Keystone
ITALIA
18.09.18 - 13:060

Calenda: «Il PD avrebbe bisogno di uno psichiatra»

Niente incontro con Renzi, Gentiloni e Minniti. Secondo l'esponente dem, il partito non dovrebbe presentarsi alle Europee

ROMA - È un ritratto del Partito Democratico italiano impietoso quello che fa l’ex ministro dello Sviluppo economico del Governo Gentiloni, Carlo Calenda. Dopo aver fatto saltare una cena con Renzi, Gentiloni e Minniti, l’imprenditore entrato nel PD in marzo con l’intenzione di risollevarne le sorti spara a zero sul partito e, soprattutto, sull’ex segretario ed ex premier Matteo Renzi.

«Ci vuole uno psichiatra» - «L’unico segretario che si dovrebbe candidare è il presidente dell’associazione di psichiatria», afferma l’imprenditore a Radio Capital, denunciando come i dirigenti del PD siano più interessati a spartirsi «una torta sempre più piccola» che al risultato del partito alle europee o delle regionali della prossima primavera. «Quello che importa a loro è il congresso», sostiene.


Facebook
Carlo Calenda

«Il PD non deve esserci alle Europee» - «Sono convinto che alla prossime europee il PD non ci debba essere», arriva ad affermare l’ex ministro, che invoca la costituzione di «un fronte repubblicano e progressista che recuperi la parte di classe dirigente locale e nazionale capace».

«Renzi va avanti per conto suo» - Sull’ex premier del centro-sinistra, poi, Calenda non risparmia le critiche: «Nel PD c’è un’entità che si chiama Renzi che non si capisce cosa voglia fare e che va avanti per conto suo», afferma. «È stato un presidente del Consiglio che all’inizio aveva veramente voglia di cambiare l’Italia e che ha fatto cose buone. È un peccato», concede tuttavia.


Keystone
Matteo Renzi

«Gentiloni e Renzi non si parlano dal 4 marzo» - «Il quadro è drammatico perché nessuno parla con nessuno, non ci si fida di nessuno, qualunque iniziativa viene presa come un’aggressione contro altri», continua Calenda. «Basti pensare che Gentiloni e Renzi non si parlano dal 4 marzo», aggiunge.

Anzi, sulla cena saltata l’esponente del PD afferma: «Non nasceva per fare una strategia congressuale, ma banalmente per ricostruire un rapporto tra Gentiloni e Renzi». Il focus dell’incontro sarebbe stato «come fare opposizione, non un congresso». Secondo quanto indicato da Calenda, la cena sarebbe saltata dopo che ieri Renzi, «via agenzie e retroscena», aveva dato forfait.

Alle ultime elezioni parlamentari italiane tenutesi il 4 marzo scorso il Partito Democratico ha incassato una pesante sconfitta, ottenendo circa il 19% dei consensi. Al precedente scrutinio nazionale, nel 2013, aveva totalizzato più del 25%, conquistando con la sua coalizione la maggioranza alla Camera dei Deputati. 

TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA / SERBIA
6 ore

Allarme bomba sull'aereo Lufthansa... per amore

L'autore ha ammesso di averlo fatto perché si era invaghito di una hostess in servizio su quel volo

REGNO UNITO
6 ore

British Airways sospende i voli per il Cairo

La cancellazione avviene a scopo precauzionale dopo un allarme sul rischio di azioni terroristiche contro il trasporto aereo verso la capitale egiziana

ITALIA
11 ore

Estradata in Italia la "Bonnie" che truffò anche Clooney

A suo carico pendeva un mandato di arresto internazionale per una valanga di truffe messe a segno, compresa quella nei confronti del celebre attore

REGNO UNITO
12 ore

Gas sulla metro a Londra, caccia a due uomini

Avrebbero usato dei lacrimogeni durante una rissa. Diverse persone sono state assistite fuori dalla stazione di Oxford Circus

ITALIA
15 ore

Addio a Francesco Borrelli, capo del pool Mani Pulite

L'ex procuratore generale di Milano si è spento a 89 anni in ospedale. Era ricoverato da un paio di settimane presso l'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile