Archivio Keystone
EUROPA
16.07.20 - 18:580

La dura crisi del mercato delle auto

La ripresa in Europa rimane ancora lontana, l'unica luce positiva giunge dalla Francia

TORINO - Il mercato europeo dell'auto - Unione Europea, Regno Unito e Paesi Efta - registra ancora un forte calo a giugno, inferiore però a quello di maggio quando le vendite sono state il 56,8% in meno dello stesso mese del 2019. Fa eccezione la Francia grazie al piano di incentivi varato da Macron.

Secondo i dati dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei, le immatricolazioni a giugno sono 1'131'843, il 24,1% in meno dello stesso mese del 2019.

Il consuntivo dei primi sei mesi dell'anno è di 5'101'669 auto vendute, pari a una perdita di circa 3,3 milioni di auto e a una flessione del 39,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

«Rispetto a maggio il mercato a giugno è ripartito, ma una vera ripresa è lontana e per colmare il divario con il 2019 il percorso è lungo e accidentato» commenta Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor. «Il semestre - spiega - vede tutti i mercati dell'area in profondo rosso con un calo minimo del 21,4% in Finlandia e massimo del 54,4% in Croazia. In questo contesto brilla una piccola luce. Viene dal mercato francese che cresce dell'1,2% su giugno 2019, primo effetto del massiccio piano di incentivi varato dal Governo Macron che ha destinato all'auto 8 miliardi».

«Il recupero delle vendite si prospetta lento e difficoltoso, visto il tremendo impatto della crisi legata all'emergenza sanitaria sull'economia europea e l'incertezza sulle evoluzioni dei prossimi mesi», osserva invece Paolo Scudieri, presidente dell'Anfia (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica).

Continua a perdere terreno anche Fca, che ha comunicato il nome, Stellantis, del nuovo gruppo che nascerà con Psa. «Siamo convinti che questa fusione incarni il coraggio e lo spirito visionario che hanno portato alla nascita dell'industria automobilistica oltre un secolo fa. Per noi è un onore e un privilegio far parte di questo progetto straordinario, grazie al quale ci accingiamo ad unire alcuni tra i più importanti marchi della storia dell'automobile sotto il nome di Stellantis che avrà un ruolo decisivo nel definire il futuro del nostro settore», hanno scritto ai dipendenti del gruppo il presidente John Elkann e l'ad Mike Manley.

Fca ha immatricolato a giugno 64'927 auto, il 28,2% in meno dello stesso mese del 2019. La quota scende dal 6,1 al 5,7%. Nei sei mesi le auto vendute dal gruppo sono 290'562, in calo del 46,3% rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso. La quota è pari al 5,7% (era il 6,4%). Tra i principali mercati europei, Fca (Fiat in particolare) ha registrato risultati positivi in Germania e nel Regno Unito.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Benj1986 4 mesi fa su tio
Meglio così
The Osage 4 mesi fa su tio
Non so come sarà. Ma sicuramente molti pensavano che ci poteva essere in questo momento un risparmio per acquistare le auto visto che gli stock. Cosa che mi sa non è. Poi noi in Svizzera abbiamo un importatore che ormai gestisce la maggior parte delle marche e fa il bello e il brutto tempo, sopratutto con il leasing e suoi tassi. Credo che le vendite stenteranno a crescere, alla gente a cui mancano i soldi e sopratutto certezze sul futuro lavorativo/economico può star bene continuare con i veicoli attuali.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LUGANO
1 ora
Il peso delle parole quando si parla di violenza sulle donne
Quanto sono sensibili i mass media nell'utilizzare i termini appropriati senza finire per ferire le vittime?
ITALIA
8 ore
Il lockdown totale «non ha più senso»
La posizione del professor Ranieri Guerra dell'Oms sull'evoluzione della seconda ondata, in Italia e in Europa
ITALIA
14 ore
Covid, l'Italia supera i 50mila decessi
Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 630. Quasi 23mila i nuovi contagi
STATI UNITI
15 ore
Covid nei bambini? Solo il 4% dei test è positivo
Lo rivela uno studio su vasta scala pubblicato dalla rivista JAMA Pediatrics
STATI UNITI
16 ore
Trump vorrebbe un'alleanza anti cinese
Lo riferisce il Wall Street Journal. L'intesa informale sarebbe volta a contrastare le pressioni commerciali di Pechino.
ITALIA
17 ore
Italia verso un inverno senza discese sulla neve, ma le regioni non ci stanno
La Lombardia: «Mentre si scierà in Svizzera, in Austria e in Francia secondo il Governo qui dovrà essere tutto chiuso».
MONDO
18 ore
Il Covid non ha pulito l'aria
Gas serra e polveri sottili continuano ad aumentare, al contrario di come inizialmente si era sperato
ITALIA
18 ore
Vigili urbani fanno sesso nell'auto di servizio
La coppia ha però dimenticato di spegnere la radio e la centrale ha sentito tutto. Ora i due sono sotto inchiesta
REGNO UNITO
20 ore
200 milioni di dosi del vaccino Oxford-AstraZeneca pronte per la fine dell'anno
I 20 centri di produzione sparsi per il mondo ne potranno sfornare fino a 200 milioni al mese
ITALIA
20 ore
Quei milioni di italiani messi in ginocchio dal coronavirus
Incertezza, buste paghe magre o svanite nel nulla, il triste bilancio al di là del Covid-19
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile