parlamento britannico
ISRAELE
2 ore
Netanyahu rinuncia a formare il governo
È la seconda volta in sei mesi che il leader del Likud fallisce, ora dovrebbe toccare a Benny Gantz
EMIRATI ARABI UNITI
5 ore
Questa qui è la perla più antica che esista
Ha poco meno di 8'000 anni ed è stata scoperta per caso da degli archeologi che cercavano ben altro. Sarà messa in mostra al Louvre di Abu Dhabi
GERMANIA
6 ore
L'economia tedesca potrebbe essere entrata in recessione
Lo dice la Bundesbank, secondo cui «il prodotto interno lordo potrebbe essersi ridotto nuovamente nel terzo trimestre del 2019» dopo il -0,1% del secondo trimestre
FOTO
CILE
7 ore
A Santiago i manifestanti hanno dato fuoco agli uffici dell'anagrafe
Dopo averli saccheggiati, i vigili del fuoco sul posto, le autorità parlano di danni importanti: «Distrutti molti documenti». Il bilancio complessivo è di 11 morti
GIAPPONE
8 ore
Pollon e Nanà Super Girl sono orfane, scomparso Hideo Azuma
Il fumettista è morto all'età di 69 anni, in un ospedale di Tokyo, per le complicazioni di un tumore
ISOLA DI MAN
10 ore
Con un gatto nel bagaglio a mano
Sbalorditi sia gli addetti alla sicurezza che i padroni. Il micio si era intrufolato nella valigia all'insaputa della coppia
VIDEO
ITALIA
12 ore
In fiamme la Cavallerizza Reale di Torino
I vigili del fuoco sono impegnati nelle operazioni di spegnimento. Non ci sono feriti
CILE
14 ore
Sale a 10 il bilancio delle vittime durante le proteste
Due persone sono morte carbonizzate durante il saccheggio ad un grande magazzino di materiali per l'edilizia e il bricolage
EMIRATI ARABI UNITI
16 ore
“Taxi volanti” e “camere con ruote”: Dubai sperimenta
La città vuole ridurre la propria impronta ecologica e sta diventando un banco di prova mondiale per la mobilità sostenibile.
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile