Keystone
+1
FRANCIA
23.04.17 - 20:210
Aggiornamento : 24.04.17 - 19:45

Macron e Le Pen al secondo turno

Le prime proiezioni danno il candidato di En Marche! e la leader del Front National al ballottaggio. Repubblicani e socialisti ammettono la sconfitta e invitano a sostenere il candidato centrista

PARIGI - Il candidato del movimento "En Marche!" Emmanuel Macron è in testa al primo turno delle elezioni presidenziali francesi con il 23,7% dei voti. Ad accompagnarlo al ballottaggio sarà Marine Le Pen, leader del Front National, che ottiene il 21,9% dei consensi. Lo affermano le ultime proiezioni della televisione pubblica France 2.

Eliminati dunque dal ballottaggio il candidato dei Républicains François Fillon e quello della sinistra radicale Jean-Luc Mélenchon, che ottengono rispettivamente il 19,7% e il 19,2% dei voti. Il candidato del PS Benoît Hamon ottiene solo il 6,2% dei consensi, un risultato ai minimi storici per i socialisti.

Gioia ai quartieri generali del Front National e di En Marche!:

Esplode la festa "in casa" Le Pen - È esplosa la gioia dei sostenitori di Marine Le Pen nel suo quartier generale non appena sono apparsi i primi dati del primo turno delle presidenziali sui maxi schermi nella sala. Sventolano bandiere tricolore e bandiere blu con la scritta 'Marine Presidente'. I fan della leader frontista hanno intonato la marsigliese e urlato «On va gagner!, Vinceremo!». E hanno fischiato quando gli speaker televisivi hanno nominato Emmanuel Macron.

Le Pen è trionfante: «Risultato storico. Un popolo che solleva la testa» - «Mi avete portato al secondo turno delle presidenziali. Ne sono onorata con umiltà e riconoscenza. Vorrei esprimere a voi elettori patrioti la mia più profonda gratitudine. E' un risultato storico, un atto di fierezza di un popolo che solleva la testa, che confida nel futuro». Così Marine Le Pen nel suo primo intervento dopo i risultati del primo turno delle presidenziali francesi, accolta da una musica trionfale. «Il sistema ha cercato in tutti i modi, anche i più contestabili, di soffocare questo grande dibattito politico. Adesso questo dibattito finalmente si farà», ha detto Marine Le Pen. «Sì, sono io la candidata del popolo», ha quindi aggiunto scatenando gli applausi dei suoi militanti.

Macron esulta: «Oggi si volta pagina» - Grande festa alla Porte de Versailles, a Parigi, dove sono riuniti i militanti di 'En Marche!', il movimento di Emmanuel Macron, vincitore del primo turno delle presidenziali francesi. Al momento dell'annuncio delle prime proiezioni c'è stato un grande boato. Ed è naturalmente esultante lo stesso Macron. «Oggi si volta chiaramente pagina nella vita politica francese»: è la sua prima dichiarazione, prima di affacciarsi dal tetto del suo quartier generale a Parigi, esultando davanti ai militanti. «I francesi hanno espresso il loro desiderio di rinnovamento. La nostra logica è ormai quella del movimento che continueremo fino alle legislative», ha aggiunto Macron.

Sconfitti i due partiti storici - Per la prima volta nella storia della Quinta Repubblica in Francia, nessuno dei due candidati dei grandi partiti di centrosinistra - i socialisti - e di centrodestra - i Républicains - va al ballottaggio per l'Eliseo.

Le reazioni dei battuti:

Mélenchon invita alla prudenza: «I risultati delle grandi città non sono ancora noti» - Il candidato della sinistra alternativa, Jean-Luc Mélenchon, non riconosce «i risultati annunciati sulla base dei sondaggi». In un post su Facebook il leader della France Insoumise invita i commentatori alla «prudenza». «I risultati delle grandi città - aggiunge - non sono ancora noti».

Lo sconfitto Hamon: «Votate Macron» -  Relegato a un misero 6,5% dalle prime proiezioni, il vincitore delle primarie socialiste, Benoît Hamon, ha riconosciuto la sconfitta, invitando subito a «votare per Emmanuel Macron, anche se non è di sinistra, per battere Marine Le Pen. La sinistra non è morta», ha detto.  «Ho fallito nell'evitare il disastro che si annunciava da anni, me ne assumo la responsabilità senza nascondermi», ha aggiunto Hamon dal suo quartier generale a Parigi. «L'eliminazione della sinistra a vantaggio dell'estrema destra è una pesante sconfitta elettorale, ma anche una sconfitta morale» ha continuato Macron. «La sinistra deve ascoltare il vostro messaggio, basta con questa follia autodistruttiva, sono fiero della campagna che ho condotto».

Fillon ammette la sconfitta: «Voterò Macron» - Francois Fillon riconosce la sconfitta e invita gli elettori avotare per Emmanuel Macron contro Marine Le Pen. «L'estremismo porta solo disgrazie e divisioni», ha detto. «Questa sconfitta è la mia sconfitta», ma prima o poi «la verità emergerà», ha aggiunto Fillon alludendo al cosiddetto "Penelopegate", lo scandalo della moglie pagata per fare la sua assistente con denaro pubblico, ma poco o mai vista in Parlamento. «Non sono riuscito a convincervi - ha detto Fillon davanti ai suoi - al momento giusto la verità su queste elezioni sarà scritta. E' una mia sconfitta, io solo ne debbo portare il peso. Alle legislative potranno far sentire la voce del centro e della destra, per questo vi chiedo di restare uniti e determinati». «In attesa - ha continuato - dobbiamo scegliere chi è preferibile, l'astensione non fa parte dei miei geni, soprattutto quando c'è un partito estremista, conosciuto per la sua violenza e l'intolleranza. Il suo programma porterebbe il paese al fallimento, aggiungerebbe caos europeo. Non c'è altra scelta che votare per Emmanuel Macron».

Altre reazioni:

Anche Cazeneuve sostiene Macron - Anche il primo ministro socialista, Bernard Cazeneuve, ha invitato questa sera a votare al ballottaggio per il candidato di En Marche!, Emmanuel Macron.

Marion Le Pen: «Vittoria per i patrioti» - Anche Marion Le Pen, la nipote di Marine, ha commentato le proiezioni sul risultato ottenuto dalla zia nel primo turno delle presidenziali. «È una bella vittoria per tutti i patrioti», gioisce su Twitter. 

Juppé: «Votate Macron» -  Alain Juppé, presidente dell'Ump e storico ex collaboratore di Jacques Chirac ha fatto appello a votare Emmanuel Macron al ballottaggio. Lo riferiscono i media francesi.

Hollande si congratula con Macron - Il presidente francese, François Hollande, ha telefonato al leader di "En Marche!", Emmanuel Macron, per rallegrarsi del risultato nel primo turno delle elezioni presidenziali. L'Eliseo ha fatto sapere che il capo dello Stato si esprimerà chiaramente sulla sua scelta per il secondo turno ma stasera non dirà niente.

 

 

Keystone
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Aldo-Alfonso Ferrini 3 anni fa su fb
La mia scelta di massime e aforismi, stasera sembra ancora una volta azzeccata. Con Macron, sodale dei Rotschild e lecchino della UE, il sistema finanziario sembra risorgere dalle ceneri. Macron? Un opportunista, servo del capitale come i burocrati della UE che rischia fortemente di spazzare via le speranze di cambiamento dei francesi e degli europei.
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
1 ora
Blackout Tuesday: ecco il perché delle foto nere
La protesta per la morte di George Floyd si è trasferita anche sui social. E migliaia di personalità hanno aderito
STATI UNITI
2 ore
Proteste, schizzano le vendite di spray al peperoncino su Amazon
Il prodotto è al secondo posto degli articoli più venduti sul sito di acquisti online
MONDO
3 ore
L'OMS frustrata dalla Cina?
Il Paese asiatico non avrebbe fornito con rapidità tutte le informazioni necessarie
ITALIA
4 ore
Mattarella omaggia le vittime a Codogno
Il Presidente della Repubblica ha reso omaggio alle vittime e ringraziato il popolo italiano
ITALIA
6 ore
In migliaia assembrati a Roma con Salvini & co.
Il leader della Lega: «Il virus sta morendo». Il PD: «Se ne fregano dei sacrifici degli italiani».
MONDO
7 ore
Energia solare ed eolica sempre più economiche
I costi delle due energie rinnovabili sono in perenne diminuzione dal 2010
FOTO
STATI UNITI
8 ore
Un'altra notte di scontri negli Stati Uniti
Vari agenti sono rimasti feriti, centinaia di persone sono state arrestate
STATI UNITI
10 ore
«Non vedo Trump da due settimane»
L'esperto immunologo e membro della task force anti-Covid Anthony Fauci non è più in stretto contatto con il Presidente
STATI UNITI
13 ore
«Mobiliterò l'esercito per fermare i disordini»
«Io sono il presidente dell'ordine e della legalità», ha detto il tycoon. Che ha poi sventolato una copia della Bibbia.
GERMANIA
14 ore
Auto senza conducente. La verità di Mister Porsche
Il capo del costruttore tedesco illustra le strategie di evoluzione alla luce della crescente elettrificazione
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile