COREA DEL NORD
10.09.16 - 11:360

Pyongyang: «Non ci piegheremo al ricatto americano»

«L'epoca in cui gli Stati Uniti potevano fare un ricatto nucleare unilaterale alla Corea del Nord è finita»

PYONGYANG - La Corea del Nord mantiene il tono di sfida nei confronti degli Stati Uniti all'indomani del quinto test nucleare per 'punire' il quale la comunità internazionale prepara nuove sanzioni.

"L'epoca in cui gli Stati Uniti potevano fare un ricatto nucleare unilaterale alla Corea del Nord è finita - si legge su Rodong Sinmun, giornale ufficiale del partito dei lavoratori al potere a Pyongyang - Gli Stati Uniti sono esasperati dalla misure militari forti prese progressivamente dalla Corea del Nord".

Il giornale attacca poi frontalmente la presidente sudcoreana Park Geune-Hye, accusata di "essere contraria in modo insensato alle giuste misure per rafforzare la deterrenza nucleare come autodifesa". Ma la Corea del Nord, conclude, "non cambierà le sue opzioni nonostante il chiasso che fa una serva coloniale degli americani e sporca prostituta delle forze straniere come Park".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
1 ora
Volkswagen investe nell'elettrico
Per il momento, il colosso automobilistico punta sul mercato cinese
STATI UNITI
1 ora
Terza notte di scontri a Minneapolis, colpito anche il commissariato
Un corteo ha marciato per le vie della città, urlando slogan contro la polizia e il presidente americano
VIDEO
AUSTRALIA
3 ore
Ash, il primo koala nato nel parco dopo gli incendi
I guardiani hanno deciso di dargli un nome simbolico, che richiama la tragedia che ha colpito per mesi il Paese
UNIVERSO
9 ore
Un pianeta abitabile a soli quattro anni luce di distanza?
Un team internazionale di ricercatori indaga sull'abitabilità di Proxima b
HONG KONG
11 ore
Si alza l'ombra della Cina: l'inferno torna a Hong Kong
Le leggi al vaglio minano i diritti civili e le libertà del popolo di Hong Kong, l'allarme di Amnesty International
FRANCIA
12 ore
Saltano 15mila posti di lavoro da Renault
Il costruttore spera di gestire i tagli attraverso le uscite volontarie, misure di mobilità interna e riqualificazione
VENEZUELA / USA
13 ore
Band venezuelane finanziate dagli Usa per «promuovere la libertà d'espressione»
L'idea era quella di destabilizzare il governo Chavez nel 2011. La stessa tattica è stata attuata anche a Cuba
FRANCIA
15 ore
«Favorevoli a riaprire i confini interni europei il 15 giugno»
Il Governo francese ha presentato oggi la prossima fase di riapertura del Paese
NUOVA ZELANDA
15 ore
L'89% dei neozelandesi vuole continuare a lavorare da casa
Lo indica uno studio dell'Università di Otago: il 73% sostiene di essere stato "ugualmente o più produttivo"
STATI UNITI
15 ore
La Casa Bianca quest'estate non aggiornerà le previsioni economiche ufficiali
Non succedeva dagli anni '70, secondo alcuni si è deciso così perché Trump non vuole che si parli di recessione
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile