Immobili
Veicoli
Keystone
GIAPPONE
07.02.21 - 10:010

Scarseggiano i chip: Subaru riduce le stime di vendita

L'offerta limitata di questi componenti riflette in primo luogo l'aumento della domanda nel settore telefonia per il 5G.

TOKYO - La carenza dei semiconduttori costringe la casa automobilistica giapponese Subaru a rivedere al ribasso le stime sui ricavi, ultima in ordine cronologico tra le industrie del settore nel mondo.

Per l'anno fiscale in corso, le previsioni sulle vendite scendono di 43'000 unità a 868'000 veicoli: una dinamica che ha riguardato nelle scorse settimane anche Toyota, Nissan, Honda e Mazda sul mercato domestico, dopo il blocco forzato degli impianti provocato dalla pandemia da coronavirus.

La mancata disponibilità dei chip comporta una correzione delle stime sui profitti a 75 miliardi di yen (circa 643 milioni di franchi) dai precedenti 80 miliardi, ha comunicato Subaru, e del fatturato a quota 2850 miliardi per l'esercizio che si conclude al 31 marzo, ossia 100 in meno rispetto alle stime iniziali.

A livello globale, il costruttore automobilistico nipponico produrrà 823'000 veicoli, il 20% in meno rispetto all'anno precedente.

Per aggiornare i nuovi parametri, Subaru diminuirà il ricorso agli straordinari e ai turni dei lavoratori nei fine settimana nello stabilimento di Gunma, nel Giappone centrale, e nella fabbrica statunitense dell'Indiana.

«Attualmente la nostra catena produttiva si concentra sui modelli di fascia alta, con una maggiore dipendenza dai semiconduttori», ha indicato il direttore finanziario Toshiaki Okada, che si è detto poco fiducioso sul ritorno alla normalità nel breve termine.

Per il periodo tra aprile e dicembre l'utile operativo di Subaru è calato del 36,5% a 98 miliardi di yen, e il fatturato ha visto una flessione del 16,5%.

A inizio settimana anche General Motors aveva fatto sapere che ridimensionerà la produzione negli stabilimenti di Stati Uniti, Canada, Messico e Corea del Sud, anticipando che la mancata accessibilità ai chip potrebbe durare fino al termine dell'anno.

L'offerta limitata nel settore automobilistico riflette in primo luogo l'aumento della domanda nel comparto della telefonia mobile e nelle infrastrutture a sostegno della tecnologia di quinta generazione, durante una congiuntura che ha visto il rallentamento delle attività produttive a causa dell'emergenza sanitaria.

A questi fattori c'è da aggiungere il contributo della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti, dicono gli analisti. Per evitare le sanzioni imposte dalla precedente amministrazione statunitense, le aziende di tutto il mondo hanno cancellato le richieste di approvvigionamento inoltrate ai produttori cinesi, mentre società come Huawei - a cui è vietato l'accesso alle componenti di tecnologia statunitense - hanno dovuto rivolgersi ad altri fornitori, riducendo le scorte dei principali produttori.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
10 ore
Un enorme rogo minaccia l'iconica Highway 1
L'incendio ha già mandato in fumo 600 ettari di vegetazione e costretto le autorità a evacuare una vasta area.
ITALIA
11 ore
Berlusconi fa un passo indietro e rinuncia alla candidatura
Il leader di Forza Italia non sarà il nuovo presidente della Repubblica.
TONGA
12 ore
La priorità immediata a Tonga? L'acqua potabile
Ripristinato oggi, anche se in modo limitato, l'accesso al contante per acquistare i generi di prima necessità
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Mortalità tra i non vaccinati: 52,9 ogni 100mila (tra i vaccinati è di 1,6)
Il personale sanitario ha il dovere di proteggersi, secondo il vice capo del programma di vaccinazione britannico.
STATI UNITI
22 ore
Brian Laundrie ha ammesso di aver ucciso Gabby Petito
È scritto nell'agedina trovata nei pressi del cadavere del giovane
UNIONE EUROPEA
1 gior
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
1 gior
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
1 gior
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
STATI UNITI
1 gior
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
1 gior
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile