Keystone
CINA
10.08.20 - 13:280

Huawei ferma la produzione del suo chip hi-tech a causa delle sanzioni Usa

Che potenziava smartphone tablet di fascia alta, il motivo è una tecnologia americana a cui non può più accedere

PECHINO - A causa delle sanzioni americane, a metà settembre il cosso cinese delle telecomunicazioni Huawei dovrà interrompere la produzione del suo processore di fascia alta per smartphone e tablet, chiamato Kirin 9000.

Lo ha reso noto il Ceo della divisione Consumer di Huawei, Richard Yu, in un forum di settore in Cina, secondo quanto riferito nel weekend dalla stampa cinese.

Per produrre i processori - progettati da Huawei e costruiti da un'azienda esterna, la taiwanese Tsmc - sono usate tecnologie americane, a cui Huawei e le aziende che lavorano per lei non possono più accedere.

Nel maggio 2019 l'amministrazione Trump ha infatti inserito Huawei nella "lista nera" del commercio impedendole di acquistare prodotti e servizi da aziende statunitensi, e nel maggio scorso c'è stato un ulteriore inasprimento che vieta a tutte le imprese che lavorano per Huawei di usare i prodotti americani.

"Gli smartphone di Huawei non hanno la fornitura di chip, il che quest'anno renderà il nostro volume di spedizioni un po' inferiore ai 240 milioni di unità" spedite nel 2019, ha detto Yu. "Questa per noi è una grande perdita".

Nel frattempo il produttore americano di processori Qualcomm, come riferisce il Wall Street Journal, starebbe facendo pressione sul governo affinché revochi il divieto di vendita a Huawei. Qualcomm avrebbe evidenziato che il divieto avvantaggia i suoi concorrenti stranieri, dando loro accesso a un mercato che vale 8 miliardi di dollari all'anno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
3 ore
«Il vaccino? Non è una passeggiata»
La testimonianza di un partecipante ai trial di Moderna: «Ho avuto sintomi. Ma lo rifarò»
FOTO
AUSTRIA
5 ore
Tutti in coda, al via i test a tappeto
In caso di tampone rapido positivo viene subito effettuato anche un test molecolare
ITALIA
7 ore
«La sanità italiana è arrivata piuttosto fragile all'appuntamento con la pandemia»
A sostenerlo è l'istituto di ricerca Censis. Sulle restrizioni per Natale: «Quasi l'80% degli italiani è favorevole».
STATI UNITI
7 ore
Tutti i film di Warner Bros. nel 2021 andranno anche direttamente in streaming
Titoli come “Matrix 4”, “Dune” e “The Suicide Squad” non usciranno solo in sala. Una mossa senza precedenti
STATI UNITI
8 ore
Biden chiederà agli americani di portare la mascherina per 100 giorni
«Credo vedremo una riduzione significativa dei casi», ha promesso. La sua autorità, però, sarà limitata.
REGNO UNITO
10 ore
Vaccino anti Covid: primo carico arrivato nel Regno Unito
È stato depositato in un magazzino segreto. La distribuzione scatterà dal fine settimana.
ITALIA
11 ore
Obbligo di quarantena per chi rientra in Italia
Esentati coloro che viaggiano per motivi di lavoro o di studio
FOCUS
12 ore
Ammalarsi d'amore, sesso e Covid
Il virus ha sconvolto anche le modalità affettive e sociali d'interazione tra gli umani
MONDO
12 ore
Le motivazioni di chi fa circolare bufale e teorie del complotto
Ci sono quattro categorie di propagatori, secondo la classificazione di un saggio del 2009 di Cass Sunstein.
ITALIA
21 ore
Domani scatta il nuovo Dpcm, ecco le regole per le feste
Le ultime modifiche riguardano la scuola. Vietati gli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile