Keystone
MONDO
13.01.21 - 18:130

Dopo le modifiche della privacy di WhatsApp è boom per Telegram e Signal

Nelle ultime ore milioni di utenti hanno scaricato una nuova app di messaggistica

WASHINGTON - Boom di Telegram e Signal, le chat alternative a WhatsApp, dopo che l'app di proprietà di Mark Zuckerberg che conta nel mondo due miliardi di utenti, ha annunciato nei giorni scorsi la modifica ai suoi termini di servizio sulla privacy da accettare entro l'8 febbraio. Queste modifiche però non impattano sull'Europa (e sulla Svizzera, ndr) dove vige il Gdpr, il regolamento europeo sulla protezione dei dati personali.

Il dibattito su WhatsApp in questi giorni ha fatto così impennare la popolarità di app alternative come Telegram che nelle ultime 72 ore ha registrato 25 milioni di nuovi utenti. L'app fondata nel 2013 dal russo Pavel Durov, ai primi di gennaio contava oltre 500 milioni di utenti attivi mensilmente. «Le persone non vogliono più scambiare la loro privacy con servizi gratuiti», spiega Durov sottolineando che la sua chat è diventata il «più grande rifugio» per chi cerca una piattaforma di comunicazione privata. Il 38% dei nuovi utenti viene dall'Asia, il 27% dall'Europa, il 21% dall'America Latina e l'8% da Medio Oriente e Nord Africa.

Un'altra chat che ha registrato un'impennata di download dopo le critiche a WhatsApp è Signal, sviluppata nel 2013 da un gruppo di attivisti per la privacy e finanziata, tra gli altri, da Brian Acton uno dei fondatori di WhatsApp che ha lasciato la società nel 2017 in disaccordo con la gestione di Facebook che l'aveva comprata tre anni prima. Secondo gli analisti di Sensor Tower, la chat è stata scaricata a livello globale 8,8 milioni di volte dopo che WhatsApp ha annunciato le modifiche. Picchi di download in India (da 12mila a 2,7 milioni), ma anche negli Usa (da 63mila a 1,1 milioni). Signal ha pure ricevuto l'endorsement di Elon Musk, l'uomo più ricco del mondo, patron di Tesla e Space X.

Telegram e Signal, come WhatsApp, si basano su sistemi di crittografia 'end-to-end', consentono cioè che le conversazioni tra gli utenti delle chat possano essere viste solo da mittente e ricevente. Nemmeno i gestori delle app possono vederle. Signal, a differenza di WhatsApp e Telegram, non conserva neanche i metadati delle conversazioni, cioè le informazioni su dove, quando e con chi hanno comunicato i suoi utenti.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
3 ore
Gli agenti di polizia che non vogliono vaccinarsi per motivi religiosi
Accade a San Francisco, ma in tutti gli Usa le richieste in tal senso sono oltre 20mila
Italia
7 ore
La zanzara giapponese è arrivata ed è più pericolosa della tigre
È stata rilevata a settentrione della penisola e la regione Veneto raccomanda il vaccino contro l'encefalite giapponese
STATI UNITI
8 ore
Facebook replica: Instagram non è tossico per le ragazzine
La ricerca citata dal Wall Street Journal è «sfumata e complessa», sostiene il vicepresidente Pratiti Raychoudhury
Italia
11 ore
Cannabis legale, «Mancano quattro giorni all'assassinio della democrazia»
Raccolte quasi 600mila firme online, ma moltissimi comuni non vogliono concedere i certificati elettorali
FOTO
GRECIA
15 ore
Forte terremoto a Creta, un morto e alcuni feriti
L'epicentro della scossa è stato localizzato a una ventina di chilometri a sud di Candia
GERMANIA
17 ore
L'Spd s'impone al fotofinish
I socialdemocratici avanti con il 25,7% dei voti, crollo dei conservatori. Quale coalizione per governare?
MONDO
18 ore
Le giovani generazioni «vivranno una vita senza precedenti»
Ci saranno più inondazioni, più siccità, più ondate di calore. È l'avvertimento di uno studio internazionale
GERMANIA
1 gior
Il dopo-Merkel da cardiopalma, per gli exit poll Spd e Cdu sono a pari merito
Stando ai sondaggi i due partiti di maggioranza sarebbero o fermi a quota 25% o comunque molto vicino
Regno Unito
1 gior
Sabina Nessa, arrestato il presunto assassino
La 28enne è stata accoltellata a morte lo scorso 17 settembre poco lontano dalla sua abitazione
FOTO
SAN MARINO
1 gior
San Marino alle urne per depenalizzare l'aborto
È una delle poche nazioni in Europa dove è ancora illegale, si vota oggi dopo una battaglia politica lunga 18 anni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile