Keystone
Un bancomat per l'acquisto di Bitcoin a New York.
MONDO
04.03.21 - 17:060

Una buona parte di quelli che stanno investendo nei Bitcoin non sanno cosa siano

Uno su tre non ne ha proprio idea, e più dell 80% non ne è davvero sicuro. Ma allora perché tutti ne comprano?

NEW YORK - Sono ritornati in auge, i Bitcoin, complice la loro ritrovata salute in un momento in cui gli investimenti non tradizionali stanno andando alla grande.

Malgrado un paio di scossoni, la valuta virtuale non ha mai cessato la sua - anche un po' inspiegabile - ascesa catalizzando l'attenzione globale.

Molti di questi, prima di mettere mano al portafoglio, però non si sono nemmeno informati di cosa potesse essere questa bizzarria delle "criptovalute".

Lo conferma un recente studio svolto da Cardify e ripreso dalla CNBC che ha preso in esame 750 investitori che hanno deciso di acquistare Bitcoin nel momento del suo picco di valore fra il 5 e il 12 febbraio, in quella settimana è passato da 37'000 a 47'000 dollari.

Secondo la ricerca solo il 16.9% degli intervistati può dire di aver «compreso appieno, il valore e il potenziale delle e-valute». Il 33,5%, invece, il 33,5% non ha affatto idea di cosa possa trattarsi.

Un'ignoranza di fondo che però non è un ostacolo: circa il 40% degli acquirenti di criptovalute sono esordienti nel campo e si appoggiano alle nuove possibilità offerte da piattaforme PayPal e Square. La motivazione principale del loro investimenti era legata alla paura «di perdere una tendenza in grado di portare grandi guadagni». 

«Il Bitcoin arriverà a valere un milione di dollari»

«Nella prossima decade arriverà a toccare il milione e soppianterà le valute tradizionali», non si tira indietro Jesse Powell - boss dell'azienda leader nelle criptovalute Kraken - in un'intervista per Bloomberg Television. Con la sua azienda, di base a Los Angeles, il 47enne sta già valutando la strada dell'offerta pubblica: «10 miliardi? Mi sembra una stima al ribasso». E tornando alle criptovalute, accusate da molti di non essere nient'altro che una bolla pronta a scoppiare fragorosamente: «Solo negli ultimi 50 anni il dollari sta già mostrando segni di grande debolezza, la gente inizierà a misurare il valore delle cose basandosi sul Bitcoin».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LE IMMAGINI
EUROPA
2 ore
Dove non piove, brucia: fiamme in Turchia, Grecia, Italia
L'Europa mediterranea nella stretta dei roghi: le alte temperature non danno tregua ai pompieri.
ITALIA
4 ore
Balzo dei contagi negli uomini under 40: «È l'effetto Europei»
È l'analisi contenuta nell'ultimo rapporto di aggiornamento Epidemia COVID-19 dell'Istituto superiore di sanità
ITALIA
6 ore
Botte a un passante perché pensavano fosse un ladro, denunciati tre svizzeri
Credevano avesse rubato loro uno zainetto, ma in realtà non c'entrava nulla
REGNO UNITO
7 ore
Rischio Delta, gli esperti consigliano il vaccino alle donne in gravidanza
Le future mamme ricoverate hanno maggiori probabilità di contrarre la polmonite
CINA
9 ore
Il virus torna a circolare in Cina
I contagi, dovuti alla variante Delta, si sono già diffusi in cinque province e almeno 13 città
TURCHIA
14 ore
Una famiglia sterminata dai vicini
Sette persone uccise in un attacco legato ai diritti di pascolo. Ma sullo sfondo tensioni razziali
SPAGNA
1 gior
Salva la bimba di 2 anni trovata vicino ai genitori morti
Sono stati gli abitanti della zona a chiamare la polizia, allertati dall'auto in fiamme.
ITALIA
1 gior
La Delta in Lombardia: «Zero decessi tra i vaccinati»
Il coordinatore della campagna vaccinale Bertolaso: «È il punto su cui bisogna insistere. Il vaccino è fondamentale»
GERMANIA
1 gior
Test negativo obbligatorio (da domenica) per entrare in Germania
L'entrata sarà consentita anche a chi può dimostrare di essere vaccinato completamente o di essere guarito dal Covid
MONDO
1 gior
Anche la migliore di sempre può crollare
Invincibile ma fragile. Il caso di Simone Biles ha riportato i riflettori sul problema della salute mentale nello sport
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile