ROMA
05.03.14 - 10:330
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Italia: Antitrust, multa da 182 milioni euro a Roche e Novartis

ROMA - L'Antitrust italiana ha inflitto una multa di 182,5 milioni di euro complessivi ai gruppi farmaceutici svizzeri Roche e Novartis per "un cartello che ha condizionato le vendite dei principali prodotti destinati alla cura della vista, Avastin e Lucentis". Novartis -che ha già presentato ricorso - dovrà pagare 92 milioni, Roche 90,5.

"I due gruppi - si legge sul sito dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato - si sono accordati illecitamente per ostacolare la diffusione dell'uso di un farmaco molto economico, Avastin, nella cura della più diffusa patologia della vista tra gli anziani e di altre gravi malattie oculistiche, a vantaggio di un prodotto molto più costoso, Lucentis, differenziando artificiosamente i due prodotti".

Per il Sistema Sanitario Nazionale, l'intesa ha comportato un esborso aggiuntivo stimato in oltre 45 milioni di euro nel solo 2012, con possibili maggiori costi futuri fino a oltre 600 milioni di euro l'anno.

Dalla documentazione acquisita, anche grazie alla collaborazione del Gruppo Antitrust del Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza - prosegue l' Autorità, - è emerso che le capogruppo Roche e Novartis, anche attraverso le filiali italiane, hanno concertato sin dal 2011 una differenziazione artificiosa dei farmaci Avastin e Lucentis, presentando il primo come più pericoloso del secondo e condizionando così le scelte di medici e servizi sanitari.

Secondo il provvedimento dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, le condotte delle imprese trovano la loro spiegazione economica nei rapporti tra i gruppi Roche e Novartis: Roche, infatti, ha interesse ad aumentare le vendite di Lucentis perché attraverso la sua controllata Genentech - che ha sviluppato entrambi i farmaci - ottiene su di esse rilevanti royalties da Novartis. Quest'ultima, dal canto suo, oltre a guadagnare dall'incremento delle vendite di Lucentis, detiene una rilevante partecipazione in Roche, superiore al 30%. Non è stata invece ritenuta responsabile dell'illecito la controllata di Roche, la società californiana Genentech.

Novartis ricorre al Tar

La Novartis "respinge in maniera decisa le accuse relative a pratiche anti-concorrenziali messe in atto assieme alla Roche in Italia" e ha annunciato la presentazione di ricorso in appello dinanzi al Tribunale amministrativo regionale (Tar).

La Novartis, in una nota, spiega che la decisione di Roche di richiedere o meno per Avastin l'autorizzazione all'immissione in commercio per l'indicazione oftalmica, che al momento non possiede, è stata assunta in modo assolutamente unilaterale. I fattori che impediscono o limitano l'utilizzo per gli occhi di Avastin in Italia "non hanno nulla a che fare con Novartis", specifica la nota.

L'azienda ribadisce che il farmaco Lucentis, di sua produzione, è diventato il trattamento standard di prima linea per la degenerazione maculare essudativa senile, malattia per la quale è autorizzato in oltre 400 paesi.



ATS
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
11 min
Amazon interrompe la vendita di oggetti in plastica monouso
Niente più posate, piatti o cannucce usa e getta fatti di questo materiale sui suoi siti europei a partire da dicembre.
GERMANIA
33 min
Berlino non vuol più sentir parlare di "razze"
Il concetto è «scientificamente inadeguato». Nella Legge fondamentale potrebbe però entrare "razzismo".
AUSTRALIA
2 ore
Dopo gli incendi arrivano i droni per far cadere i semi degli alberi
Saranno utili per rimboschire le zone abitate un tempo dai koala
ITALIA
5 ore
Coprifuoco in Lombardia, Salvini ferma tutto
Stop improvviso all'ordinanza quando ormai era tutto pronto: «Prima di chiudere voglio capire»
ITALIA
5 ore
Mando il cane all'università per la laurea in "tartufologia"
Benvenuti nell'unica accademia al mondo per cani da tartufo. Ma non aspettatevi palazzi accademici
ITALIA
6 ore
7mila chilometri in bici per raccogliere i rifiuti
È l'iniziativa di Myra Stals, che ha percorso 7mila chilometri raccogliendo circa 80 chilogrammi di rifiuti
ITALIA
12 ore
«In Lombardia la situazione sta per precipitare»
Anche il Piemonte ha deciso di chiudere i centri commerciali nel fine settimana.
STATI UNITI
15 ore
La fidanzata di Khashoggi fa causa a bin Salman
L'azione giudiziaria è stata intrapresa negli Usa perché il giornalista viveva in questo paese
MONDO
16 ore
I millennial hanno perso fiducia nella democrazia
Il motivo principale? La disuguaglianza di ricchezza e reddito
REGNO UNITO
16 ore
Johnson s'impone: massimo livello d'allerta a Manchester
La decisione arriva dopo 10 giorni di trattative, non andate in porto, con il sindaco Burnham
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile