keystone-sda.ch / STF (KENZO TRIBOUILLARD / POOL)
Le spese sanitarie delle nazioni dell'Unione europea saranno coperte da una linea di credito da 240 miliardi di euro.
UNIONE EUROPEA
08.05.20 - 21:140

Via libera al Mes ultralight

Le richieste di prestito potranno partire già dalla metà di maggio

BRUXELLES - La nuova di linea di credito del Mes da 240 miliardi di euro dedicata alle spese sanitarie della pandemia, senza condizionalità e con monitoraggio ultralight, è arrivata al traguardo.

Gli Stati che la vorranno avranno fino a dicembre 2022 per chiederla e dovranno restituire i suoi prestiti, a tassi bassissimi, entro dieci anni. Le richieste potranno partire già da metà maggio, non appena il board dei governatori del Mes si riunirà, mentre le risorse saranno disponibili dal primo giugno. Dopo di allora, starà solo ai Governi scegliere se attivare il prestito che può arrivare al 2% del Pil.

Dopo settimane di negoziati e polemiche, stavolta l'Eurogruppo ha approvato le conclusioni sul Mes in poche ore. Molto ha aiutato la lettera scritta dai commissari Dombrovskis e Gentiloni al presidente Centeno, che ha chiarito uno dei punti più controversi: a che tipo di monitoraggio dovranno sottoporsi i Paesi che chiederanno gli aiuti. Se ne occuperà la Commissione, nell'ambito delle tradizionali missioni che conduce nei Paesi della zona euro durante il Semestre europeo, quindi non ci saranno missioni ad hoc in stile troika come per la Grecia. C'è un margine di discrezionalità che Bruxelles conserva, nel senso che dovrà adeguare «l'intensità» della sorveglianza alle difficoltà che un Paese attraversa. L'Eurogruppo ribadisce inoltre che «dopo» la fine degli aiuti, «gli Stati restano impegnati a rafforzare i fondamentali economici». Il Mes non avrà ruolo di monitoraggio, ma attuerà il sistema di allerta rapido «per assicurare una puntuale restituzione degli aiuti».

I prestiti hanno le condizioni più convenienti attualmente esistenti sul mercato: scadenza a dieci anni, un tasso annuo di 0,1%, un costo una tantum di attivazione di 0,25% e un costo annuale per la gestione di 0,005%. E, come ha ribadito Gentiloni, ha «un solo requisito di condizionalità» legato alle spese sanitarie dirette e indirette e «la sorveglianza si concentrerà solo sull'uso coerente dei fondi». Quali saranno le spese eleggibili sarà quindi la Commissione a valutarlo, perché l'Eurogruppo non è entrato nei dettagli, dandole mandato anche su questo.

Dopo l'approvazione di alcuni Parlamenti, tra cui il tedesco e l'olandese, e la riunione dei governatori del Mes, già fissata per il 12 maggio, la linea di credito dovrebbe essere attiva. Non si può dire lo stesso invece per Sure, di cui manca ancora il regolamento. Un nuovo Eurogruppo la prossima settimana dovrebbe accelerare anche su questo punto.

In Italia, dove l'aiuto può arrivare fino a 37 miliardi di euro, il dibattito sulla sua utilità è ancora acceso. Per il premier Giuseppe Conte, non è abbastanza. Mes, Sure e Bei ammontano «a una frazione di quanto altre grandi economie, come quella Usa, stanno spendendo per sostenere le loro imprese e le loro famiglie», per questo serve un Recovery Fund «di notevole dimensione, almeno 1 trilione di euro, per portare la dotazione totale della risposta europea in linea con le necessità finanziarie complessive dell'Ue». Ma su questo, l'Ue è ancora molto indietro. La proposta della Commissione non arriverà prima di un paio di settimane, e nel frattempo restano intatte le riserve di chi non vuole fare sforzi ulteriori nel bilancio comune, come Olanda, Danimarca e Svezia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
9 sec
Puntare tutto sui vaccini è «una scommessa un po' azzardata»
Per l'epidemiologo Antoine Flahault bisogna pensare a una strategia di "circolazione minima" del virus
UCRAINA / RUSSIA
1 ora
Ucciso un soldato: aumenta la tensione al confine
L'Ucraina ha annunciato una fatalità in seguito a un attacco: le ostilità sono in aumento
IRAN
3 ore
«È un atto terroristico antinucleare»
L'agenzia atomica iraniana ha denunciato un «sabotaggio» alla centrale nucleare di Natanz
ITALIA
6 ore
Dramma nel torinese: spara a moglie e figlio e si barrica in casa
Quando gli agenti hanno fatto irruzione, l'83enne si è sparato: è in gravi condizioni
REGNO UNITO
6 ore
La Regina si confida: la scomparsa di Filippo ha lasciato «un vuoto enorme»
Il Principe Andrea ha riferito quanto gli ha comunicato la madre, definendola «incredibilmente stoica»
UNIONE EUROPEA
9 ore
AstraZeneca, la lettera ultimatum (scaduta) di Bruxelles
Forniture ridotte e ritardi. La Commissione europea è ancora in attesa di risposte
REGNO UNITO
12 ore
Da domani gli inglesi tornano al pub
Londra allenta le restrizioni. Ma per la comunità scientifica la riapertura arriva in un momento ancora troppo delicato
STATI UNITI
14 ore
La Mis-C (e non Kawasaki) colpisce anche i bimbi asintomatici
Uno studio ha analizzato la sindrome che può sopraggiungere nei bambini dopo l'infezione da coronavirus
STATI UNITI
14 ore
Si finge una reporter e inganna i corrispondenti dalla Casa Bianca
Kacey Montagu, il cui profilo Twitter è seguito da diversi giornalisti americani, in realtà non esiste.
SPAGNA
1 gior
Vaccinazione con AstraZeneca? Aumentano coloro che non si presentano
Timore, confusione o incertezza: in molti sembrano non fidarsi del preparato: l'esempio della Spagna
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile