Keystone
Kurz è favorito per il ruolo di cancelliere.
AUSTRIA
13.10.17 - 21:180

Austria alle urne, la svolta a destra pare inevitabile

C'è inquietudine sul fatto che Sebastian Kurz (Oevp) - che probabilmente diventerà cancelliere - possa allearsi con il partito dei populisti Fpoe

VIENNA - A tre giorni dal voto, la svolta a destra dell'Austria è quasi una certezza. E lo stile politico di Vienna prende corpo in una sorta di manifesto, ancora una volta, sul Brennero, nel braccio di ferro con l'Italia: qui oggi il ministro dell'Interno Sobotka ha affermato di voler portare «gli ingressi illegali a zero».

Molti osservatori della stampa internazionale sono allarmati dall'ipotesi che Sebastian Kurz, il "Wunderkind" del'Oevp che probabilmente diventerà cancelliere (dato intorno al 33%), possa allearsi con il partito dei populisti Fpoe di Heinz-Christian Strache, che nelle ultime ore guadagna punti (verso il 27%).

E in questi giorni, l'erede di Joerg Heider sta alzando i toni dello scontro, cavalcando l'islamofobia, come ha fatto Alternative für Deutschland in Germania: "una moschea qui, un'associazione lì, asili infantili musulmani, noi non vogliamo l'islamizzazione del nostro Paese", ha affermato durante un comizio Strache. È chiaro che la strategia destrorsa del partito popolare produca un ulteriore slittamento a destra, anche fra i populisti.

Ma i toni del Fpoe non collidono troppo, alla fine, con le paure cavalcate un questa campagna elettorale dal possibile vincitore delle urne, Kurz. Il ministro degli Esteri ha portato avanti una politica del pugno duro su profughi e immigrati, facendo promesse vaghe, come il taglio delle tasse - "agli austriaci alla fine in busta paga deve restare di più", ha ripetuto costantemente - ed evitando le insidie di un vero e proprio programma. E l'operazione del 31enne che si è preso il partito - trasformato in una lista personale - e che è riuscito a mettere nell'angolo la vecchia guardia, (il 75% dei vecchi esponenti non siederà più in parlamento), va letta come un successo proprio nei confronti della destra oltranzista, che è stata per anni in vantaggio nei sondaggi.

È rimasto sempre troppo sulla difensiva invece il cancelliere socialdemocratico Christian Kern: anche lui giovane, ritenuto da tutti una speranza del partito dell'ex cancelliere dimissionario Werner Feymann, il candidato non è mai riuscito a prendere davvero l'iniziativa. Fino allo scandalo che lo ha travolto qualche giorno fa: quando è venuto fuori che il consulente pagato per la campagna elettorale, Tal Silberstein, avesse promosso una dirty campaigning contro Kurz, con pagine Facebook fake che potavano il suo nome. Gli effetti sui consensi del Spoe sono stati immediatamente visibili nei sondaggi, il partito è crollato al 23%, e del caso hanno approfittato i partiti di opposizione, come i Verdi.

Lo scandalo ha fra l'altro definitivamente deteriorato i rapporti fra i partner di governo, al punto che nessuno oggi scommetterebbe sulla riedizione della Grosse Koalition (al governo a Vienna da dieci anni).

In questo scenario, nella vicina Germania, gli analisti già annunciano rapporti difficili con il governo di Angela Merkel. Kurz potrebbe aggiungersi ai partner scomodi della cancelliera, e fare squadra con i paesi del Visegrad. Del resto la linea dell'uomo che rivendica di aver chiuso la rotta balcanica è chiara: recentemente in un talk show tedesco "ha difeso Orban meglio di come avrebbe fatto l'ambasciatore ungherese", ha fatto notare l'ex direttrice di "der Standard" Alexandra Foederl-Schnmid, ieri in visita a Berlino.

Commenti
 
TOP NEWS Dal Mondo
GIAPPONE
3 min

Senzatetto respinti da un rifugio durante Hagibis

Il caso ha suscitato grande clamore, anche il premier Abe è stato costretto a intervenire

BRASILE
1 ora

Crolla un palazzo residenziale di sette piani a Fortaleza

Almeno una persona ha perso la vita, e altre tre sono state tratte in salvo dalle macerie

GERMANIA
2 ore

Dopo la Germania il Flixtrain punta a Svezia e Francia

«La liberalizzazione del mercato ferroviario ci offre un'occasione unica per continuare ad ampliare la nostra offerta di mobilità»

MONDO
4 ore

Il 33% dei bimbi è denutrito o in sovrappeso

Per aiutare i bambini a crescere in salute l'Unicef lancia un appello ai governi, ai genitori, alle famiglie e alle imprese

AUSTRALIA
5 ore

Si amputa di netto la mano con l'affettatrice

Lawrence Cooper è stato sottoposto a un intervento conclusosi con successo al Mater Private Hospital di Brisbane

GERMANIA
6 ore

Scontri tra manifestanti curdi e turchi, cinque feriti

Una marcia di protesta è degenerata a Herne, nella regione della Ruhr, a 25 chilometri da Dortmund

REGNO UNITO
6 ore

«Renda i bonus»: contestato l'ex Ceo di Thomas Cook

I deputati della commissione industria della Camera dei Comuni britannica hanno messo sotto torchio Peter Fankhauser

VIDEO
IRLANDA
9 ore

L'ultimo scherzo al funerale, il defunto dalla tomba: «Tiratemi fuori! Ma dove diavolo sono finito?»

I figli del veterano delle forze di difesa irlandesi Shay Bradley hanno diffuso il particolare saluto che il padre ha voluto fare ai suoi cari

STATI UNITI
11 ore

Pence andrà in Turchia «per mettere fine alla violenza»

Trump ha firmato un decreto con cui dà il via libera alle sanzioni Usa. Ankara: «Neutralizzati quasi 600 terroristi curdi»

STATI UNITI
13 ore

Le scuole del Maine danno gli avanzi ai porci

Una legge dello Stato lo consente. Il vantaggio è duplice: ridurre gli sprechi alimentari e i costi di smaltimento

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile