keystone
COREA DEL NORD
07.08.17 - 21:000

«Pronti a dare agli Stati Uniti una severa lezione»

Il regime di Pyongyang fa sapere che non intende rinunciare al proprio programma nucleare

PYONGYANG - «In nessuna circostanza» la Corea del Nord è disposta a rinunciare al suo programma nucleare: per il regime di Kim Jong-un non è un argomento negoziabile.

Dopo essere stata colpita dalle sanzioni dell'Onu, è stata questa la risposta di Pyongyang, che ha rilanciato minacciando ritorsioni durissime contro gli Stati Uniti: una vendetta «mille volte più grande».

Il ministro degli Esteri, Ri Yong Ho, a Manila è stato chiarissimo nel sottolineare che la Corea del Nord «è pronta a dare agli Stati Uniti una severa lezione con la sua forza nucleare strategica». Ed ha ulteriormente esteso il suo messaggio aggiungendo che Pyongyang non vuole usare le proprie armi nucleari contro alcun altro Paese «eccetto gli Usa»: a meno che qualcun altro non si unisca all'iniziativa americana. Perché la responsabilità della crisi nella penisola coreana è soltanto di Washington.

Il capo della diplomazia nordcoreana ha quindi parlato di «odioso complotto degli Usa per isolare e soffocare la Corea del Nord», e ha ribadito come Pyongyang non metterà «in nessun caso» sul tavolo dei negoziati il suo arsenale nucleare. E lo ha detto in un intervento a Manila al forum dell'Asean, davanti ai rappresentanti di Usa e Cina che più di altri in queste ore hanno fatto pressing per uno stop ai test nucleari e missilistici di Kim Jong-un.

La strada del negoziato, al momento, appare quindi sbarrata, nonostante le ultime esortazioni di Rex Tillerson, il segretario di Stato Usa che resta risoluto e fermo, ma non rinuncia a offrire la possibilità di un tono conciliatorio nella speranza di una trattativa.

«Il miglior segnale che la Corea del Nord può dare per dimostrare che è pronta a negoziare con gli Stati Uniti è di interrompere i lanci missilistici», ha detto Tillerson a Manila: «Sarebbe il primo e più forte segnale» da parte di Pyongyang, ha insistito. Come a ricordare quanto rimarcato già nei giorni scorsi dettando una linea ben precisa, ovvero che gli Stati Uniti non perseguono un cambiamento di regime a Pyongyang e ripongono ancora speranza nella possibilità che la penisola coreana possa autonomamente denuclearizzarsi.

Degli ultimi sviluppi il segretario di Stato Usa ha informato il presidente Donald Trump, con cui ha tenuto una telefonata lunga un'ora, anche sulla Corea del Nord. Trump intanto ha confermato l'impegno diplomatico facendo fronte comune con la Corea del Sud, attraverso una dichiarazione congiunta col presidente sudcoreano Moon Jae-in, seguita ad un colloqui telefonico tra i due, in cui si rimarca ancora che la «Corea del Nord rappresenta una crescente minaccia, seria e diretta, contro gli Stati Uniti, la Corea del Sud e il Giappone, così come contro gran parte dei Paesi nel mondo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
34 min
Microfoni spenti (a turno) per evitare la rissa fra Trump e Biden
L'ultimo dibattito presidenziale andrà in scena giovedì notte in Tennessee
MONDO
2 ore
«Vogliamo rendere il mondo un posto migliore»
Degli hacker si stanno comportando alla "Robin Hood", ma gli esperti non sono convinti: «È per il senso di colpa?»
STATI UNITI
6 ore
Il voto per posta vale: la Corte suprema in tackle su Trump
In Pennsylvania saranno conteggiate le schede ricevute fino a tre giorni dopo l'election day
MONDO
13 ore
Covid, gli anticorpi «scompaiono dopo poche settimane»
Lo indica uno studio canadese, pubblicato dalla rivista medica mBio
IRLANDA
14 ore
L'Irlanda va in lockdown per sei settimane
Il primo ministro Micheál Martin ha invitato la popolazione a «restare a casa».
ITALIA
16 ore
Il coprifuoco lombardo e la mediazione di Conte con i sindaci
La bordata di Confindustria: «Provo sconforto per un Paese in confusione».
ITALIA
19 ore
La Lombardia chiede al governo un coprifuoco dalle 23, Speranza è d'accordo
Altri 1687 contagi nella regione, il rapporto tra tamponi e positivi sale all'11,5%.
STATI UNITI
19 ore
New York, in vigore da oggi la messa al bando delle buste di plastica
Diversi proprietari di piccole botteghe e negozi di alimentari, tuttavia, sono contrari al divieto
FRANCIA
19 ore
Prof decapitato: 15 persone fermate
Mercoledì si terrà alla Sorbona l'omaggio a Samuel Paty
REGNO UNITO
20 ore
Brexit, «negoziati senza senso» poi la marcia indietro
C'è ancora molto da fare sulla questione delle frontiere irlandesi, afferma il vicepresidente della Commissione europea
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile