OLANDA
15.01.16 - 20:420

Kosovo: all'Aja il Tribunale speciale per i crimini dell'Uck

La sede è stata discussa e approvata dall'UE, Kosovo e Olanda

AJA - Sarà l'Aja, in Olanda, la sede del Tribunale speciale per i crimini di guerra compiuti dall'Esercito di liberazione del Kosovo (Uck), la guerriglia indipendentista albanese del conflitto armato con i serbi a fine anni novanta. Come ha reso noto oggi il governo olandese, citato dai media serbi, il Tribunale comincerà la sua attività nel corso di quest'anno nella ex sede di Europol e giudicherà i "crimini gravi commessi nel 1999-2000 dai membri dell'Uck contro le minoranze etniche e gli oppositori politici".

Politicamente si tratta di un tema molto sensibile e delicato per il Kosovo, dove i combattenti dell'Uck sono considerati dalla gran parte della popolazione di etnia albanese (oltre il 95%) eroi per la libertà e l'indipendenza dalla Serbia (proclamata da Pristina il 17 febbraio 2008).

Tra i probabili imputati potrebbero esserci nomi noti dell'attuale dirigenza kosovara, compreso il ministro degli esteri ed ex premier Hashim Thaci, che era a capo della direzione politica dell'Uck. "È una cosa importante per fare giustizia", ha detto il ministro degli esteri olandese Bert Koenders. Formato da giudici internazionali e finanziato con fondi della Ue, il Tribunale speciale opererà sulla base delle leggi del Kosovo.

La sede dell'Aja - che ospita anche il Tribunale penale internazionale per i crimini nella ex Jugoslavia (Tpi) - è stata decisa dopo consultazioni fra Unione europea e i governi di Kosovo e Olanda. La creazione del Tribunale speciale per i crimini di guerra dell'Uck è una delle richieste principali a Pristina da parte di Belgrado e della comunità internazionale.

Il conflitto armato in Kosovo provocò circa 13'000 morti, in larga parte kosovari di etnia albanese, e migliaia di profughi di etnia serba costretti a lasciare le loro case. L'indipendenza del Kosovo è stata riconosciuta finora da poco più di cento Paesi (sui 193 presenti all'Onu), compresi gli Usa, non però da Serbia, Russia e Cina. Anche cinque Paesi Ue - Spagna, Grecia, Romania, Cipro e Slovacchia - non riconoscono l'indipendenza di Pristina.

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
18 min
Covid-19: in Italia pronto soccorso «presi d'assalto»
A lanciare l'allarme è il presidente della Società italiana medicina d'emergenza: «C'è chi resta 3-5 giorni».
VIDEO
GERMANIA
43 min
«Di nuovo: restate a casa»
Con un gesto inusuale, la cancelliera tedesca ha voluto sottolineare come la sua posizione non sia cambiata.
AZERBAIGIAN
58 min
Crimini di guerra? Scatta l'indagine
Nei due filmati si vedrebbero due armeni uccisi da militari azeri. Per la BBC, sono potenzialmente autentici.
STATI UNITI
4 ore
Joe Biden: «Se vinco, vaccino gratis per tutti»
Il candidato democratico alla Casa Bianca ha parlato del suo piano di lotta alla pandemia
FOTO E VIDEO
ITALIA
14 ore
Guerriglia urbana a Napoli
Migliaia di cittadini contestano il coprifuoco e la possibilità di un lockdown. Scontri davanti alla Regione
STATI UNITI
15 ore
Vaccino Oxford-AstraZeneca, i test possono riprendere
Lo stop era dovuto a due casi di possibile effetto neurologico collaterale su altrettanti volontari
ITALIA
16 ore
5G, il governo avrebbe vietato a Fastweb di rivolgersi a Huawei
L'esecutivo avrebbe invitato la società controllata da Swisscom ad ampliare i canali di fornitura
ITALIA
19 ore
I nuovi contagi sono oltre 19mila
La percentuale tra tamponi e positivi è del 10,5%
STATI UNITI
19 ore
Barbie è più forte del virus
Record di vendite per Mattel, grazie a un ritorno al giocattolo tradizionale che si è visto durante il lockdown
ITALIA
22 ore
Conte: «Dobbiamo scongiurare un secondo lockdown»
Nel frattempo un centinaio di scienziati chiedono misure più drastiche per evitare l'aumento dei decessi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile