Keystone
REGNO UNITO
14.11.18 - 20:370
Aggiornamento : 21:38

Brexit: c'è l'intesa, «ma non è stato facile»

Theresa May, dopo 5 ore di riunione con i suoi ministri, ha parlato di «scelta migliore nell'interesse nazionale»

LONDRA -  Il Governo britannico ha deciso «collettivamente» di adottare la bozza d'accordo sulla Brexit definita a Bruxelles. Lo ha annunciato la premier Theresa May dopo 5 ore di riunione con i suoi ministri, precisando «che non è stata una decisione leggera», ma difendendo il testo come il migliore possibile «nell'interesse nazionale».

Secondo May, la bozza consentirà a Londra di «recuperare il controllo», mentre l'alternativa sarebbe stata «tornare alla casella numero 1» e rischiare di non attuare il mandato referendario.

Farage: «Il peggior accordo della storia» - «Ogni membro del gabinetto che è un autentico Brexiteer deve dimettersi subito o non sarà più attendibile, questo è il peggior accordo della storia». Così su Twitter l'europarlamentare euroscettico britannico Nigel Farage commenta l'ok del governo britannico alla bozza d'accordo sulla Brexit definita a Bruxelles.

Barnier: «progressi decisivi» - «Questo accordo rappresenta una tappa determinante per concludere questi negoziati» sulla Brexit con la Gran Bretagna. Così il capo negoziatore Ue Michel Barnier. «Considero che questa sera sono stati fatti progressi decisivi per un ritiro ordinato» della Gran Bretagna dall'Ue e per gettare le basi per la relazione futura tra le due parti, ha sottolineato Barnier.

Le prossime tappe - Potrebbe essere il 25 novembre il giorno da cerchiare in rosso per la certificazione politica del patto di divorzio consensuale tra Unione europea e Regno Unito.

La data del summit Ue straordinario, nel giorno del via libera del gabinetto di Theresa May al piano d'accordo, è stata evocata dal premier irlandese Leo Varadkar durante il suo discorso in Parlamento a Dublino, ed è un appuntamento cruciale.

Ecco le tappe principali del processo:

  • 14 novembre 2018 - Il governo britannico di Theresa May dà il via libera politico all'intesa.
  • 25 novembre 2018 - Possibile summit straordinario della Ue per l'ok dei 27 all'accordo.
  • entro il 29 marzo 2019 - Procedure di ratifica da parte dei 27, delle istituzioni Ue e, soprattutto del Parlamento britannico, dove i numeri non sono affatto scontati.
  • mezzanotte del 29 marzo 2019 - Scatta la Brexit, parte il periodo transitorio di 21 mesi dove Londra continuerà ad applicare le regole Ue ma non avrà più potere decisionale, e si avviano i negoziati per gli accordi commerciali tra Gb e gli altri Paesi.
  • 31 dicembre 2020 - Fine del periodo transitorio (a meno che i negoziatori non chiedano altro tempo), cessa l'applicazione del diritto Ue in Gran Bretagna.
  • 1 gennaio 2021 - La Gran Bretagna è a tutti gli effetti un Paese Terzo.
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Bandito976 1 anno fa su tio
É piú facile aderire che uscire. Ed i politici svizzeri fanno di tutto per entrare. Vai a capirli!
KilBill65 1 anno fa su tio
Mi sa che in futuro altri paesi usciranno dall' ue......
tip75 1 anno fa su tio
peggio di testimoni di geova questa ue
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile