Depositphotos (archivio)
MONDO
13.10.20 - 13:320

La crittografia «spinta» non piace a Londra e Washington

Assieme ad altri cinque paesi, chiedono alle aziende tecnologiche di predisporre nelle app "backdoor" per le autorità

WASHINGTON / LONDRA - Stati Uniti e Regno Unito sono tra i sette Paesi che hanno firmato una nuova dichiarazione di allarme sui rischi derivanti dalla crittografia più "spinta", che tiene smartphone e chat al sicuro da occhi indiscreti impedendo però l'accesso anche ad agenzie governative e a forze di polizia.

La dichiarazione - promossa anche da Australia, Canada, Nuova Zelanda, India e Giappone - torna a chiedere alle aziende tecnologiche di collaborare con i governi e, in sostanza, di predisporre "backdoor", cioè porte sul retro, che permettano alle autorità di accedere a software e dispositivi in caso di necessità.

«Sosteniamo una crittografia avanzata, che svolge un ruolo cruciale nella protezione dei dati personali, della sfera privata, della proprietà intellettuale, dei segreti commerciali e della sicurezza informatica», è l'incipit della dichiarazione, dove si evidenzia l'importanza della crittografia anche per proteggere giornalisti e difensori dei diritti umani nei Paesi repressivi.

Tuttavia determinati utilizzi della crittografia «pongono sfide significative alla sicurezza pubblica», ad esempio quella dei «bambini sfruttati sessualmente», evidenziano i firmatari. Per questo «esortiamo l'industria a rispondere alle nostre serie preoccupazioni laddove la crittografia viene applicata in un modo che preclude qualsiasi accesso legale ai contenuti».

La richiesta, firmata per gli Usa dal procuratore generale William Barr, è l'ultimo atto di una battaglia che da anni vede su fronti contrapposti le aziende tecnologiche e le autorità nazionali. Uno degli scontri più emblematici è quello del 2016 tra Apple e la polizia federale statunitense Fbi per lo sblocco dell'iPhone di uno dei responsabili della strage di San Bernardino.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 1 mese fa su tio
Beh, dalla porta sul retro potrebbe entrare chiunque, allora tanto vale mettere in copia le autorità, comunque quelli bravi una porta la trovano sempre.
albertolupo 1 mese fa su tio
Meglio un po’ di rischio in più che sapere che ogni commissario troppo zelante possa ficcare il naso nei nostri affari. Si fa in fretta a diventare “sospetti” agli occhi di chi ci guarda con lenti distorte.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI / EUROPA
2 ore
Moderna: «Efficace al 100% contro i casi gravi»
«Potremmo cambiare il corso della pandemia» ha affermato il CEO di Moderna, Stéphane Bancel
EUROPA
3 ore
La clorochina può indurre «depressione, ansia, allucinazioni»
Attenzione agli effetti collaterali dei due farmaci, mette in guardia l'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA)
AUSTRIA
5 ore
Piste da sci: in Austria scricchiola il fronte pro apertura
Dal Tirolo si fa sentire la voce critica del sindaco di Sölden: «I numeri non consentono una riapertura».
ITALIA
5 ore
iPhone danneggiati dall'acqua: l'Italia infligge 10 milioni di euro di multa a Apple
Le pubblicità che vantano la capacità degli apparecchi di resistere all'acqua sono state giudicate ingannevoli.
AUSTRALIA / CINA
7 ore
Scontro fra Australia e Cina per un tweet «ripugnante»
Condanna, con un'immagine di dubbio gusto, le uccisioni di civili e prigionieri afghani da parte di soldati australiani.
VIDEO
STATI UNITI
9 ore
La pandemia chiude i club? Il jazz si trasferisce in strada
I Bad Motha’s del trombettista Wayne Tucker hanno trovato questa interessante alternativa artistica
REGNO UNITO
18 ore
Un anziano su cinque è vittima di abusi
Molte persone non considerano "abusi" determinati comportamenti dannosi, ed è parte del problema
STATI UNITI
20 ore
Trump si sfoga su Fox News: «La via della Corte Suprema sarà dura»
Nella prima intervista dopo le elezioni, ha ribadito la sua indisponibilità a concedere la vittoria a Biden.
REGNO UNITO
22 ore
«Il suo tampone è positivo»... anzi no
Le autorità britanniche hanno erroneamente comunicato a 1'300 persone di essere positive al Covid-19
NIGERIA
1 gior
Almeno 43 contadini sgozzati da miliziani islamisti
Il bilancio del massacro potrebbe arrivare a 70 vittime. Il presidente nigeriano: «Omicidi insensati».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile