Keystone - foto d'archivio
STATI UNITI
14.01.21 - 07:390
Aggiornamento : 16:07

Tesla invitata a richiamare 158'000 auto per motivi di sicurezza

Interessate sono le berline Model S prodotte tra il 2012 e il 2018 e i suv da città Model X prodotti dal 2016 al 2018

La memoria dei computer di bordo, in particolare il sistema di infotainment (Mcu), potrebbe non funzionare più correttamente.

WASHINGTON - L'agenzia americana per la sicurezza stradale Nhtsa (National Highway Traffic Safety Administration) chiede a Tesla di richiamare 158'000 auto negli Stati Uniti per una questione di sicurezza legata all'esaurimento della memoria nel computer di bordo, in particolare nel sistema di infotainment.

Le auto interessate sono le berline Model S prodotte tra il 2012 e il 2018 e i suv da città Model X prodotti dal 2016 al 2018, secondo una lettera inviata al produttore di veicoli elettrici.

Il regolatore afferma che la sua indagine «ha concluso che nei modelli esaminati esiste un difetto relativo alla sicurezza». La memoria dei computer di bordo, in particolare il sistema di infotainment (Mcu), ha un ciclo di vita limitato, il che significa che questo sistema potrebbe non funzionare più correttamente dopo un certo numero di programmi. Questo problema può anche causare l'eliminazione dei cicli di memoria.

«Durante un guasto dell'Mcu lo schermo diventa nero e la telecamera di visione posteriore, anch'essa una telecamera di sicurezza, non è più disponibile per il conducente. Se l'immagine non è più disponibile, aumenta il rischio di incidenti, che possono potenzialmente portare a lesioni o addirittura alla morte», spiega Nhtsa.

Questo problema può anche interessare il pilota automatico, l'assistenza alla guida montata sulle auto Tesla, avverte il regolatore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
6 ore
Biden: «Cento dollari a tutti i nuovi vaccinati»
Una misura simile è stata già adottata dalla città di New York.
EGITTO
12 ore
Patrick Zaki dal carcere: «Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna»
L'attivista ha consegnato alla famiglia una lettera per la sua ragazza: «Non posso prometterti che uscirò presto».
ITALIA
14 ore
Aumentano casi, ricoveri e decessi: «Di fatto siamo nella quarta ondata»
Il monitoraggio della Fondazione Gimbe parla chiaro, ma i numeri non sono ancora allarmanti
COREA DEL NORD
17 ore
Pyongyang, quando la paura del Covid batte la propaganda
L'assenza della Corea del Nord ai Giochi di Tokyo era stata annunciata in primavera. Decisione sofferta ma necessaria?
BELGIO
20 ore
Vittime del maltempo, aperta un'inchiesta per omicidio colposo
Si cercano eventuali responsabili che hanno commesso errori di previsione o di mancata prudenza
KENYA
22 ore
Una ferrovia da miliardi, ma a discapito della fauna selvatica
La Standard Gauge Railway, che attraversa due parchi nazionali, ha «degradato» e rovinato diversi ecosistemi
STATI UNITI / SPAGNA
1 gior
Dieci milioni per la «negligenza» che uccise le quattro turiste spagnole
L'accusa ha attaccato la mancata «competenza» dell'autista del camion commerciale che ha provocato l'incidente
REGNO UNITO
1 gior
Il rischio di trombosi rare non aumenta con la seconda dose di AstraZeneca
Lo afferma uno studio pubblicato su Lancet, finanziato e condotto dalla stessa azienda anglo-svedese
COREA DEL SUD
1 gior
Tanto caldo, da rendere verde l'acqua
L'ondata di calore ha provocato anche una fioritura di alghe verdi, che hanno dato colore al lago Daecheong
ITALIA
1 gior
Green pass per lavorare? «Un'idea da tenere nel cassetto»
Il sottosegretario alla Salute italiano Pierpaolo Sileri non la scarta. Ma aggiunge: «Nessuno dovrà perdere il lavoro».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile