Keystone
Wang Yi, Ministro degli Esteri cinese.
CINA
08.09.20 - 10:110

La Cina propone nuovi standard globali sulla sicurezza dei dati

Il gigante asiatico sarebbe stufo della prepotenza dei «singoli paesi»

Sembra chiara una velata, ma neanche troppo, critica agli Stati Uniti

PECHINO - La Cina ha annunciato la sua iniziativa per stabilire gli standard globali sulla sicurezza dei dati, affermando di voler promuovere il multilateralismo nell'area in una fase in cui «singoli paesi» stanno «facendo i prepotenti» su altri e stanno «andando a caccia» di società.

Il ministro degli Esteri Wang Yi, al Seminario internazionale sulla governance digitale globale, ha detto, senza nominare gli Usa in modo esplicito, che «le regole generali sulla sicurezza dei dati, che riflettono i desideri di tutti i Paesi e rispettano gli interessi di tutti, dovrebbero essere raggiunte con la partecipazione universale di tutti».

L'iniziativa sollecita le aziende tecnologiche a impedire la creazione delle cosiddette 'backdoor' in prodotti e servizi che potrebbero consentire di reperire illegalmente i dati, nonché ai partecipanti di rispettare la sovranità, la giurisdizione e i diritti di gestione dei dati di altri Paesi. Inoltre, impegno generalizzato per i partecipanti a evitare la sorveglianza su larga scala di altri Paesi.

La mossa di Pechino è maturata a un mese dal lancio del piano Usa sull'eliminazione delle app cinesi «non attendibili» nell'ambito del programma «clean network».

Wang non ha specificato natura dell'iniziativa ed eventuale adesione già espressa da altri Paesi, ma ha lamentato il fatto che «alcuni singoli Paesi stanno perseguendo in modo aggressivo l'unilateralismo, gettando acqua sporca su altri Paesi con il pretesto della pulizia».

E stanno anche «conducendo la caccia globale alle aziende leader di altri Paesi con il pretesto della sicurezza. Questo è un semplice bullismo e dovrebbe essere contrastato e respinto», ha aggiunto il ministro in quelli che sono apparsi riferimenti allo scontro in corso con Washington.

La Cina controlla e censura il suo cyberspazio con il Great Firewall, che per anni ha limitato l'accesso a società come i colossi americani Twitter, Facebook e Google. L'amministrazione di Donald Trump ha preso di mira i player cinesi, tra cui Huawei, Tencent e TikTok, la app controllata da ByteDance, citando timori sulla sicurezza nazionale e sulla raccolta di dati personali, rigettati dalle società target.

Il braccio di ferro ingaggiato dagli Usa ha visto tra l'altro il blocco delle esportazioni hi-tech verso Huawei e il divieto a carico di TikTok di operare negli Stati Uniti, salvo che ByteDance non venda gli asset statunitensi di TikTok.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LUGANO
1 ora
Il peso delle parole quando si parla di violenza sulle donne
Quanto sono sensibili i mass media nell'utilizzare i termini appropriati senza finire per ferire le vittime?
ITALIA
8 ore
Il lockdown totale «non ha più senso»
La posizione del professor Ranieri Guerra dell'Oms sull'evoluzione della seconda ondata, in Italia e in Europa
ITALIA
14 ore
Covid, l'Italia supera i 50mila decessi
Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 630. Quasi 23mila i nuovi contagi
STATI UNITI
15 ore
Covid nei bambini? Solo il 4% dei test è positivo
Lo rivela uno studio su vasta scala pubblicato dalla rivista JAMA Pediatrics
STATI UNITI
16 ore
Trump vorrebbe un'alleanza anti cinese
Lo riferisce il Wall Street Journal. L'intesa informale sarebbe volta a contrastare le pressioni commerciali di Pechino.
ITALIA
17 ore
Italia verso un inverno senza discese sulla neve, ma le regioni non ci stanno
La Lombardia: «Mentre si scierà in Svizzera, in Austria e in Francia secondo il Governo qui dovrà essere tutto chiuso».
MONDO
18 ore
Il Covid non ha pulito l'aria
Gas serra e polveri sottili continuano ad aumentare, al contrario di come inizialmente si era sperato
ITALIA
18 ore
Vigili urbani fanno sesso nell'auto di servizio
La coppia ha però dimenticato di spegnere la radio e la centrale ha sentito tutto. Ora i due sono sotto inchiesta
REGNO UNITO
20 ore
200 milioni di dosi del vaccino Oxford-AstraZeneca pronte per la fine dell'anno
I 20 centri di produzione sparsi per il mondo ne potranno sfornare fino a 200 milioni al mese
ITALIA
20 ore
Quei milioni di italiani messi in ginocchio dal coronavirus
Incertezza, buste paghe magre o svanite nel nulla, il triste bilancio al di là del Covid-19
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile