Keystone
UNIONE EUROPEA
01.03.21 - 12:130

Obsolescenza programmata? La riparazione è ora un diritto

Entra oggi in vigore nell'Ue il "Diritto alla riparazione" per i consumatori

BRUXELLES - Vi è già capitato di dover cambiare un intero elettrodomestico solo per il guasto di una piccola parte? 

Ecco, nell'Unione europea, a partire da oggi, non dovrebbe più poter succedere. È infatti entrato in vigore oggi il disegno di legge sul "Diritto alla riparazione", come riporta l'agenzia AP.

Le aziende che vendono ad esempio frigoriferi, asciugacapelli, o televisori dovranno quindi ora garantire che questi apparecchi possano essere riparati (e quindi che tutti i pezzi di ricambio siano disponibili) fino a 10 anni dalla loro realizzazione, per contribuire a ridurre la vasta montagna di rifiuti elettronici che si accumula ogni anno nel continente.

Il "diritto alla riparazione" fa inoltre parte di uno sforzo più ampio (la risoluzione si chiama "Verso un mercato unico più sostenibile per le imprese e i consumatori") per ridurre l'impronta ambientale degli apparecchi elettronici, rendendoli più durevoli ed efficienti dal punto di vista energetico. I nuovi dispositivi dovranno così essere dotati di chiare etichette sulla riparabilità, di manuali di riparazione esaustivi e dovranno anche essere realizzati in modo da poter essere smontati con agio quando non possono più essere riparati, per migliorare il riciclaggio.

È un bel tackle alle accuse di obsolescenza programmata - accorciare deliberatamente la vita di un prodotto o impedirne la riparazione - sempre più all'onore delle cronache negli ultimi decenni. L'eurodeputato verde David Cormand ha dichiarato che «il Parlamento europeo ha inviato un messaggio chiaro: etichettatura obbligatoria armonizzata che indichi la durabilità e lotta all’obsolescenza prematura a livello europeo sono le vie da seguire».

Ogni anno, gli europei producono più di 16 chilogrammi di rifiuti elettrici per persona. Circa la metà di questa spazzatura è dovuta a elettrodomestici rotti, e l'UE ne ricicla solo il 40% circa, lasciandosi dietro enormi quantità di materiale.

In un passo successivo, le associazioni per i diritti dei consumatori vogliono che il diritto alla riparazione sia esteso anche agli smartphone, ai computer portatili e ad altri piccoli dispositivi elettronici.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Boma 1 mese fa su tio
Il mio tablet è riparabile: basta spedirlo alla fabbrica e mi cambiano lo schermo difettoso per 800.- Fr
pontsort 1 mese fa su tio
@Boma Già... e probabilmente te ne danno uno nuovo per 1000,
Equalizer 1 mese fa su tio
Una delle poche cose apprezzabili fatta dall'EU.
Nikko 1 mese fa su tio
E quando si seguirà l’esempio dell’UE anche in Svizzera?
Um999 1 mese fa su tio
Era ora
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA
8 ore
La Nato alla Russia: «Ritirate le truppe»
Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e la NATO di trasformare l'Ucraina in una «polveriera»
FRANCIA
8 ore
La battaglia (vinta) con Facebook di un paese dal nome “sconcio”
Ovvero la cittadina francese di Bitche che si è vista bannare la sua pagina social per settimane, poi le scuse ufficiali
EGITTO
10 ore
Per la Ever Given, chiesto un risarcimento da un miliardo di dollari
E intanto la nave, che si trova ancora nel canale, è stata sequestrata. Dai proprietari giapponesi per ora è no comment
MONDO
11 ore
Trombosi con J&J: «Sono eventi estremamente rari»
Lo hanno dichiarato gli esperti dell'FDA e dei CDC in una conferenza stampa congiunta
GIAPPONE / CINA
13 ore
Fukushima, una decisione «che non riguarda solo il Giappone»
Le acque di raffreddamento saranno sversate in mare. Pechino non ci sta e auspica un passo indietro
FRANCIA
13 ore
Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi
Continua la caccia alla persona che ha sparato. È sempre più probabile che sia stato un regolamento di conti
STATI UNITI
14 ore
Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson
La decisione arriva in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue», uno dei quali ha portato a un decesso
MONDO
15 ore
OMS: «Stop alla vendita di animali selvatici vivi»
«...Almeno fino a quando non siano regolati degli standard minimi di igiene e sorveglianza»
FOTO
REGNO UNITO
17 ore
La prima sera al pub dopo mesi: «È stato eccitante»
Locali affollati dopo lo stop di quasi 100 giorni a causa delle restrizioni Covid
FOTO
STATI UNITI
19 ore
La poliziotta voleva usare il Taser, ma ha preso la pistola
Le autorità del Minnesota hanno ricostruito la dinamica dell'intervento che è costato la vita a Daunte Wright.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile