Depositphotos (londondeposit)
REGNO UNITO
02.03.20 - 18:000
Aggiornamento : 18:22

I produttori di auto ibride sono accusati di ingannare i clienti riguardo le emissioni

Alcuni esperti sono critici nei confronti di determinate affermazioni pubblicitarie dei produttori di auto ibride

L'obiettivo promosso sarebbe in realtà irraggiungibile in condizioni di guida normale

LONDRA - La capacità di guida “a emissioni zero” delle auto ibride, promossa dalle pubblicità delle case automobilistiche, ha fatto storcere il naso a molti.

Tra di loro Greg Archer, direttore della Federazione europea per i trasporti e l'ambiente (Transport & Environment), che ha dichiarato al The Guardian che una tale pubblicità sia una truffa nei confronti dei propri clienti. La Miles Consultancy ha sviluppato infatti dei dati che mostrano effettivamente che quasi tutte le auto ibride plug-in non sono riuscite a uguagliare, in condizioni di guida normale, gli obiettivi raggiunti nei test di laboratorio. 

Le basse temperature possono infatti far scattare l’utilizzo del motore a combustione interna in tutti e 11 gli ibridi plug-in più venduti nel Regno Unito. Come per esempio nel SUV XC90 della Volvo, nella Mercedes-Benz Classe E executive car, e nel crossover Niro della Kia.

La guida a zero emissioni potrebbe risultare impossibile anche a causa di altri fattori: oltre all'aria fredda, l’accensione del riscaldamento (anche se la batteria è completamente carica) o l'attivazione del processo per sbrinare il parabrezza sarebbero anch'essi in grado di attivare il motore a combustione interna.

Nel caso del SUV Mitsubishi Outlander, il plug-in più venduto nel Regno Unito nel 2019, tale motore si attiva anche se il conducente accende il "cruise control" per mantenere in modo autonomo una distanza di sicurezza dalla vettura che precede, o se la batteria diventa troppo calda o fredda a causa delle condizioni climatiche.

Il mese scorso, lo ricordiamo, il Governo ha informato che è in fase di valutazione il divieto di vendita degli ibridi nel Regno Unito a partire dal 2035. Questo per dare la priorità alla promozione di auto elettriche. Una tale prospettiva non è andata giù alle case automobilistiche, secondo cui la tecnologia ibrida è l'unico modo per ridurre rapidamente le emissioni. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Canis Majoris 12 mesi fa su tio
L’ibrido è un ottimo veicolo di transizione da stufa ad elettrico. Così ci si rende conto del potenziale elettrico. E non credete alle bufale! Le batterie si riciclano, la vettura elettrica (tesla sopratutto) ha un bassissimo impatto ecologico anche nella produzione (tesla crea più energia con i pannelli fotovoltaici di quanto gliene serve per produrre e caricare tutti i veicoli prodotti). In Svizzera italiana la produzione di energia elettrica proviene per la maggior parte da fonti rinnovabili (idroelettrico) e se hai i pannelli fotovoltaici non esiste confronto con veicoli tradizionali! Fate voi, ma informatevi bene prima di denigrare le nuove tecnologie
LAMIA 12 mesi fa su tio
Sembra che adesso si scopra l acqua calda. La Gretina è stata manipolata dall economia e solo per questo ha avuto risonanza mediatica. La vendita di auto era in crisi e quindi per riavviare il mercato avanti con il penalizzare chi ha auto tradizionali. Vedremo quando bisognerà smaltire le batterie o quando aumenteranno le malattie dovute alle ore trascorse seduti su questo smog elettrico come la metteremo. I giovani se ne dovranno fare una ragione. Guadagneranno meno e pagheranno di più.
Bayron 12 mesi fa su tio
@LAMIA Condivido!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Perché è importante che Robinhood stia pensando alla quotazione in borsa
L'app che nel 2020 ha sconvolto Wall Street potrebbe valere più di 30 miliardi, ma non è finita lì
FOTO
ITALIA
1 ora
Un nuovo tesoro a Pompei, e dalla terra sbuca un carro splendido
Si tratta di un cocchio da parata con decorazioni incredibili e che è salvo per un soffio
FOTO
ITALIA
2 ore
Nell'ultimo sabato in giallo, sui Navigli di Milano scatta il rave
Grande movimento, ma anche tanti controlli, nell'ultimo fine settimana prima che la Lombardia torni arancione
FOTO
BIRMANIA
3 ore
Manifestante uccisa da un colpo esploso dalla polizia birmana
Continua l'uso indiscriminato della forza da parte degli agenti per sedare i cortei di protesta in diverse città
ITALIA
6 ore
Sardegna prima in zona bianca: «Ma non è un "liberi tutti"»
Palestre e cinema aperti. L'assessore regionale alla Sanità, però, mette in guardia da un'eccessiva rilassatezza.
FOTO
FRANCIA
6 ore
All'asta un Van Gogh che non avete mai visto
“Scène de rue à Montmartre” era rimasto nascosto in una collezione privata e ci si aspetta sia venduto per milioni
STATI UNITI
9 ore
Vaccini anti Covid: picchi da record per le azioni dei produttori
Moderna e AstraZeneca hanno conosciuto i valori più alti degli ultimi cinque anni. Pfizer ci è andata vicina.
ITALIA
10 ore
«Truffa» milionaria ai danni di un imprenditore arabo: 42enne svizzero arrestato a Venezia
L'operatore finanziario avrebbe sottratto 126 milioni di euro. Era latitante.
BRASILE
13 ore
Il Brasile di fronte alla quarta ondata
L'OMS: «Che sia un monito per tutto il mondo, la pandemia non è finita e ogni rilassamento è pericoloso»
RUSSIA
14 ore
Dzerzhinsky non tornerà davanti al quartier generale dell'intelligence russa
È stato cancellato il referendum sul ripristino del monumento dedicato al fondatore del KGB
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile