STATI UNITI
22.06.12 - 07:000
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Europa o Stati Uniti: dove è nata la crisi?

Le nazioni si scontrano sulla primogenitura

NEW YORK – Europa e Stati Uniti, due volti della stessa crisi, delle stesse difficoltà. Dagli Stati Uniti sono arrivati, in queste settimane, consigli, critiche e attacchi ai paesi europei rei, secondo gli Usa, di aver generato la crisi e di essere incapaci di risolverla. Dall’Europa partono invece le medesime accuse alla volta degli Stati Uniti. E allora viene da chiedersi: a chi appartiene la primogenitura della crisi? Certo la crisi dei mutui sub prime del 2008 e la deregulation bancaria del 2004, negli Stati Uniti, indicherebbero la nazione più potente al mondo come vero punto zero della crisi finanziaria ed economica globale.

Ma la situazione non è così semplice. Dal canto suo l’Europa non riesce ad arginare la speculazione e a difendere le proprie banche, se non con iniezioni di capitale da parte della Banca Centrale Europea, una soluzione che non è una vera soluzione. Come se non bastasse, i paesi europei hanno permesso alle banche di acquistare continuamente debito sovrano considerandolo inaffondabile. Ciò non toglie che la bolla immobiliare negli Stati Uniti, che ha spinto il neo eletto presidente Obama, a pagare 400 miliardi di dollari alle banche per evitarne il fallimento, ha scosso i mercati, la finanza e portato il paese in recessioni per molto tempo.

Il fatto che la crisi si sia poi allargata anche all’Europa è stata solo una conseguenza inevitabile e prevedibile. La corsa per la Casa Bianca, inoltre, peggiora la situazione. Tanto i Repubblicani, quanto i Democratici, fanno a gara per apparire i difensori degli interessi della nazione. In questo tipo di strategia elettorale rientrano i moniti lanciati contro l’Europa da Obama. Ciò che è evidente è che i paesi e le nazioni dovranno lavorare insieme se vorranno evitare ulteriori catastrofi economiche a tutti noi.

TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
1 ora

Tanto vento: in Germania è boom di energia elettrica da rinnovabili

Toccato il 44%. Tuttavia, non c'è da stare allegri: «È solo un'istantanea, se continuiamo così mancheremo gli obiettivi»

RUSSIA
2 ore

Un cittadino su 10 è stato torturato dalla polizia

Lo riporta un sondaggio dell'istituto demoscopico indipendente Levada Center

FOTO
GERMANIA
3 ore

Nudo in scooter: «Ma fa caldo, no?»

Simpatico intervento dei poliziotti del Brandeburgo che hanno chiesto invano all'uomo di indossare almeno i pantaloni

SVIZZERA
4 ore

Nestlé: arriva l'etichetta a "semaforo" Nutri-Score

Si comincerà da Francia, Belgio e Svizzera, dove le autorità sanitarie nazionali già raccomandano il bollino

GERMANIA
4 ore

Zalando punta a essere una piattaforma globale per incrementare le vendite

La società intende diventare un marketplace superando l'attuale modello in cui acquista vestiti da produttori di marchi e li vende per conto proprio

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report