Keystone
BRASILE
16.08.18 - 07:150
Aggiornamento : 08:22

Formalizzata la candidatura di Lula

«Ognuno di voi deve diventare la mia voce finché sarò prigioniero» ha detto ai suoi simpatizzanti

SAN PAOLO - Migliaia di manifestanti hanno accompagnato ieri i leader del Partito dei Lavoratori (Pt) che si sono recati alla sede centrale del Tribunale Supremo Elettorale (Tse) per registrare la candidatura di Luis Inacio Lula da Silva alle elezioni presidenziali del prossimo 7 ottobre, poco prima della fine della scadenza per l'iscrizione dei candidati.

Alle 17.30 (le 22.30 in Svizzera) la candidatura di Lula è stata registrata dalla presidente del Pt, Gleisi Hoffmann, il candidato vicepresidente del partito, Fernando Haddad, e Manuela D'Avila, la deputata del Partito Comunista del Brasile (PcdoB) che potrebbe diventare la vice candidata se il Tse, come è probabile, respingerà la candidatura dell'ex presidente.

«Ognuno di voi deve diventare la mia voce finché sarò prigioniero» ha detto Lula ai suoi simpatizzanti - 50 mila secondo il Pt, 10 mila secondo la polizia - in una lettera che è stata letta al termine della manifestazione di appoggio all'ex presidente, una lunga carovana che è arrivata ieri a Brasilia.

Lula - rinchiuso dallo scorso aprile in un carcere di Curitiba, dove sconta una pena di 12 anni per corruzione e riciclaggio - ha ripetuto che è vittima di una «persecuzione giudiziaria», condannato «senza prove», sottolineando che «non voglio favori, voglio giustizia: non cambio la mia dignità per la mia libertà».

Sergio Moro - il magistrato che ha condannato Lula nel processo di primo grado - ha annunciato oggi che posticiperà il suo prossimo interrogatorio dell'ex presidente, per un'altra causa di corruzione, fino a dopo le elezioni di ottobre, per evitare che possa essere usato come propaganda elettorale dal Pt.

Ricorso della Procuratrice - La Procuratrice generale del Brasile, Raquel Dodge, ha presentato una richiesta di impugnazione della candidatura di Luis Inacio Lula da Silva per le elezioni presidenziali del prossimo 7 ottobre al Tribunale Supremo Elettorale (Tse).

Dodge ha giustificato la sua richiesta - presentata appena qualche ora dopo la sua iscrizione formale - in base alla cosiddetta "legge della scheda pulita", che dispone che una persona condannata in seconda istanza da un tribunale collegiale non può candidarsi per una elezione, allegando ad essa la sentenza con la quale il Tribunale Regionale di seconda istanza di Porto Alegre ha confermato la condanna di Lula a 12 anni di carcere per corruzione e riciclaggio.

La richiesta della Procuratrice non è l'unica arrivata al Tse poco dopo la registrazione della candidatura di Lula. Anche Kim Kataguiri, leader del Movimento Brasile Libero (Mbl, ultraliberale) e l'ex attore porno Alexandre Frota hanno presentato ricorsi equivalenti all'autorità elettorale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
STATI UNITI
6 min
Biden ha giurato, è il presidente degli Stati Uniti
Ha giurato anche la sua vice, Kamala Harris. L'evento si è tenuto in un formato particolare a causa del coronavirus.
LIBIA
57 min
Primo naufragio dell'anno nel Mediterraneo centrale: 43 morti
L'imbarcazione era partita all'alba di martedì dalla città di Zawiya, circa 50 km a ovest di Tripoli
SPAGNA
3 ore
Forte esplosione a Madrid, almeno tre morti, otto feriti e un disperso
Lo scoppio ha sventrato un edificio, la gente è accorsa in strada
STATI UNITI
3 ore
Gli Stati Uniti si metteranno la mascherina
Il primo ordine esecutivo di Biden istituirà l'obbligo di indossarla nelle proprietà federali
FOTO
STATI UNITI
4 ore
«Torneremo in qualche modo. State bene. Ci rivedremo presto»
Le parole di Trump all'arrivo alla base di Andrews: «Sono stati quattro anni incredibili. Abbiamo fatto così tanto insieme»
MONDO
4 ore
Netflix implementerà la "ricerca casuale" per tutti
Saranno gli algoritmi della piattaforma a suggerire agli utenti cosa vedere
SPAGNA
5 ore
Sequestrate due tonnellate di cocaina nascosta tra il carbone
Per gli scambi e il riciclaggio venivano impiegate le criptovalute. Dodici gli arresti
STATI UNITI
7 ore
Dieci giorni per "cancellare" Trump
Il 46esimo presidente americano vuole prendere subito le distanze dall'amministrazione Trump
REGNO UNITO
7 ore
Shopping in picchiata, Burberry soffre
C'è comunque ottimismo da parte del Ceo, Marco Gobbetti
CINA / STATI UNITI
7 ore
«Pompeo è una persona ridicola»
Lo schiaffo di Trump è stato rispedito al mittente da Pechino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile